Auto d'Epoca - Il forum degli appassionati di auto storiche

Link utili => Case automobilistiche => Topic started by: cekk500 on 31 Ottobre 2012, 08:33:10

Title: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: cekk500 on 31 Ottobre 2012, 08:33:10
E' di oggi la nuova strategia ed il piano indistriale previsto per i prossimi 3 anni!
Mercato a parte sta continuando lo stillicidio iniziato alcuni decenni fà e l'uomo col maglione sul quale non mi esprimo, tra tagli, limitazioni di investimenti e l'ennesima promessa di non chiudere stabilimenti italici, per quel poco che rimane!
Ha decretato la ROTTAMAZIONE DEL MARCHIO LANCIA motivando che per la clientela non era piu' appetibile.
Come sappiamo l'avvocato prese un impegno nei confronti della vedova di vincenzo.......... ed a pochi mesi dalla scomparsa dell'ultima discendente quell'impegno preso da galantuomo in tempi dove bastava una stretta di mano..... è andato dissolto nell'indifferenza piu' totale e non c'è un titolo o un giornalista che abbia approfondito questo scempio già verificatosi con Autobianchi ed altri marchi del passato....... Mi chiedo se a sto punto non è meglio che arrivi lo straniero.
Inoltre anche se non vi è notizia ufficiale il nuovo logo del gruppo torinese cambierà presto diventando Crysler-fiat.
Previsti 12 modelli entro il 2015........... ma fatemi il piacere  >:( >:(
Sta cosa mi ha guastato la giornata ed ormai le speranze di rivedere gloria nell'automobilismo italico son svanite!
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: pugnali53 on 31 Ottobre 2012, 09:06:05
Il coglione col maglione e l'asino, altro che plurilaureato, a capo del governo stanno distruggendo in pochi anni un lavoro fatto dai nostri genitori e anche i più stagionati di noi dal dopoguerra ad oggi, causando catastrofi, di posti lavoro e immagine di prodotti ecellenti duramente conquistata.
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: EffeEffe on 31 Ottobre 2012, 09:38:11
Qualcuno ne parla: http://www.wallstreetitalia.com/article/1452813/marchionne-dopo-conti-fiat-marchio-lancia-rottamato-o-eliminato.aspx
Questa è l'unica notizia che ho trovato in rete...
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: 5turbo on 31 Ottobre 2012, 09:47:41
E' di oggi la nuova strategia ed il piano indistriale previsto per i prossimi 3 anni!
Mercato a parte sta continuando lo stillicidio iniziato alcuni decenni fà e l'uomo col maglione sul quale non mi esprimo, tra tagli, limitazioni di investimenti e l'ennesima promessa di non chiudere stabilimenti italici, per quel poco che rimane!
Ha decretato la ROTTAMAZIONE DEL MARCHIO LANCIA motivando che per la clientela non era piu' appetibile.
Come sappiamo l'avvocato prese un impegno nei confronti della vedova di vincenzo.......... ed a pochi mesi dalla scomparsa dell'ultima discendente quell'impegno preso da galantuomo in tempi dove bastava una stretta di mano..... è andato dissolto nell'indifferenza piu' totale e non c'è un titolo o un giornalista che abbia approfondito questo scempio già verificatosi con Autobianchi ed altri marchi del passato....... Mi chiedo se a sto punto non è meglio che arrivi lo straniero.
Inoltre anche se non vi è notizia ufficiale il nuovo logo del gruppo torinese cambierà presto diventando Crysler-fiat.
Previsti 12 modelli entro il 2015........... ma fatemi il piacere  >:( >:(
Sta cosa mi ha guastato la giornata ed ormai le speranze di rivedere gloria nell'automobilismo italico son svanite!

Ti quoto parola per parola.una vergogna tutta Italiana.
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: 75 1.6 carburatori on 31 Ottobre 2012, 10:13:40
Eliminare la Lancia....solo in Italia non si ha il rispetto della nostra Storia.....non si produce per la qualità ma per la quantità , questi se ne infischiano di portare il nome dell'Italia nel mondo...che merde!!! :( :( :(
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: cekk500 on 31 Ottobre 2012, 10:24:49
Eliminare la Lancia....solo in Italia non si ha il rispetto della nostra Storia.....non si produce per la qualità ma per la quantità , questi se ne infischiano di portare il nome dell'Italia nel mondo...che merde!!! :( :( :(

E cosa ti aspettavi da un americoabbruzzese che vive in svizzera e gira in elicottero?
Purtroppo un marchio quando si "rottama" lo lo resusciti piu'  :'(
Altro che marcia su roma, ci vorrebbe l'invasione del lingotto con tutti i possessori di lancia vecchie e nuove  ::)
Penso a chi ha appena comprato una Y per la thema no problem, ne avranno vendute 10  :-[
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: valetri75 on 31 Ottobre 2012, 10:43:52
Riporto un breve stralcio dell'articolo citato da FedericoFlavio:
"...L’obiettivo è quello di fare "leva sui grandi marchi storici premium come Alfa Romeo e Maserati ..."

Caro Sig. Marchionne, vorrebbe forse dirmi che la Lancia non è un "grande marchio storico"?!?! Se la pensasse davvero così vorrebbe dire che Lei in un'auto vede solo 4 ruote ed un motore, senza metterci un briciolo di cuore >:( >:( :'(
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: bimmer on 31 Ottobre 2012, 10:47:42
Riporto un breve stralcio dell'articolo citato da FedericoFlavio:
"...L’obiettivo è quello di fare "leva sui grandi marchi storici premium come Alfa Romeo e Maserati ..."

Caro Sig. Marchionne, vorrebbe forse dirmi che la Lancia non è un "grande marchio storico"?!?! Se la pensasse davvero così vorrebbe dire che Lei in un'auto vede solo 4 ruote ed un motore, senza metterci un briciolo di cuore >:( >:( :'(

Marchionne è uno sì capace ma a guardare il proprio portafogli, non certo a provare emozioni per una vettura, visto che lui neanche le paga forse.. ma quale cuore?  :-\
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: cekk500 on 31 Ottobre 2012, 10:52:20
Riporto un breve stralcio dell'articolo citato da FedericoFlavio:
"...L’obiettivo è quello di fare "leva sui grandi marchi storici premium come Alfa Romeo e Maserati ..."

Caro Sig. Marchionne, vorrebbe forse dirmi che la Lancia non è un "grande marchio storico"?!?! Se la pensasse davvero così vorrebbe dire che Lei in un'auto vede solo 4 ruote ed un motore, senza metterci un briciolo di cuore >:( >:( :'(

Cuore? ma da dove dovrebbe uscire?.......... da bambino è cresciuto inmezzo a scatoloni col cambio automatico e l'italia l'ha vista solo perchè chiamato dagli agnelli....... Ormai l'automobilismo nostrano è solo un ricordo, unici testimoni noi appassionati fin che lo stato non ci scoraggia rapinandoci ulteriormente ;)
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: galimba on 31 Ottobre 2012, 10:55:03
gli appassionati Lancia sono messi male, ma anche gli Alfisti non possono stare tranquilli  (vedi Museo di Arese e gamma ridotta a 2 modelli che ai tempi sarebbero stati Alfasud  e Arna...)
l'unica è sperare che davvero il gruppo VW acquisisca Alfa e magari Lancia per non far finire in pattumiera 2 marchi che sono stati l'orgoglio dell'Italia!
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: galimba on 31 Ottobre 2012, 10:58:24
ho fatto richiesta per il nulla osta al montaggio di cerchi e gomme non omologate per Duetto e Gt ... il nulla osta è arrivato su carta intestata "Fiat Auto", solo uno stemmino Alfa sul lato del foglio, fra poco ci sarà Crysler-Fiat, poi solo Crysler ( o come si scrive...)...
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: cekk500 on 31 Ottobre 2012, 10:59:39
gli appassionati Lancia sono messi male, ma anche gli Alfisti non possono stare tranquilli  (vedi Museo di Arese e gamma ridotta a 2 modelli che ai tempi sarebbero stati Alfasud  e Arna...)
l'unica è sperare che davvero il gruppo VW acquisisca Alfa e magari Lancia per non far finire in pattumiera 2 marchi che sono stati l'orgoglio dell'Italia!

Su Alfa Romeo la questione è un po diversa, si è investito e ci sono modelli che hanno mercato. La lancia si era ridotta a musa, y e una preudo thema vergognosa ed è stata la botta finale. Lancia è stata fatta morire di proposito.
La questione alfa è diversa, sono in molti ad ambire quel marchio
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: valetri75 on 31 Ottobre 2012, 11:06:03
Su Alfa Romeo la questione è un po diversa, si è investito e ci sono modelli che hanno mercato. La lancia si era ridotta a musa, y e una preudo thema vergognosa ed è stata la botta finale. Lancia è stata fatta morire di proposito.
La questione alfa è diversa, sono in molti ad ambire quel marchio

Cekk, mi spiace ma non sono completamente d'accordo con te: all'estero non lo so, ma qui in Italia credo che di Ypsilon, Musa e Delta se ne vedano in giro davvero tante e poi basta  dare un'occhiata alle pubblicità per capire che il messaggio voluto è quello di un marchio chic e non destinato alla massa, quindi è normale non aspettarsi vendite numericamente paragonabili a Fiat o altri marchi per così dire più popolari.
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: 75 1.6 carburatori on 31 Ottobre 2012, 11:18:28
Escludere la LANCIA come marchio storico premium e un abominio.... La LANCIA era un marchio conosciuto in tutto il mondo per eleganza e sportività (vedasi campionati Rally stravinti da Delta e Stratos per restare nel recente) e lo dico da Alfista..... La colpa dell' anonimato in cui versa il marchio è esclusivamente per colpa della FIAT e della sua politica scadente, marchionni sei un emerito ignorante :( :( :( :(....
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: 5turbo on 31 Ottobre 2012, 11:23:45
Cuore? ma da dove dovrebbe uscire?.......... da bambino è cresciuto inmezzo a scatoloni col cambio automatico e l'italia l'ha vista solo perchè chiamato dagli agnelli....... Ormai l'automobilismo nostrano è solo un ricordo, unici testimoni noi appassionati fin che lo stato non ci scoraggia rapinandoci ulteriormente ;)
;)
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: cekk500 on 31 Ottobre 2012, 11:31:22
Cekk, mi spiace ma non sono completamente d'accordo con te: all'estero non lo so, ma qui in Italia credo che di Ypsilon, Musa e Delta se ne vedano in giro davvero tante e poi basta  dare un'occhiata alle pubblicità per capire che il messaggio voluto è quello di un marchio chic e non destinato alla massa, quindi è normale non aspettarsi vendite numericamente paragonabili a Fiat o altri marchi per così dire più popolari.

Hai ragione di certi modelli se ne vedono in giro ma è roba già venduta! Non dimentichiamoci che le lancia sono ormai da una trentina di anni fiat ricarrozzate e sul marchio non si è mai investito in un prodotto nuovo ad eccezione di libra e thesis discutibili, ma il problema alla fine è sempre la cattiva gestione.        Fiat rilevo' il marchio pagando "UNA LIRA" potessimo noi appassionati almeno rilevare il marchio non gli stabilimenti per un euro a testa?
Solo per avere il privilegio di utilizzarlo sulla carta intestata, non occorre produrre per mantenerlo!
Inizio a vaneggiare........ lo so  ::)
Ma non credo sia un idea tanto utopica, basta un atto alla camera di commercio e una sede legale......... vabbe
svegliaaaaaaaaaaaaa che è meglio  ::)
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: valetri75 on 31 Ottobre 2012, 11:39:59
Non dimentichiamoci che le lancia sono ormai da una trentina di anni fiat ricarrozzate e sul marchio non si è mai investito in un prodotto nuovo ad eccezione di libra e thesis discutibili, ma il problema alla fine è sempre la cattiva gestione.

Purtroppo hai pienamente ragione :(
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: 75 1.6 carburatori on 31 Ottobre 2012, 11:51:45
Hai ragione di certi modelli se ne vedono in giro ma è roba già venduta! Non dimentichiamoci che le lancia sono ormai da una trentina di anni fiat ricarrozzate e sul marchio non si è mai investito in un prodotto nuovo ad eccezione di libra e thesis discutibili, ma il problema alla fine è sempre la cattiva gestione.        Fiat rilevo' il marchio pagando "UNA LIRA" potessimo noi appassionati almeno rilevare il marchio non gli stabilimenti per un euro a testa?
Solo per avere il privilegio di utilizzarlo sulla carta intestata, non occorre produrre per mantenerlo!
Inizio a vaneggiare........ lo so  ::)
Ma non credo sia un idea tanto utopica, basta un atto alla camera di commercio e una sede legale......... vabbe
svegliaaaaaaaaaaaaa che è meglio  ::)

Quotone!!! ;)
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: Jagitalia on 31 Ottobre 2012, 12:07:37
io non concordo: a me Marchionne piace, e vorrei ricordare che ha salvato capra e cavoli, ha comprato una casa automobilistica di pari grandezza e che adesso è la salvezza della compratrice, e purtroppo non è riuscito a comprare la terza casa (opel) che avrebbe fatto superare la grandezza critica per restare relativamente tranquilli.

Lancia è stata distrutta decenni fa, lui non fa altro che prendere atto della situazione. E dovendo investire, non avendo portafoglio infinito, scegli marchi più noti sui mercati che adesso comprano. Non capisco cosa ci sia di male ADESSO. La questione di cuore, ricordi, storia ecc, se n'era già andata a farsi benedire molto tempo fa, e comunque riguarda gli appassionati, non certo un'azienda internazionale che è li per fare un altro mestiere...
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: 75 1.6 carburatori on 31 Ottobre 2012, 13:33:33
io non concordo: a me Marchionne piace, e vorrei ricordare che ha salvato capra e cavoli, ha comprato una casa automobilistica di pari grandezza e che adesso è la salvezza della compratrice, e purtroppo non è riuscito a comprare la terza casa (opel) che avrebbe fatto superare la grandezza critica per restare relativamente tranquilli.

Lancia è stata distrutta decenni fa, lui non fa altro che prendere atto della situazione. E dovendo investire, non avendo portafoglio infinito, scegli marchi più noti sui mercati che adesso comprano. Non capisco cosa ci sia di male ADESSO. La questione di cuore, ricordi, storia ecc, se n'era già andata a farsi benedire molto tempo fa, e comunque riguarda gli appassionati, non certo un'azienda internazionale che è li per fare un altro mestiere...

Jag condivido in più punti la tua visione "aziendale" della situazione, ma comunque resta il fatto che un marchio come LANCIA nn dovrebbe sparire ma bisognerebbe salvarlo cercando di produrre veicoli più competitivi.... idem comparato per Alfa ... inglobare altri marchi non serve se non per il solo fine Affaristico...cosa pensi succederebbe se in inghilterra la Jaguar venisse cancellata perchè negli ultimi ventenni il marchio non riusciva più ad essere ai livelli di una volta?...io penso i brittannici farebbero un bel casino. una volta anche chi costruiva auto cercava di prevalere sul mercato tramite la qualità ed originalità ora invece e tutto uguale!!
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: galimba on 31 Ottobre 2012, 13:52:09
VW ha comprato e rilanciato Skoda, ad esempio, Fiat sta facendo morire i suoi marchi ricchi di storia;
poi VW non sa più come produrre le sue auto ( in buona parte grazie ai mercati dell'est), Fiat continua a perdere quote di mercato...
mah
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: cekk500 on 31 Ottobre 2012, 13:58:13
io non concordo: a me Marchionne piace, e vorrei ricordare che ha salvato capra e cavoli, ha comprato una casa automobilistica di pari grandezza e che adesso è la salvezza della compratrice, e purtroppo non è riuscito a comprare la terza casa (opel) che avrebbe fatto superare la grandezza critica per restare relativamente tranquilli.

Lancia è stata distrutta decenni fa, lui non fa altro che prendere atto della situazione. E dovendo investire, non avendo portafoglio infinito, scegli marchi più noti sui mercati che adesso comprano. Non capisco cosa ci sia di male ADESSO. La questione di cuore, ricordi, storia ecc, se n'era già andata a farsi benedire molto tempo fa, e comunque riguarda gli appassionati, non certo un'azienda internazionale che è li per fare un altro mestiere...

Sull'apetto aziendale e di marketing molte osservazioni sono giuste per carità, capisco bene che con la passione e il cuore le aziende non capitalizzano e che i problemi lancia siano un eredità del passato. Vero anche che sugli accordi presi tra marchionne barack..... non se ne sà nulla e che il salvataggio della crysler comporta un prezzo da pagare e non sappiamo ancora quale. Qui non si parla d'altro e proprio poco fa parlando a telefono con un amico molto molto vicino al mondo fiat, ha confermato che l'engeenerin e la progettazzione sono fermi da mesi e che da fonti autorevoli è certo che tutto il gruppo a sto punto crysler-fiat, poco a poco lascerà il panorama automobilistico. Ormai è chiaro che si fa cassa o finaza, come si voglia per raschiare quel che rimane perchè anche se un buon amministratore, questo signore di automobili non capisce un emerito....! Ovviamente lo spunto della discussione era finalizzato alla rottamazione di un marchio che ha fatto storia ma non è detto che non avrebbe potuto continuare a farla ma occorrono le persone capaci e con una visione piu' ampia dei fenomeni. Quando sento che certe auto sono scadenti per colpa dell'operaio che lavora in linea, sinceramente non lo accetto. Poi restano da porsi altri quesiti, il mancato accordo GM, il fallimento del progetto psa e la chiusura di tanti stabilimenti minori del gruppo, vedi iribus ed altri.
Probabilmente alla opel come ad altri colossi qualcosa non quadrava, mentre crysler era alla bancarotta altrimenti le cose sarebbero andate in modo diverso. Non è una novità qui a torino che l'unico ad avere a cuore il progetto automobile era l'avvocato, dopo di lui la famiglia aveva già un disegno preciso. Marchionne fa il lavoro sporco alla fine
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: Hermes77 on 31 Ottobre 2012, 14:02:42
Se la vendessero a 1 euro a un finanziatore straniero, cinese, romulano, del pianeta Mongo farebbe un favore. I soldi hanno un padrone, la storia è di tutti!
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: Mr_V on 31 Ottobre 2012, 14:07:23
Sull'apetto aziendale e di marketing molte osservazioni sono giuste per carità, capisco bene che con la passione e il cuore le aziende non capitalizzano e che i problemi lancia siano un eredità del passato. Vero anche che sugli accordi presi tra marchionne barack..... non se ne sà nulla e che il salvataggio della crysler comporta un prezzo da pagare e non sappiamo ancora quale. Qui non si parla d'altro e proprio poco fa parlando a telefono con un amico molto molto vicino al mondo fiat, ha confermato che l'engeenerin e la progettazzione sono fermi da mesi e che da fonti autorevoli è certo che tutto il gruppo a sto punto crysler-fiat, poco a poco lascerà il panorama automobilistico. Ormai è chiaro che si fa cassa o finaza, come si voglia per raschiare quel che rimane perchè anche se un buon amministratore, questo signore di automobili non capisce un emerito....! Ovviamente lo spunto della discussione era finalizzato alla rottamazione di un marchio che ha fatto storia ma non è detto che non avrebbe potuto continuare a farla ma occorrono le persone capaci e con una visione piu' ampia dei fenomeni. Quando sento che certe auto sono scadenti per colpa dell'operaio che lavora in linea, sinceramente non lo accetto. Poi restano da porsi altri quesiti, il mancato accordo GM, il fallimento del progetto psa e la chiusura di tanti stabilimenti minori del gruppo, vedi iribus ed altri.
Probabilmente alla opel come ad altri colossi qualcosa non quadrava, mentre crysler era alla bancarotta altrimenti le cose sarebbero andate in modo diverso. Non è una novità qui a torino che l'unico ad avere a cuore il progetto automobile era l'avvocato, dopo di lui la famiglia aveva già un disegno preciso. Marchionne fa il lavoro sporco alla fine

E quali potrebbero essere, secondo i più informati, gli sviluppi? Ovvero su quali progetti/strade potrebbe puntare Il gruppo Chrysler-Fiat?
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: cekk500 on 31 Ottobre 2012, 14:10:38
Se la vendessero a 1 euro a un finanziatore straniero, cinese, romulano, del pianeta Mongo farebbe un favore. I soldi hanno un padrone, la storia è di tutti!

Sono certo che un qualunque imprenditore di una qualunque nazionalità o galassia non butterebbe tutto alle ortiche.

Provate a immaginare se dovessero rottamare il marchio ferrari, non dimentichiamo che con lamborghini ci è mancato poco ma con de tomaso ci sono riusciti ........ colpa degli operaiacci di grugliasco, non facevano bene le macchine!!!!!


E quali potrebbero essere, secondo i più informati, gli sviluppi? Ovvero su quali progetti/strade potrebbe puntare Il gruppo Chrysler-Fiat?


Ovviamente salvare chi ci ha messo i soldi e le promesse al presidente usa si mantengono!
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: nigel68 on 31 Ottobre 2012, 14:23:18
Sfortunatamente secondo me la Lancia all'estero è "affondata" commercialmente negli anni 80. Mentre le Delta vincevano nei rally e nei cuori degli automobilisti italiani (la mia prima auto, una Delta LX non la scorderò mai), arrugginivano sui piazzali dei concessionari di tutta Europa, Gran Bretagna in testa. Dovettero ritirare la marca dal mercato sia per problemi di corrosione che di affidabilità. Alla fine passavano per essere già all'epoca delle Fiat "rimarchiate" e più costose, ma senza una qualità tale da giustificare la differenza di prezzo.

Purtroppo la stessa operazione l'ha fatta la Volkswagen con l'Audi ma con altri risultati... Non che io apprezzi la marca dei 4 anelli però è fuori discussione che in quanto a qualità (percepita più che reale) e prestazioni la sostanza ci sia...Attualmente Marchionne risponde al suo datore di lavoro che sono gli eredi della famiglia. A John Elkann e agli azionisti credo importi lo stacco della cedola o il dividendo a fine esercizio, e in questo l'uomo del maglione alla fine è stato il migliore degli ultimi 30 anni.
Mi spiace per la memoria del sig. Vincenzo e mi fa ulteriore rabbia (o derisione, dipende) sapere che la Ford ha deciso di offrire agli appassionati americani addirittura la riproduzione ufficiale di una scocca del 39-40 per farne degli hot-rod, un'altra testimonianza del fatto che questo paese è (da sempre) del tutto miope verso i propri appassionati di auto...(O/T vedasi i prezzi dei ricambi d'epoca quasi mai riprodotti in serie ma solo a prezzi da furto. End O/T.)

@Cekk, sai che ho avuto anch'io tempo fa quella indiscrezione? Nei piani della famiglia, il settore auto è stato scorporato appositamente dalla "Industrial", risanato e reso appetibile per una rivendita. La crisi ci ha messo del suo a dilatare i tempi, ma credo che il destino sia quello. Probabilmente arriverà qualcuno col grano "vero" tipo Ratan Tata o un cinese e si porterà a casa tutto il pacchetto Fiat-Chrysler con una gamma adatta a mercati "vivi". Forte in USA grazie alla tradizione Jeep + Chrysler e forte in Brasile, pronto a sbarcare in Cina grazie ad una nuova rete commerciale. Che volere di più?  :(
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: 5turbo on 31 Ottobre 2012, 14:33:33
Sono certo che un qualunque imprenditore di una qualunque nazionalità o galassia non butterebbe tutto alle ortiche.

Provate a immaginare se dovessero rottamare il marchio ferrari, non dimentichiamo che con lamborghini ci è mancato poco ma con de tomaso ci sono riusciti ........ colpa degli operaiacci di grugliasco, non facevano bene le macchine!!!!!



Ovviamente salvare chi ci ha messo i soldi e le promesse al presidente usa si mantengono!
;)
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: cekk500 on 31 Ottobre 2012, 14:49:44


@Cekk, sai che ho avuto anch'io tempo fa quella indiscrezione? Nei piani della famiglia, il settore auto è stato scorporato appositamente dalla "Industrial", risanato e reso appetibile per una rivendita. La crisi ci ha messo del suo a dilatare i tempi, ma credo che il destino sia quello. Probabilmente arriverà qualcuno col grano "vero" tipo Ratan Tata o un cinese e si porterà a casa tutto il pacchetto Fiat-Chrysler con una gamma adatta a mercati "vivi". Forte in USA grazie alla tradizione Jeep + Chrysler e forte in Brasile, pronto a sbarcare in Cina grazie ad una nuova rete commerciale. Che volere di più?  :(

Riconosco che sarei un pessimo imprenditore, infatti lavoro per gli altri ma vivo come noi tutti il mondo dell'auto stando dalla parte del volante ma con un occhio al retrovisore che non guasta! La notizia di oggi la trovo irritante non solo per un irriverenza alla storia, anche se con la storia non si mangia! Trovo scostante l'atteggiamento di dire e non dire, cambiare le carte in tavola in corso d'opera e pretendere di esser l'ago della bilancia di un economia tutta italiota che non funziona piu' come un tempo, credo si sia capito a cosa alludo. Riguardo i piani industriali si sà in parte qualcosa da fonti autorevoli ed alcune le conosco. Inutile ribadire che l'operazione usa fatta nel 2009 è una tecnica già collaudata per altre aqquisizioni, con la differenza che gli americani non li freghi. In patica hanno"rilevato" crysler con i soldi della crysler, non è difficile capirlo ma il prezzo da pagare è stato stabilito a priori e sarà alto per la nostra economia. A detroit si produce, si innova e sopratutto non si licenzia nessuno ed il famoso accordo col piano per l'italia la dice lunga, basta leggere quanto scritto all'ora. Sui problemi tecnici dell'epoca, delle lancia marce e lo sputtanamento all'estero non torno, purtroppo è accaduto come l'uscita del gruppo dal mercato usa negli anni 90 e tante altre scelte che di alta imprenditoria non avevano nulla. Quando ripercorro la storia della ww ed osservo gli ultimi 30/40 anni mi rendo davvero conto di quanti treni si son persi e di quante buone occasioni son state mandate alle ortiche in casa nostra. Credo che sia proprio come dare perle ai porci e non oso immaginare cosa avrebbero fatto altri gruppi se avessero avuto per le mani certi nomi. Ricordo che anche seat era del gruppo e fino alla fine produceva ciofeche.......... guarda oggi cos'è diventata seat! Purtroppo anche sforzandomi non riuscirei ad essere un buon imprenditore mi dispiace!
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: Jagitalia on 31 Ottobre 2012, 14:59:21
Jag condivido in più punti la tua visione "aziendale" della situazione, ma comunque resta il fatto che un marchio come LANCIA nn dovrebbe sparire ma bisognerebbe salvarlo cercando di produrre veicoli più competitivi.... idem comparato per Alfa ... inglobare altri marchi non serve se non per il solo fine Affaristico...cosa pensi succederebbe se in inghilterra la Jaguar venisse cancellata perchè negli ultimi ventenni il marchio non riusciva più ad essere ai livelli di una volta?...io penso i brittannici farebbero un bel casino. una volta anche chi costruiva auto cercava di prevalere sul mercato tramite la qualità ed originalità ora invece e tutto uguale!!

anche io sono molto dispiaciuto, tra l'altro io ho sempre considerato lancia la jaguar italiana.. e poi immancabilmente quando vediamo le lancia del passato, ciascuno di noi si guarda sospira e dice "pensa cosa facevamo una volta", ma il punto è proprio qui... "una volta" e non è certo colpa di Marchionne; ai tempi nostri e con i soldi che ci ritroviamo hai voglia a rilanciare un marchio...

il tuo esempio sull'inghilterra è azzeccato, ma anche qui io la penso diversamente; ad esempio, quello che dici è successo con MG: guarda che brutta fine ha fatto... i cinesi hanno prodotto quella specie di segmento b... però l'inghilterra è uno dei paesi in europa che produce più automobili, cioè hanno fatto proprio quello che dici: se ne sono fregati - pur con i mal di pancia - della storia e hanno puntato all'industria... anche io di indole sono romantico, ma allo stesso tempo so che non posso delegare il romanticismo agli industriali..
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: cekk500 on 31 Ottobre 2012, 15:02:28
anche io sono molto dispiaciuto, tra l'altro io ho sempre considerato lancia la jaguar italiana.. e poi immancabilmente quando vediamo le lancia del passato, ciascuno di noi si guarda sospira e dice "pensa cosa facevamo una volta", ma il punto è proprio qui... "una volta" e non è certo colpa di Marchionne; ai tempi nostri e con i soldi che ci ritroviamo hai voglia a rilanciare un marchio...

il tuo esempio sull'inghilterra è azzeccato, ma anche qui io la penso diversamente; ad esempio, quello che dici è successo con MG: guarda che brutta fine ha fatto... i cinesi hanno prodotto quella specie di segmento b... però l'inghilterra è uno dei paesi in europa che produce più automobili, cioè hanno fatto proprio quello che dici: se ne sono fregati - pur con i mal di pancia - della storia e hanno puntato all'industria... anche io di indole sono romantico, ma allo stesso tempo so che non posso delegare il romanticismo agli industriali..


Ecco, è qui che ti volevo........  ;)
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: Jagitalia on 31 Ottobre 2012, 15:03:46
Sull'apetto aziendale e di marketing molte osservazioni sono giuste per carità, capisco bene che con la passione e il cuore le aziende non capitalizzano e che i problemi lancia siano un eredità del passato.

pensa che su questo invece sarei più d'accordo con te, nel senso: vero sono aziende, ma sono pur sempre aziende di un prodotto maturo, un mercato saturo, e di un settore dove ormai la parte "passionale" conta per il 99% delle scelte (ricordiamo che molti non sanno quali sono le ruote a cui attaccare le catene da neve), quindi in realtà l'industria farebbe bene (e lo fa) a sfruttare quella componente...

il mio pensiero su lancia deriva dal fatto che ormai è troppo tardi, a meno che ne fai un atelier tipo pagani, ma non mi sembra questo il caso..
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: Jagitalia on 31 Ottobre 2012, 15:07:23
PS: forse si è capito quanto abbia apprezzato l'Avvocato, però se aveva un difetto, era appunto quello di non interessarsi del prodotto.. vero che voleva tenere il core ;D sull'auto, ma mi sa che poi era più distratto dalla politica internazionale, fra ambasciate e feste romane, perchè altrimenti non avrebbe deliberato la metà delle macchine che hanno fatto... certo, è un po' fare la storia col senno di poi o fare dietrologia, ma insomma non metterei l'Avvocato fra i garanti del bel fare automobili..
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: cekk500 on 31 Ottobre 2012, 15:12:03
Ricordo che anche la mini era un prodotto vecchio....... ma non posso esimermi dal genoflettermi di fronte alle scelte e l'innovazione fatta da bmw, non occorre un atelier alla Pagani ma longimiranza se poi è condita dalla professionalità giusta e si da voce a chi lavora, i risultati non possono che essere eccellenti. Oltre ai marchii le opportunità e le capacità, sono scappati i migliori designer e i cervelli piu' raffinati. Per non fare nomi, qualunque cosa porti il marchio giugiaro va alla grande, alla fiat gli facevano disegnare i frontali o i treni.............. mi fermo con l'ot.
Riguardo all'avvocato si sà che ultimamente era interessato alle banche!
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: docmobile on 31 Ottobre 2012, 15:14:48
Mi permetto di fare una piccola riflessione personale
Pronunciando il nome Lancia ,la mia mente viaggia inesorabilmente verso modelli fuori produzione da anni...penso all'Aurelia,alla Fulvia,alla Beta...ecc..persiano alla Delta e alla Thema degli anni 80..
Sinceramente non esiste un prodotto dell'attuale produzione Lancia che lascerà un vuoto nel mio cuore.
Y,Musa,Delta...sono utilitarie che si possono tranquillamente rimpiazzare con altre decine di auto simili...per non parlare poi della Thema ,che per quanto comoda e lussuosa ,non è ...non sarà mai l'erede della Thema "vera".
Sono affranto da questa decisione....ma concordo con chi afferma che la Lancia non esiste più da  circa vent'anni! :'(
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: pugnali53 on 31 Ottobre 2012, 16:56:23
Che la lancia sia morta da quando è passata alla gestione fiat è fuori discussione, tranne che per il periodo di eccellenza della delta curata dalla abarth nel settore corse ma non supportato dalla qualità del prodotto nella produzione di serie almeno all'inizio, dalla 16 valvole e con l'evoluzione dopo anche la produzione di serie ne hà beneficiato.
Il punto è che a mio parere se non si da spazio ai nuovi modelli proposti dal centro ricerche e design non si può pretendere di vendere auto sul mercato che a dispetto di tutto a mio parere il motivo di un'aquisto si continua a farlo con il cuore e non con la testa, se un prodotto crea emozione avrà una possibilità sicuramente superiore a un'altro magari ben fatto ma anonimo.
Proprio di questo alla fiera di padova si parlava con zagato e maurizio della sua jena di cui come molti di voi sapranno ne possiede un'esemplare dei 24, se ben ricordo, costruiti che era stata proposta alla fiat-lancia per la produzione almeno in piccola serie ma scartata da Cantarella che la preferì con la k coupè che come tutti sanno fù un flop come molte scelte fatte dalla dirigenza.
Si parlava della grande somiglianza della jena all' audi TT di cui ne sono state fabbricate migliaia senza contare della netta superiorità del prodotto italiano che ricordo costruito su base delta integrale con la stessa motorizzazione upgradata a 270 cv, se ben ricordo, con un peso di poco superiore ai 1100 kg avrebbe preceduto sul tempo la commercializzazione del prodotto tedesco, per non parlare della nuova fulvia coupè e della nuova lancia stratos prodotti che la lancia avrebbe potuto benissimo fare e senza grossi investimenti visto che almeno i motori già erano disponibili in fiat e ferrari.
Tutto questo a supporto di modelli magari più commerciali tipo una vera erede della thema che indiscutibilmente fù un successo e competitiva con i concorrenti del tempo non con lo schifo della crysler 300 camuffata da lancia, questo non può che confermare che se la lancia si trova senza modelli e senza lavoro è esclusivamente colpa della dirigenza che non sà fare il proprio lavoro altro che balle.
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: 75 1.6 carburatori on 31 Ottobre 2012, 22:24:36
anche io sono molto dispiaciuto, tra l'altro io ho sempre considerato lancia la jaguar italiana.. e poi immancabilmente quando vediamo le lancia del passato, ciascuno di noi si guarda sospira e dice "pensa cosa facevamo una volta", ma il punto è proprio qui... "una volta" e non è certo colpa di Marchionne; ai tempi nostri e con i soldi che ci ritroviamo hai voglia a rilanciare un marchio...

il tuo esempio sull'inghilterra è azzeccato, ma anche qui io la penso diversamente; ad esempio, quello che dici è successo con MG: guarda che brutta fine ha fatto... i cinesi hanno prodotto quella specie di segmento b... però l'inghilterra è uno dei paesi in europa che produce più automobili, cioè hanno fatto proprio quello che dici: se ne sono fregati - pur con i mal di pancia - della storia e hanno puntato all'industria... anche io di indole sono romantico, ma allo stesso tempo so che non posso delegare il romanticismo agli industriali..

non posso che quotarti sopratutto per le righe finali... fatto sta che la FIAT ha distrutto la bellezza delle auto italiane tramite una politica di monopolio e quindi relativa mancanza di concorrenza... e adesso ne cancellerà una parte consistente di storia!! :(
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: sciroccots on 01 Novembre 2012, 00:02:31
I vostri discorsi mi riempiono il cuore di tristezza ....
Non sono molto vecchio ma il nome lancia per chi come me ha avuto la fortuna di vivere da ragazzo é sinonimo di rally .... Pensare che tutta la storia di questo marchio sarà cancellato come neve al sole é triste ...... Pensare che con tutti i soldi che li stato italiano ha dato a fiat per questa o quella crisi, mi fa ancora più rabbia..

Vivo a torino e ci sono nato .... Da piccolo sentivo parlare della loro fabbrica come un luogo dove si faticava, ma dove molte persone erano fiere del loro lavoro ....

Mio nonno era un " baracchino fiat " partiva da lontano in coriera per lavorare ... Fiero anzi orgoglioso di potersi penetrare un'auto come la Fulvia ....
Non la usava mai .... Ma non lo mai vista sporca ....

Forse sarebbe meglio per tutti noi italiani che la FABBRICA ITALIANA AUTO TORINO prendesse definitivamente la decisione definitiva .....

Sarè la boita e Andê a pieslu an tel c....

Ho sempre avuto fiat .... Uno ... Punto ... Coupè ... Ma non riconosco più questo abominio di struttura creata per spremere soldi e sogni agli italiani ....
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: adriano 2 on 01 Novembre 2012, 16:12:32
-----Concordo con tutti gli interventi, e preciso che purtroppo la classe manageriale del 21mo secolo, ragiona solo considerando i numeri contabili e non tenendo conto che continuare a mantenere in produzione vetture con certi marchi,potrebbe anche continuare a costituire elemento di prestigio nel settore.Marchi come Alfa e Lancia(e non solo) hanno consentito all'industria automobilistica italiana di vantare notevole prestigio anche oltre oceano.Contesto il fatto che si dica che il signore canadese sia stato chiamato dalla famiglia Agnelli,in effetti mi risulta che egli sia stato chiamato dagli eredi della famiglia Agnelli si, ma con passaporto americano.Il che è molto diverso.
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: deltahf84 on 01 Novembre 2012, 17:55:21
No comment...
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: pugnali53 on 01 Novembre 2012, 18:13:14
Escludere la LANCIA come marchio storico premium e un abominio.... La LANCIA era un marchio conosciuto in tutto il mondo per eleganza e sportività (vedasi campionati Rally stravinti da Delta e Stratos per restare nel recente) e lo dico da Alfista..... La colpa dell' anonimato in cui versa il marchio è esclusivamente per colpa della FIAT e della sua politica scadente, marchionni sei un emerito ignorante :( :( :( :(....


Per la cronaca sulle 2 lancia 037 e 2 s4 ufficiali abarth di un amico e un conoscente il primo proprietario sul libretto di circolazione ci stà scritto fiat auto spa nessun acenno al marchio lancia se non per i dati del modello.
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: svevo on 01 Novembre 2012, 18:37:50
Secondo il mio parere,il problema Lancia è stato causato da chi le ha disegnate dopo la Thema e la Delta.Se fate un analisi percorrendo le auto prodotte dopo quelle 2 sopracitate;non c'è ne una che sia degna di nota,basti pensare alla Delta 2" serie,fù soprannominata Lanciasud,la Dedra,la Libra,prive di personalità,per non parlare delle ammiraglie,non mi sbatto neanche a nominarle.Ma la cosa più triste è il disegnatore che ha realizzato le utilitarie,con quella fissazione tipo PT Cruiser,quella fisima del retrò del cazzo,che hanno stufato ancor prima di uscire.Insomma credo che non abbiano curato veramente l'immagine bellissima di questa grande casa automobilistica.
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: 75 1.6 carburatori on 01 Novembre 2012, 20:03:39
Secondo il mio parere,il problema Lancia è stato causato da chi le ha disegnate dopo la Thema e la Delta.Se fate un analisi percorrendo le auto prodotte dopo quelle 2 sopracitate;non c'è ne una che sia degna di nota,basti pensare alla Delta 2" serie,fù soprannominata Lanciasud,la Dedra,la Libra,prive di personalità,per non parlare delle ammiraglie,non mi sbatto neanche a nominarle.Ma la cosa più triste è il disegnatore che ha realizzato le utilitarie,con quella fissazione tipo PT Cruiser,quella fisima del retrò del c***o,che hanno stufato ancor prima di uscire.Insomma credo che non abbiano curato veramente l'immagine bellissima di questa grande casa automobilistica.
ti quoto in pieno!!!
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: il Manta on 01 Novembre 2012, 20:44:27
...e incredibilmente danno il ruolo di anti-BMW-Audi alla Cadillac!!!

Non potevano darlo alla Lancia??? Mah...
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: KekkoGTI16v on 01 Novembre 2012, 22:25:02
Secondo il mio parere,il problema Lancia è stato causato da chi le ha disegnate dopo la Thema e la Delta.Se fate un analisi percorrendo le auto prodotte dopo quelle 2 sopracitate;non c'è ne una che sia degna di nota,basti pensare alla Delta 2" serie,fù soprannominata Lanciasud,la Dedra,la Libra,prive di personalità,per non parlare delle ammiraglie,non mi sbatto neanche a nominarle.Ma la cosa più triste è il disegnatore che ha realizzato le utilitarie,con quella fissazione tipo PT Cruiser,quella fisima del retrò del c***o,che hanno stufato ancor prima di uscire.Insomma credo che non abbiano curato veramente l'immagine bellissima di questa grande casa automobilistica.
la ypsilon precedente a quella tutt'ora in produzione ha il suo perche' invece... domani posto le foto di quella di mia sorella bimmerizzata come si deve e mi darete ragione...
 ::) ::) ::)
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: acton1951 on 02 Novembre 2012, 08:23:12
Secondo il mio parere,il problema Lancia è stato causato da chi le ha disegnate dopo la Thema e la Delta.Se fate un analisi percorrendo le auto prodotte dopo quelle 2 sopracitate;non c'è ne una che sia degna di nota,basti pensare alla Delta 2" serie,fù soprannominata Lanciasud,la Dedra,la Libra,prive di personalità,per non parlare delle ammiraglie,non mi sbatto neanche a nominarle.Ma la cosa più triste è il disegnatore che ha realizzato le utilitarie,con quella fissazione tipo PT Cruiser,quella fisima del retrò del c***o,che hanno stufato ancor prima di uscire.Insomma credo che non abbiano curato veramente l'immagine bellissima di questa grande casa automobilistica.

Concordo fino ad un certo punto con te.

Non dimentichiamo che avevano studiato e "presentato (Torino - Palazzo Arsenale - 27.09.2003) il nuovo progetto della Fulvia. Il modello è stato apprezzato da stampa ed esperti del settore. Personalmente, l'ho vista da vicino e mi era piaciuta molto. La scelta di non produrla è stata
prettamente "industriale", cioè con l'occhio rivolto solo al portafogli e poco all'eventuale mercato.




 
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: Jagitalia on 02 Novembre 2012, 09:08:29
mi ricordo quella fulvia, ero pronto all'acquisto. Avrebbero potuto fare come fanno tutti, cioè farci sopra tre o quattro modelli... se la sola fulvia non stava in piedi, magari la barchetta II e la duetto reborn aiutavano i volumi... certo erano tempi in cui si avvicinava il fallimento (e chi si lamenta di marchionne pensi al cantarella ::) ) però insomma, se la Mx5 è diventata un mito, forse qualcosa si può fare in quel segmento..
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: svevo on 02 Novembre 2012, 14:53:08
Concordo fino ad un certo punto con te.

Non dimentichiamo che avevano studiato e "presentato (Torino - Palazzo Arsenale - 27.09.2003) il nuovo progetto della Fulvia. Il modello è stato apprezzato da stampa ed esperti del settore. Personalmente, l'ho vista da vicino e mi era piaciuta molto. La scelta di non produrla è stata
prettamente "industriale", cioè con l'occhio rivolto solo al portafogli e poco all'eventuale mercato.

Non pretendo di aver ragione,per carità,ma quello che scrivi è vero.C'è solo una piccolissima cosa;non l'hanno mai prodotta..............Quindi?Non c'è mai stata e ripeto dalla Thema e Delta in poi una vettura che quando la vedi in giro a tutt'oggi ti fermi ad osservarla.Ma vi dirò di più,penso che Fiat abbia voluto fermamente non risollevare le sorti di Lancia,per non farsi concorrenza in casa,sarà anche grave quello che dico,ma è veramente quello che penso.Vogliamo ricordare la Stratos? ;) ::)


 
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: acton1951 on 02 Novembre 2012, 17:45:48

Non pretendo di aver ragione,per carità,ma quello che scrivi è vero.C'è solo una piccolissima cosa;non l'hanno mai prodotta..............Quindi?Non c'è mai stata e ripeto dalla Thema e Delta in poi una vettura che quando la vedi in giro a tutt'oggi ti fermi ad osservarla.Ma vi dirò di più,penso che Fiat abbia voluto fermamente non risollevare le sorti di Lancia,per non farsi concorrenza in casa,sarà anche grave quello che dico,ma è veramente quello che penso.Vogliamo ricordare la Stratos? ;) ::)


E' proprio questo il punto: la dirigenza FIAT non ha valutato (o non ha voluto valutare) gli sviluppi che poteva dare ai progetti dei 3 marchi.
Alla FIAT dovevano continuare a sviluppare e produrre auto medio-piccole per il grande pubblico (e non c'era concorrenza giapponese o francese che tenesse), Lancia le berline di lusso (a livello ed anche meglio di Mercedes, Audi, etc.) ed Alfa le sportive.

Ti dirò, comunque, che a me l'ultima Flavia non dispiace per niente. L'unico particolare che cambierei è quell'orribile scudo anteriore di discendenza Chrysler. Ma il lato "B" è bellissimo.



Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: svevo on 02 Novembre 2012, 19:10:22
Sono d'accordo con te
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: alfatarlo on 03 Novembre 2012, 15:35:57


Lancia è stata distrutta decenni fa, lui non fa altro che prendere atto della situazione. E dovendo investire, non avendo portafoglio infinito, scegli marchi più noti sui mercati che adesso comprano. Non capisco cosa ci sia di male ADESSO. La questione di cuore, ricordi, storia ecc, se n'era già andata a farsi benedire molto tempo fa, e comunque riguarda gli appassionati, non certo un'azienda internazionale che è li per fare un altro mestiere...

A parte le vicende sulla produzione fiat italiana, gestite in maniera vergognosa, penso che lo sbaglio di M. sia quello di non capire che ha l'oro in casa costituito da tutta la tradizione Alfa e Lancia (e anche Innocenti).
Chi rinnega il proprio passato, non ha futuro. Se non hai ben presente da dove vieni, non puoi sapere dove stai andando. E Porsche, VW, Audi, lo sanno bene.
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: Jagitalia on 03 Novembre 2012, 17:04:41
ma secondo me è questo il punto: fiat ha l'oro in casa, ma per venderlo deve fonderlo e trasformarlo in gioielli. E non ci sono i soldi per fonderlo tutto. Tanta ricchezza potenziale, ma poca reale.

VW purtroppo non fa testo: sono pieni di soldi come un uovo, e non san più dove metterli. Fiat ha sbagliato negli anni 80 IMHO, quando la VW italiana e non ha capitalizzato... poi oddio, le cose sono fatte di corsi e ricorsi, chissà il futuro cosa ci consegnerà  (stanno messi peggio i francesi, ad esempio, ma piuttosto che vendere o fallire escono dall'europa)
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: litlegio on 03 Novembre 2012, 17:45:03
tutto giusto ma........non tenete conto delle politiche italiane che vedono l'auto come una mucca da spremere e' basta
tasse e' balzelli vari sopratasse sulle auto sopra i 2000 cc ve le ricordate?? ??? ::) il declino e' incominciato molto prima dell'era marchionne, la fiat si limitava a modelli piccola cilindrata (poco guadagno) grandi quantitativi...... ::) ::)
lancia scusatemi costruiva auto x cummenda non x poveracci. anche le utilitarie che seguirono non erano proprio economiche
ora se la dirigenza fiat vista nell'ottica italiana non si sia impegnata nella progettazione medio-alta del prodotto lancia e' dovuto in parte hai scarsi guadagni previsti (sbagliato o giusto che sia)
ultima considerazione l'alfa romeo vanto della nazione svenduta a fiat sempre nell'ottica che il privato fa' meglio!!
tipico esempio di cazzata galattica!! in italia le privatizzazioni non hanno mai funzionato al contrario quando erano statali funzionavano e' producevano pensate UTILI incredibile  :o :o parlo anche della produzione alluminio ecc ecc
la fiat come si' e' gia' detto nei anni a "mollato" il ramo auto visto come non + redditizio e' anche nel ramo mezzi pesanti sta' riducendo i costi producendo mezzi talmente scadenti che non riescono a uscirne vivi neanche in "garanzia"
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: svevo on 03 Novembre 2012, 22:07:16
A parte le vicende sulla produzione fiat italiana, gestite in maniera vergognosa, penso che lo sbaglio di M. sia quello di non capire che ha l'oro in casa costituito da tutta la tradizione Alfa e Lancia (e anche Innocenti).
Chi rinnega il proprio passato, non ha futuro. Se non hai ben presente da dove vieni, non puoi sapere dove stai andando. E Porsche, VW, Audi, lo sanno bene.
Non è che approvo quello che scrivi!.......Di più,sono proprio del tuo stesso parere,anzi i tedeschi non avendo una storia,una tradizione,un passato come abbiamo avuto noi,farebbero carte false per accaparrarsi soltanto che un marchio.Faccio un esempio:Quando Lancia correva nei Rally,a quei tempi seguivo molto quello sport,la casa italiana competeva con lo 037,ebbene da fonti certe sò che in casa Audi comprarono e smontarono pezzo per pezzo una 037 per studiarla fino all'osso.Non capivano come fosse possibile che quell'auto andasse così forte.Ma ad esempio le bielle pallinate(trattamento termico)studiato da Lancia,dall'esterno era quasi impossibile capirlo.Questo per far capire che noi in italia abbiamo insegnato a tutto il mondo come si costruiscono motori, scocche,e sospensioni. ;) ;) ;)
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: maury61 on 04 Novembre 2012, 07:08:36
Leggo solo ora l'interessantissima discussione aperta dal buon Cekkone, e sono frastornato, non credevo fosse vero quanto avevo sentito dire.......  >:(
Se noi Italiani perdessimo la Lancia, sarebbe come per Roma radere al suolo il Colosseo, per Verona distruggere l'arena, per Torino tirar giù la Mole Antonelliana.......
Sarebbe come avere la letteratura Italiana senza Dante o Petrarca, come avere la storia dell'arte senza Michelangelo o Caravaggio, come avere la Fisica senza Enrico Fermi o Leonardo da Vinci......
Ma non si può fare qualcosa, che so io, una petizione?
Mettiamo 100 € ciascuno noi appassionati, e siccome siamo più di 100.000, ecco i 10 milioni che occorrono!
E poi ci mettiamo a produrre dei gioiellini come la Stratos con motore Ferrari, la Hyena con Zagato (lui la rifarebbe subito!), e finalmente una nuova Delta degna del nome che porta, la quale sbaraglierà la concorrenza nel mondo dei Rallies!
........  ::) ........
Mi sa che sto galoppando un po' troppo di fantasia!  :)
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: Jagitalia on 04 Novembre 2012, 08:51:07
10 milioni? mi sa che non ci fai nemmeno lo stampo del volante..
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: maury61 on 04 Novembre 2012, 09:32:22
10 milioni? mi sa che non ci fai nemmeno lo stampo del volante..

HAi ragione, ho sottostimato il numero degli appassionati Lancia, che sono almeno un milione, e quindi i milioni di Euro diventano 100, ora credo che si possa iniziare a parlarne!
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: Jagitalia on 04 Novembre 2012, 09:33:21
io una fulvia cabrio grazie ;D


(http://en.lanciaclub.net/graphics/gallery/full/164_fulvia07b.jpg)
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: kolpa on 04 Novembre 2012, 09:41:59
Bella la Fulvia... Peccato che invece la Flavia che hanno realizzato non sia secondo me così azzeccata. Soprattuto il muso, ormai sembrano tutte chrysler...!!! Roba che dovremmo essere noi ad imporre lo stile alle auto americane, ed invece accade il contrario!!! Veramente assurdo!!!
Maury, per la storia dei 100 euro (anche di più) io ci starei molto volentieri...!!!
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: pugnali53 on 04 Novembre 2012, 10:19:11
Io di euro ne tirerei fuori anche molti di più ma vorrei far parte del consiglio di amminiastrazione e comperare la lancia al prezzo che la fiat hà comperato l'alfa proporzionalmente, con la garanzia di poter comperare i motori fiat e ferrari.
Cominciando molto dal basso come numeri di produzione e ovviamente spese di gestione, son sicuro che nel mercato mondiale se si produce qualcosa di bello c'è mercato, ovvio che non potranno essere utilitarie, le economie di scala hanno le loro regole.
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: alfatarlo on 05 Novembre 2012, 01:30:42
Non è che approvo quello che scrivi!.......Di più,sono proprio del tuo stesso parere,anzi i tedeschi non avendo una storia,una tradizione,un passato come abbiamo avuto noi,farebbero carte false per accaparrarsi soltanto che un marchio.Faccio un esempio:Quando Lancia correva nei Rally,a quei tempi seguivo molto quello sport,la casa italiana competeva con lo 037,ebbene da fonti certe sò che in casa Audi comprarono e smontarono pezzo per pezzo una 037 per studiarla fino all'osso.Non capivano come fosse possibile che quell'auto andasse così forte.Ma ad esempio le bielle pallinate(trattamento termico)studiato da Lancia,dall'esterno era quasi impossibile capirlo.Questo per far capire che noi in italia abbiamo insegnato a tutto il mondo come si costruiscono motori, scocche,e sospensioni. ;) ;) ;)

Anche i tedeschi hanno tradizione di alta tecnologia (Ferdinand Porsche ha inventato e brevettato di tutto), come del resto anche i francesi e gli inglesi. Ma bisogna capire che il passato non torna uguale, e non si può vivere sugli allori.
Da parte mia mi accontento di collezionare le auto europee del passato che mi piacciono, se posso. Però per quanto mi riguarda modelli come la Beta berlina, la Delta (quelle normali), la Prisma, la Gamma, la Dedra e poi anche la Thema, la K, sono tutti prodotti Fiat style. Anche nelle Fulvia si vede la differenza tra il preFiat e il postFiat. Il "panno Lancia" già all'ora era un pallido ricordo.
Non spero proprio ritorni una Lancia oggi come quella della 037. Non lo spero perchè ci sarebbe sempre un confronto con un passato troppo lontano: la continuità è stata rotta per sempre già 40 anni fa, e pretendere di chiamare "Flavia" cabrio un carroarmato di quasi 2 tonnellate è pura idiozia. Un po' come quando è rinata la Bugatti, con la EB110: ma che punti in comune possono avere un'auto di oggi con una Bugatti anni '30? La presa d'aria a ferro di cavallo? Ma andiamo...
Il problema di fondo comunque non sono i numeri di vendita (in Brasile Fiat va alla grande, e potrebbero farlo anche mettendo il marchietto Lancia: non sono certo due inserti in legno in più a far passare da modello economy a modello luxury) ma il fatto che in ITalia i costi di produzione sono i più alti al mondo. E quindi nessuno mai fonderebbe una casa automobilistica nuova in Italia. Anzi, chi c'è cerca in tutti i sistemi di scappare. Come dargli torto? M. deve però capire che se il prodotto Fiat (o Alfa  o quello che è) non viene fatto tutto o quasi in Italia, anche il consumatore più nazionalista si riterrà libero di comprare Daewoo, Hyunday, toyota, Nissan. E ovviamente VW. E il cosiddetto "made in Italy" che tanto va di moda, non lo potrà più usare neanche sulle 500 che vende negli states.
Quindi bene attingere alla tradizione, per chi può farlo. Ma solo se la tradizione è viva e ha un senso. E devi pure mantenerla viva questa tradizione.
La VW ha recentemente rispolverato vecchi spot dell'epoca per la golf. La Bmw ha un museo in cui ha raccolto i modelli più significativi, diventato meta di pellegrinaggio, che ogni anno presta le auto per la Mille Miglia e altri eventi (auto curate da meccanici professionisti). Sempre VW ha trovato in sud america un deposito di pezzi di ricambio per audi-VW, pezzi che sono stati ricomprati e portati in Germania a disposizione dei collezionisti. Mercedes e Porsche hanno a catalogo tutto per restaurare le vetture d'epoca, fin dagli inizi (e certi particolari li fanno in Italia, qui vicino a me), venduti a peso d'oro, ma almeno ci sono. Per le Jaguar trovi tutto.
Invece noi in Italia abbiamo il museo Lancia pronto a prendere il volo, quello Alfa in ristrutturazione ormai da anni, niente pezzi di ricambio presso la rete ufficiale per auto che abbiano più di dieci anni dalla data di produzione (non 10 dalla fine produzione, che comunque sarebbe poco, ma proprio dalla data di produzione). E vuoi che io Lancista o Alfista, vada a comprare una Lancia o un'alfa nuova? Sinceramente ammiro moltissimo la nuova Giulietta, ma poi chi mi assicura che fra 10 anni troverò ancora qualche pezzo di ricambio?
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: maury61 on 05 Novembre 2012, 07:03:35
.........
Non spero proprio ritorni una Lancia oggi come quella della 037. Non lo spero perchè ci sarebbe sempre un confronto con un passato troppo lontano: .......


Oh, mamma!
Scusami, ma non mi trovi assolutamente d'accordo con questa tua affermazione!
Se parliamo di successi sportivi della Lancia, non siamo poi così lontani! Tu parli di 037, ma prima di lei c'era una Stratos, e dopo ci sono state la S4, e la mitica Delta....... che ha vinto fino a pochi anni or sono, e queste immagini sono ancora ben impresse nella mente di chiunque abbia un minimo di pasione motoristica!!!
Se producessero, per esempio, quest'auto, io desidererei fortemente di comprarla, se potessi permettemelo!

(http://img69.imageshack.us/img69/1183/lancianewstratos021.jpg) (http://imageshack.us/photo/my-images/69/lancianewstratos021.jpg/)

Ma lo sai dove la stanno provando a costruire??
IN GERMANIA!!! Un certo Michael Stoschek potrebbe venderla intorno ai 300.000 Euro, su base Ferrari 430.
Sarebbe un'auto da sogno !!!!
E la Lancia, producendo anche auto di questo tipo, potrebbe tornare ai vecchi (neanche tanto!) fasti!
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: pugnali53 on 05 Novembre 2012, 10:34:21
Aggiungo che anche una berlina sportiva prodotta dalla lancia, tipo bmw x capirci, ben fatta avrebbe sicuramente un suo mercato anche se inevitabilmente avrà costi superiori dei concorrenti audi, bmw mercedes, jaguar, ovviamente non tralasciando le sportive che hanno fatto la storia del marchio.
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: alfatarlo on 05 Novembre 2012, 15:58:29
Scrivendo immaginavo già le reazioni... ma pensate anche a cosa è una delta stradale 1300 e cosa una 4wd da corsa: due cose assolutamente diverse, simili solo nella linea.
La Stratos stradale era già più vicina, ma quanto inguidabile era? E quante ne hanno fatte e vendute?
Io sto parlando di prodotti industriali, che niente hanno a che vedere con quelli da rally.
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: cekk500 on 06 Novembre 2012, 08:06:44
Certo che snocciolando la questione sono uscite tante belle ed acute riflessioni, in effetti il sogno sarebbe almeno recuperare il marchio e non è poco! Per le produzioni piano piano un modo si trova, certo che sognare non costa nulla  :D
Purtroppo temo che cada nell'oblio a meno che qualche miliardario longimirante appassionato e con spirito di gloria, non voglia passare alla storia mettendo su' una piccola boita dal nome lancia  :D e sarei già entusiasta se accadesse.
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: svevo on 06 Novembre 2012, 08:26:07
Anche i tedeschi hanno tradizione di alta tecnologia (Ferdinand Porsche ha inventato e brevettato di tutto), come del resto anche i francesi e gli inglesi.

 Conosco bene le storie delle case tedesche,mi sono espresso in maniera affrettata,intendevo dire che il gruppo che oggi è il più forte economicamente,parlo di Gruppo Audi-Wv,è assolutamente inferiore come tradizione rispetto alle nostre case automobilistiche.Per il resto quoto quello che scrivi.
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: alfatarlo on 06 Novembre 2012, 12:46:14
Avete presente la parabola dei talenti? Ecco, noi in Italia siamo quelli che avevamo più di tutti e per un motivo o per l'altro, li abbiamo sotterrati. E adesso valgono niente.
Non occorre pensare solo al settore automobilistico, ma proprio al paese carico di storia e di bellezze artistiche che non vengono sfruttate. Gli americani fanno follie per cose che hanno 150 200 anni, per noi sono solo cose vecchie da dimenticare...

Produrre una macchina da zero è costoso ma non tanto come ci vogliono fare credere. E non è vero che bisogna avere 6 milioni di macchine vendute all'anno per restare sul mercato. Tant'è che in tempi più difficili, quando le auto venivano fatte in maniera molto più artigianale, e quindi quando costavano di più al produttore (ma poi al consumatore costavano mediamente anche meno di adesso in proporzione al reddito medio) era possibile avere produzioni piccole, di poche migliaia di unità.
E non è detto che bisogna per forza possedere il marchio "LANCIA" per rifare una Lancia. Gli asiatici hanno già fatto la "LFA", a se mettessimo una "A" davanti... basterebbe far conoscere al consumatore tutte le caratteristiche Lancia del nuovo modello. Tanto ormai anche le bmw vengono fatte in messico, le VW e le fiat in sudamerica da decenni... anche le Alfa su licenza venivano fatte in sudamerica (Fnm): vecchi modelli ma erano pur sempre alfa.

Penso che basterebbero 50 milioni di euro per fare qulcosa di notevole, ma potrebbero bastarne molti meno se ci si accordasse con altri produttori (si potrebbe fare nel campo automobilistico qualcosa come i trattori Fendt per l'agricoltura, cioè trattori assemblati con le migliori componenti in circolazione: sono trattori un po' più costosi ma ambitissimi).
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: kolpa on 06 Novembre 2012, 16:15:55
Dobbiamo assolutamente fare una "cordata" di Passioneauto...!!!
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: Jagitalia on 06 Novembre 2012, 19:08:12
Avete presente la parabola dei talenti? Ecco, noi in Italia siamo quelli che avevamo più di tutti e per un motivo o per l'altro, li abbiamo sotterrati. E adesso valgono niente.
Non occorre pensare solo al settore automobilistico, ma proprio al paese carico di storia e di bellezze artistiche che non vengono sfruttate. Gli americani fanno follie per cose che hanno 150 200 anni, per noi sono solo cose vecchie da dimenticare...

Produrre una macchina da zero è costoso ma non tanto come ci vogliono fare credere. E non è vero che bisogna avere 6 milioni di macchine vendute all'anno per restare sul mercato. Tant'è che in tempi più difficili, quando le auto venivano fatte in maniera molto più artigianale, e quindi quando costavano di più al produttore (ma poi al consumatore costavano mediamente anche meno di adesso in proporzione al reddito medio) era possibile avere produzioni piccole, di poche migliaia di unità.
E non è detto che bisogna per forza possedere il marchio "LANCIA" per rifare una Lancia. Gli asiatici hanno già fatto la "LFA", a se mettessimo una "A" davanti... basterebbe far conoscere al consumatore tutte le caratteristiche Lancia del nuovo modello. Tanto ormai anche le bmw vengono fatte in messico, le VW e le fiat in sudamerica da decenni... anche le Alfa su licenza venivano fatte in sudamerica (Fnm): vecchi modelli ma erano pur sempre alfa.

Penso che basterebbero 50 milioni di euro per fare qulcosa di notevole, ma potrebbero bastarne molti meno se ci si accordasse con altri produttori (si potrebbe fare nel campo automobilistico qualcosa come i trattori Fendt per l'agricoltura, cioè trattori assemblati con le migliori componenti in circolazione: sono trattori un po' più costosi ma ambitissimi).

purtroppo, IMHO ci sono troppe cose che non vanno in questi calcoli... una volta era una volta, produrre come allora è impossibile. Una bmw 320 di oggi è molto più conveniente per il consumatore di una 320 prima serie (calcoli listini alla mano, equipaggiamenti e tabelle di rivalutazione monetaria, fonte 4ruote). I 6 milioni sono la dimensione critica per certi segmenti, ad altri basta meno, ma poi vanno fatti i conti di gruppo, di margine ecc. Vendere un milione di bmw è diverso che vendere un milione di fiat. E per fare un modello nuovo, servono almeno un miliardo di euro se non due, dipende da quanto è nuovo. Chi fa qualcosa di diverso, è perchè cambia qualche variabile: tipo fare fabbriche militari da 400.000 persone e pagarle niente (vedi cina), ma a questo non vogliamo arrivare, in occidente.

In più, ci sono milioni di dati che a noi non viene concesso di sapere, sui quali si basano decisioni che noi non possiamo capire. Non credo che se lancia fosse profittevole come bmw, verrebbe spenta... secondo me questi discorsi restano belli finchè si resta sulla passione e sulle idee, e un bel "vallo a sapere" alla fine senza la pretesa - parlo in generale - di oggettivizzarli con i dati, che appunto per noi sono incompleti.

oggi nel frattempo esce la nuova 4porte. Studiata palesemente per USA e russia e dubai :P , 520cm di belrina, in attesa della berlina più piccola e del suv. Il piano ha cominciato a girare, e questo, a differenza di tanti periodi bui del passato, è una grande novità da queste parti.. pare che quello che si dice, poi si fa.
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: cekk500 on 07 Novembre 2012, 07:32:29
Riflessioni che non fanno una grinza anche se la questione tra far l'industriale e il faccendiere resta sempre aperta!
La questione è come scriveva qualcuno, che il marchio lancia è stato volutamente fatto morire e l'epilogo odierno è solo la conseguenza di scelte ed amministrazioni fallimentari fatte anni addietro. Ho posto la questione industiali e faccendieri proprio per evidenziare come per creare un nome un marchio un sibolo qual si voglia, occorrono decenni di lavoro, studio e prodotti di successo. Per distruggere basta davvero poco e la questione si è già ripetuta nel corso dei decenni con altri nomi ed aziende assorbite, svuotate e affossate ma il perchè non è dato capirlo. Mi riferisco anche ad aziende di componentistica note anche ai non addetti ai lavori.
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: svevo on 07 Novembre 2012, 07:56:00
Se le nostre case automobilistiche non investono capitali per l'innovazione,oggi tocca alla Lancia,domani toccherà all'Alfa,e infine Fiat.Siamo destinati a chiudere bottega.
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: cekk500 on 07 Novembre 2012, 08:05:01
Se le nostre case automobilistiche non investono capitali per l'innovazione,oggi tocca alla Lancia,domani toccherà all'Alfa,e infine Fiat.Siamo destinati a chiudere bottega.

Caro Svevo sono decenni che le automobili nostrane riciclano tecnologia mentre gli altri evolvono ma il punto non è solo questo. Purtroppo il capitale umano non è valutato e quando per un azienda il problema diventa solo snellire esuberi e tagliare stipendi a chi lavora, la fine è inevitabile. Oggi un lampredi o un giacosa piuttosto che un giugiaro non avrebbero alternative che lavorare per la concorrenza e di fatto avviene da tempo! Sappiamo bene che molti esperti di automobili italiani, non solo ingegneri o designer, sono ambiti e stimolati a lavorare in asia o in germania.
Molti gioielli esteri sono frutto di quel lavoro ma nelle nostre industrie si pensa a pettinar bambole ;)
Purtroppo il mercato cambia e se un prodotto non è all'altezza non si vende, son finiti i tempi della duna e delle malaga, dove qualunque ciofeca bene o male te la compravano. Basta vedere la seat di oggi.... menomale per gli spagnoli che l'ha presa ww.
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: KekkoGTI16v on 07 Novembre 2012, 08:58:29
Caro Svevo sono decenni che le automobili nostrane riciclano tecnologia mentre gli altri evolvono ma il punto non è solo questo.
Su questo mi permetto di dissentire... Common rail, multijet, multiair, twin step turbo ecc. per esempio.. la fiat power train fa scuola a chiunque... in italia inventiamo, e gli altri si accodano...
;)
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: cekk500 on 07 Novembre 2012, 09:02:21
Su questo mi permetto di dissentire... Common rail, multijet, multiair, twin step turbo ecc. per esempio.. la fiat power train fa scuola a chiunque... in italia inventiamo, e gli altri si accodano...
;)

Purtroppo non fa scuola a nessuno perche il suo know how lo vende. Tutte le innovazioni sviluppate sono finalizzate a far cassa immediata, vendono i brevetti e addirittura i motori ad altri costruttori che riproducono in casa per farli da sè......... di esempi ce ne sono a dozzine. Purtroppo ci resta solo la gloria ma con quella non se magna ;)
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: bimmer on 07 Novembre 2012, 09:36:29
Purtroppo non fa scuola a nessuno perche il suo know how lo vende. Tutte le innovazioni sviluppate sono finalizzate a far cassa immediata, vendono i brevetti e addirittura i motori ad altri costruttori che riproducono in casa per farli da sè......... di esempi ce ne sono a dozzine. Purtroppo ci resta solo la gloria ma con quella non se magna ;)

eh quanto è vero!  ::)
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: KekkoGTI16v on 07 Novembre 2012, 12:46:40
Purtroppo non fa scuola a nessuno perche il suo know how lo vende. Tutte le innovazioni sviluppate sono finalizzate a far cassa immediata, vendono i brevetti e addirittura i motori ad altri costruttori che riproducono in casa per farli da sè......... di esempi ce ne sono a dozzine. Purtroppo ci resta solo la gloria ma con quella non se magna ;)
Inventa e poi vende, ergo fa scuola arrivando prima degli altri ad alcuni risultati, poi per il resto sono daccordo...
;)
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: cekk500 on 07 Novembre 2012, 14:46:21
Inventa e poi vende, ergo fa scuola arrivando prima degli altri ad alcuni risultati, poi per il resto sono daccordo...
;)

Nel 1983 quando da ragazzo lavoravo come manutentore, andammo come ditta appaltatrice in fiat al centro ricerche.
Provavano un motore ormai defunto montato su un anonima 127 era un fire 3 cilindri monoiniettore studiato nel 1977 e testato per 400mila km, già allora prevedevano 28km/l e quel prototipo giacieva in mezzo ai rottami ;)
Lo riesumarono nell'85 sulla panda ma con 4 cilindri e carburatore, sembrava chi sa cosa he?
Non serve aggiungere altro e di roba riesumata anni dopo ne ho vista.........
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: KekkoGTI16v on 07 Novembre 2012, 15:47:36
Nel 1983 quando da ragazzo lavoravo come manutentore, andammo come ditta appaltatrice in fiat al centro ricerche.
Provavano un motore ormai defunto montato su un anonima 127 era un fire 3 cilindri monoiniettore studiato nel 1977 e testato per 400mila km, già allora prevedevano 28km/l e quel prototipo giacieva in mezzo ai rottami ;)
Lo riesumarono nell'85 sulla panda ma con 4 cilindri e carburatore, sembrava chi sa cosa he?
Non serve aggiungere altro e di roba riesumata anni dopo ne ho vista.........
Il TU peugeot e l'energy renault sai da cosa derivano?
;)
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: svevo on 07 Novembre 2012, 21:10:36
Su questo mi permetto di dissentire... Common rail, multijet, multiair, twin step turbo ecc. per esempio.. la fiat power train fa scuola a chiunque... in italia inventiamo, e gli altri si accodano...
;)
Hai ragione Karo Kekko nel dire che non siamo secondi a nessuno in fatto di innovazione.Il problema è che non ci viene riconosciuto,e quindi,il primo che ci paga,noi gli diamo il ?.....................lo.Quando dicevo che Lancia con progetto 037 aveva irrobustito le bielle con l'impallinatura,guardate che è una cosa geniale per l'epoca.Si trattava di sparare sulle bielle delle palline d'acciaio comprimendo al massimo le molecole dell'acciaio stesso,conferendo una robustezza alle sollecitazioni incredibile.Ma potrei citare ad esempio in formula uno,quando vinceva il tedescone Schumi con Ferrari,la BMW con Montoya non sapeva più cosa inventare per sconfiggere l'italiana sopratutto come affidabilità,e inventò con esiti a dir poco infelici,gli spruzzatori di olio sotto i pistoni.Questi avevano il compito di lubrificare e raffreddare i cilindri ed i pistoni ai max regimi.Ebbene la Ferrari era robusta come un Iveco Stralis. :o :)
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: KekkoGTI16v on 07 Novembre 2012, 21:25:39
Hai ragione Karo Kekko nel dire che non siamo secondi a nessuno in fatto di innovazione.Il problema è che non ci viene riconosciuto,e quindi,il primo che ci paga,noi gli diamo il ?.....................lo.Quando dicevo che Lancia con progetto 037 aveva irrobustito le bielle con l'impallinatura,guardate che è una cosa geniale per l'epoca.Si trattava di sparare sulle bielle delle palline d'acciaio comprimendo al massimo le molecole dell'acciaio stesso,conferendo una robustezza alle sollecitazioni incredibile.Ma potrei citare ad esempio in formula uno,quando vinceva il tedescone Schumi con Ferrari,la BMW con Montoya non sapeva più cosa inventare per sconfiggere l'italiana sopratutto come affidabilità,e inventò con esiti a dir poco infelici,gli spruzzatori di olio sotto i pistoni.Questi avevano il compito di lubrificare e raffreddare i cilindri ed i pistoni ai max regimi.Ebbene la Ferrari era robusta come un Iveco Stralis. :o :)
daccordo su tutto, ma i getti d'olio sotto i pistoni, se non erro, furano inventati da renault nell'eraTurbo della formula1 "seria"
;)
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: cekk500 on 08 Novembre 2012, 07:34:02
daccordo su tutto, ma i getti d'olio sotto i pistoni, se non erro, furano inventati da renault nell'eraTurbo della formula1 "seria"
;)

e no il getto detto "ad alambicco" fu inventato dalla lancia, serviva alla lubrificazione dello spinotto dui motori a valvole laterali, una chicca del 1933 poi abbandonata per i costi e le limitate tecnologie produttive dell'epoca.
Per vedere rinascere questa soluzione bisogna attendere stanguellini ed i suoi motori, tutti gli altri non hanno inventato un bel niente, solo  affinato e sviluppato la produzione in serie con l'avvento di tecnologie nuove.
Si parla tanto di turbine iniezioni, doppie bancate o motori plurivalvole. Ad eccezione di un certo karl austriaco e un certo ferdinand tedesco, le grandi innovazioni ancora attuali son figlie di pionieri nostrani, alcuni noti ma moltissimi sconosciuti perchè estranei al mondo delle corse o alla produzione di grandi numeri. Ma come dicevo, con le glorie non se magna....... e quel che si è perso non si recupera piu'.
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: KekkoGTI16v on 08 Novembre 2012, 08:29:54

Per vedere rinascere questa soluzione bisogna attendere stanguellini ed i suoi motori,

dici la verita'... hai una colibri' 250 nascosta sotto il letto...
;D
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: nigel68 on 08 Novembre 2012, 09:09:15
Cekk, abitassi in America (o in Germania) saresti il re degli hot rodders..   :D Comunque anche in italia qualcosa si può fare, devo presentarti qualche personaggio  ;)
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: cekk500 on 08 Novembre 2012, 10:31:26
Cekk, abitassi in America (o in Germania) saresti il re degli hot rodders..   :D Comunque anche in italia qualcosa si può fare, devo presentarti qualche personaggio  ;)

Sarebbe interessante  :D intanto noi non riusciamo a beccarci he?  :D
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: nigel68 on 08 Novembre 2012, 14:24:51
Mai dire mai, adesso lavoro pure fisso in provincia Granda, che vuoi di più.. ci sentiamo in PM  ;)
mi scuso per l' O/T.

Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: bauargh on 11 Novembre 2012, 13:55:47
Io,che mi reputo un discreto appassionato di automobili,ho come prima auto una seat ibiza Fr tdi.Prima di staccare l'assegno per una SEAT,pensai a quale auto italiana potesse garantirmi lo stesso rapporto qualità/prezzo e soprattutto,le stesse prestazioni.Non ho trovato risposte,a meno di spendere 6/7000 euro in più per una 147.Ora mi chiedo,e vi chiedo:perchè vw è in grado di resuscitare dei marchi come seat (vi ricordate le fura,le marbella,le ronda,auto costruite su licenza fiat) e noi non siamo in grado di resuscitare ALFA ROMEO e LANCIA,AUTOBIANCHI ECC ECC?Perchè VW è riuscita a comprare LAMBORGHINI (!) E DUCATI (!) e noi addirittura siamo a un passo da chiudere anche l'ILVA (produce lamiere per tutta la siderurgia italiana e non solo) e spegnere la LANCIA?Che razza di mentalità industriale vogliamo avere,in questo paese?Abbiamo davvero bisogno dei Marchionne,con la loro etica da quattro soldi,speculatori sulla pelle degli operai,denigratori della nostra cultura,ambasciatori nel mondo di un immagine dell'Italia triste,morta e arresa? :'( :'( :'(
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: Jagitalia on 11 Novembre 2012, 14:05:04
io comunque non riesco a capire, siamo tutti d'accordo su tutto (mortifero sistema-italia compreso, dove però ci siamo dentro tutti, nessuno escluso), ma una cosa non la condivido: è tutta colpa di Marchionne...

analizzando i fatti è il salvatore. Però tutti a dargli addosso... ma non è che anche questa è la molto italiana abitudine a dire che non va bene mai niente?
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: pugnali53 on 11 Novembre 2012, 15:39:52
E chiaro che non è tutta colpa di Marchionne, gli errori, madornali, sono cominciati ben prima di lui ma dire che è il salvatore ce ne corre......
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: Jagitalia on 11 Novembre 2012, 16:14:53
bhe tra chiudere (e in italia siamo maestri a mantenere a galla cose decotte per pura politica, la fiat se era in un altro paese era già chiusa da mò) e non chiudere direi che intanto l'abbiamo salvata... poi ci possiamo mettere d'accordo sui termini, ma la sostanza è quella..
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: cekk500 on 12 Novembre 2012, 08:04:54
bhe tra chiudere (e in italia siamo maestri a mantenere a galla cose decotte per pura politica, la fiat se era in un altro paese era già chiusa da mò) e non chiudere direi che intanto l'abbiamo salvata... poi ci possiamo mettere d'accordo sui termini, ma la sostanza è quella..

Non è ancora detto, non si sa nulla dei piani industriali futuri ma è certo che il prezzo da pagare sarà elevato!
Come dicevo all'inizio gli americani non sono scemi, fiat ha "comprato" crysler con i soldi della crysler e che ci piaccia o no l'osso da spolpare spetta prima agli americani, se ci saranno briciole qualcosa arriva anche da noi ma non è detto ;)
So solo che ci sono industriali capaci come di risio ed altri che non riescono a superare ostruzionismi italici della politica e delle lobby, purtroppo la meritocrazia è un utopia lontana.
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: Jagitalia on 12 Novembre 2012, 10:21:18
non è ancora detto per il futuro, ma mi pare che fin qui...
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: cekk500 on 12 Novembre 2012, 10:25:34
non è ancora detto per il futuro, ma mi pare che fin qui...

Fin qui.... accordo sindacale anzi antisindacale per "ottimizzare" l'attività, il programma da 20miliardi "fabbrica italia" e 14 nuovi modelli.........  Di tutto questo si sono viste 800milini di ore di cassa integrazione, il programma è passato in cavalleria e i modelli nuovi sono 500L e thema................ che dire?
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: Jagitalia on 12 Novembre 2012, 10:29:49
............. che dire?

direi che è un altro discorso.. tu mi stai parlando di socialità ed esigenze italiane, o i modelli che vorremmo, un ginepraio in cui io di certo non mi addentro, sto solo dicendo che fin qui ha ragione chi ha tenuto in piedi la baracca, perchè di altri in grado di farlo, non c'erano.. e questo qualcuno viene puntualmente dipinto come il diavolo e non capisco il perchè.
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: cekk500 on 12 Novembre 2012, 10:38:43
direi che è un altro discorso.. tu mi stai parlando di socialità ed esigenze italiane, o i modelli che vorremmo, un ginepraio in cui io di certo non mi addentro, sto solo dicendo che fin qui ha ragione chi ha tenuto in piedi la baracca, perchè di altri in grado di farlo, non c'erano.. e questo qualcuno viene puntualmente dipinto come il diavolo e non capisco il perchè.


Non si tratta di attribuire ruoli di diavoli o meno, si sa che il signor M è stato scelto per fare un lavoro sporco, non ci vuol molto a capirlo! La questione è un altra, questo signore si pone come paladino della situazione consapevole che ogni sua parola o esternazione ha un effetto mediatico enorme, non è colpa sua ma da quanto traspare è una situazione mediatica che cavalca alla grande. Non discuto il personaggio, il suo ruolo è far soldi e portare utili, inutile negarlo ma lo faccia senza ipocrisie, dicendo chiaro agli italiani che fine faranno migliaia di lavoratori perchè è di questo che ci si deve preoccupare. Sulle strategie industriali credo sia chiaro a tutti che fiat diventerà qualcos'altro.
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: Jagitalia on 12 Novembre 2012, 14:38:33
Non discuto il personaggio,

ok..

però tanti si!

sul resto come dicevo siamo tutti più o meno d'accordo, anche se mi sembra un po' strano chiedere ad uno (qualsiasi) di venire a dire che manderà a casa migliaia di persone... anche perchè, dopo che l'ha detto, non cambia niente.

piuttosto sento sempre pochissimi, troppo pochi, chiedere a chi va chiesto, com'è che il sistema italia non permette alla gente di star qui a lavorare, e - parimenti grave - non permette di VENIRCI a lavorare...
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: cekk500 on 12 Novembre 2012, 15:06:50
ok..

però tanti si!

sul resto come dicevo siamo tutti più o meno d'accordo, anche se mi sembra un po' strano chiedere ad uno (qualsiasi) di venire a dire che manderà a casa migliaia di persone... anche perchè, dopo che l'ha detto, non cambia niente.

piuttosto sento sempre pochissimi, troppo pochi, chiedere a chi va chiesto, com'è che il sistema italia non permette alla gente di star qui a lavorare, e - parimenti grave - non permette di VENIRCI a lavorare...

Ecco questa è una bella domanda, a trovar risposta si risolverebbero metà dei problemi ;)
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: litlegio on 12 Novembre 2012, 20:06:14
ok..

però tanti si!

sul resto come dicevo siamo tutti più o meno d'accordo, anche se mi sembra un po' strano chiedere ad uno (qualsiasi) di venire a dire che manderà a casa migliaia di persone... anche perchè, dopo che l'ha detto, non cambia niente.

piuttosto sento sempre pochissimi, troppo pochi, chiedere a chi va chiesto, com'è che il sistema italia non permette alla gente di star qui a lavorare, e - parimenti grave - non permette di VENIRCI a lavorare...
sbagli tantissimi comunitari e non vengono qui a lavorare x 5/6 euro l'ora  ;D ;D
poi magari ti chiama il call-center della omnitel x offerte dal pakistan!! ;D ;D ;D
plego pacchetto compleso????  ::) ::)
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: bauargh on 12 Novembre 2012, 23:54:38
No,certo,non è tutta colpa di Marchionne.Lui è solo l'emblema della mentalità industriale italiana oggi,è il cavaliere del momento storico,portato solo a distruggere in poco tempo,diritti conquistati in anni di sacrifici....ma di contropartite....NIENTE!VUOTO PNEUMATICO!E il progetto fabbrica Italia,tanto declamato,accettato anche da alcuni sindacati,che fine ha fatto? SUPERATO,MORTO,DEFUNTO,in cambio di nulla....neanche di uno straccio di modello innovativo,tanto che il solito gruppo vw si accaparra i migliori manager italiani (Da Silva,ad esempio...)
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: Jagitalia on 13 Novembre 2012, 07:09:15
eh appunto non siamo d'accordo...

togliendo le personali opinioni sulla persona, mi metto nei panni di un AD che ha il mondo a disposizione e l'italia offre uno spettacolo indecoroso nei comparti politica, sindacati e informazione. Uno sano di mente, investe altrove, se lo può fare.

Come ho detto sopra, chissà perchè ci si lamenta di una fiat che ha cambiato piani, e non di chi glieli ha fatti cambiare... qui ogni mattina arrivano nelle aziende nuove tasse, regolamenti, balzelli. Nel pomeriggio arriva la smentita, la correzione, la rettifica. Non si riesce a programmare una beata m.. e ti vengono a pignorare il tavolo della sala riunioni perchè secondo loro gli devi 2000 euro che dopo il ricorso invece si stabilisce che non glieli dovevi. Solo che siccome li hanno già incassati se li tengono e poi "si vedrà". Verso sera gli accordi presi alla mattina sono già stati rimangiati, disattesi e ribaltati. E poi ci si lamenta di Marchionne....

La parte "poetica", tipo la bandiera, la storia, la tradizione, è tutta roba che si può fare quando funziona tutto bene, c'è abbondanza, ricchezza e stabilità... 
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: cekk500 on 13 Novembre 2012, 08:01:38
eh appunto non siamo d'accordo...

togliendo le personali opinioni sulla persona, mi metto nei panni di un AD che ha il mondo a disposizione e l'italia offre uno spettacolo indecoroso nei comparti politica, sindacati e informazione. Uno sano di mente, investe altrove, se lo può fare.

Come ho detto sopra, chissà perchè ci si lamenta di una fiat che ha cambiato piani, e non di chi glieli ha fatti cambiare... qui ogni mattina arrivano nelle aziende nuove tasse, regolamenti, balzelli. Nel pomeriggio arriva la smentita, la correzione, la rettifica. Non si riesce a programmare una beata m.. e ti vengono a pignorare il tavolo della sala riunioni perchè secondo loro gli devi 2000 euro che dopo il ricorso invece si stabilisce che non glieli dovevi. Solo che siccome li hanno già incassati se li tengono e poi "si vedrà". Verso sera gli accordi presi alla mattina sono già stati rimangiati, disattesi e ribaltati. E poi ci si lamenta di Marchionne....

La parte "poetica", tipo la bandiera, la storia, la tradizione, è tutta roba che si può fare quando funziona tutto bene, c'è abbondanza, ricchezza e stabilità... 

Non posso che quotare questa triste e reale analisi del panorama italico. Purtroppo so bene che un qualunque piano industriale dev'essere mirato al futuro e la nostra geiatrica classe dirigente tira a campare. Daccordo che la vena poetica, la bandiera e l'orgoglio degli appassionati non si sposa con l'attuale situazione, l'obbiettivo di questa discussione è quello di considerare un aspetto passionale ma anche un occasione di prestigio gettata alle ortiche, ecco perchè citavo il delitto. Sull' operato industriale e le scelte, credo che si poteva far meglio, so bene che mister M eredita una situazione compromessa da anni e non puo' essere la causa di tutti i mali, fà l'industriale e basta!
Credo sia comprensibile a tutti quanto la passione per cio' che è stato cozza spesso col futuro ma un attenta analisi rivela la possibilità di conciliare l'antico col moderno anche in campo automobilistico, i tedeschi lo fanno sponsorizzati dalle grandi case che investono in musei ed eventi. Da noi aniversari e ricorrenze partecipate come quelle degli ultimi anni sono state ravvivate solo da appassionati e basta! Non torno sull'operato del sign.M sul quale si è detto tutto e che ha ben altri problemi con la serbia e presto in altri posti dove il lavoro si sfrutta fino a un certo punto, ma questa è un altra storia.
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: Jagitalia on 13 Novembre 2012, 08:26:49
l'obbiettivo di questa discussione è quello di considerare un aspetto passionale ma anche un occasione di prestigio gettata alle ortiche, ecco perchè citavo il delitto

da questo punto di vista, è una desolazione.. e come ci siamo detti non si capisce perchè fiat non riesca a monetizzare l'aspetto ludico-tradizionale come fanno in tutto il mondo... voglio dire volkswagen ha fatto un museo dove espone macchine della concorrenza (e questo per un tedesco è come ritrovarsi improvvisamente nell'anno 2800) e noi? solo per citare il fiore all'occhiello, la Ferrari, ma l'avete visto il museo a Maranello? :(
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: cekk500 on 13 Novembre 2012, 08:32:29
da questo punto di vista, è una desolazione.. e come ci siamo detti non si capisce perchè fiat non riesca a monetizzare l'aspetto ludico-tradizionale come fanno in tutto il mondo... voglio dire volkswagen ha fatto un museo dove espone macchine della concorrenza (e questo per un tedesco è come ritrovarsi improvvisamente nell'anno 2800) e noi? solo per citare il fiore all'occhiello, la Ferrari, ma l'avete visto il museo a Maranello? :(

Ricordo con terrore le parole di un ex ministro " col la cultura non si mangia"......... credo che sta gente vada licenziata in tronco e mandata a casa senza diritto di replica. Purtroppo basta guardare in che modo si valorizza il patrimonio artistico, la tutela paesaggistica e quant'altro. Non mi stupisce assistere ad un lento declino anche in altri campi, purtroppo occorre un radicale rinnovamento e una presa di coscenza che non vedo a breve termine!
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: bimmer on 13 Novembre 2012, 08:50:26
eh appunto non siamo d'accordo...

togliendo le personali opinioni sulla persona, mi metto nei panni di un AD che ha il mondo a disposizione e l'italia offre uno spettacolo indecoroso nei comparti politica, sindacati e informazione. Uno sano di mente, investe altrove, se lo può fare.

Come ho detto sopra, chissà perchè ci si lamenta di una fiat che ha cambiato piani, e non di chi glieli ha fatti cambiare... qui ogni mattina arrivano nelle aziende nuove tasse, regolamenti, balzelli. Nel pomeriggio arriva la smentita, la correzione, la rettifica. Non si riesce a programmare una beata m.. e ti vengono a pignorare il tavolo della sala riunioni perchè secondo loro gli devi 2000 euro che dopo il ricorso invece si stabilisce che non glieli dovevi. Solo che siccome li hanno già incassati se li tengono e poi "si vedrà". Verso sera gli accordi presi alla mattina sono già stati rimangiati, disattesi e ribaltati. E poi ci si lamenta di Marchionne....

La parte "poetica", tipo la bandiera, la storia, la tradizione, è tutta roba che si può fare quando funziona tutto bene, c'è abbondanza, ricchezza e stabilità... 



quotissimo, bravo!!!
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: giorgio47 on 13 Novembre 2012, 14:13:43
e noi? solo per citare il fiore all'occhiello, la Ferrari, ma l'avete visto il museo a Maranello? :(

Per me potrebbero chiuderlo subito. Possono dire quel che vogliono, ma con una dozzina d'auto anche rare poste su un capannone fatto dall'architetto di turno non si fa un museo, al massimo si fa una vetrina. Avrebbero fatto più bella figura mettendo anche l'arredamento della casa dell'Enzo !  ;D

Per non parlare del biglietto. Ma a Modena sanno quanto si paga a Moulhouse ? E che cosa c'è dentro ?  ;)
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: bauargh on 14 Novembre 2012, 01:31:35
E la collezione Lancia,dov'è?Il museo ALfa Romeo sarà,prima o poi,agibile o no?E perchè volkswagen,Audi,Bmw,Mercedes,hanno il loro reparto "classic" mentre una marca italiana NON CE L'HA,e per restaurare un Alfa Romeo bisogna spesso cercare i ricambi in Inghilterra?E' QUESTO IL MODO DI VALORIZZARE I MARCHI STORICI?Eppoi vedere i nostri operai,difesi da certi sindacati che avallano scelte scellerate (fabbrica italia),o difesi da sindacati che se fanno il loro mestiere,LI ESPONGONO AL LICENZIAMENTO IN TRONCO (vedi il licenziamento o la non assunzione di tesserati FIOM),MI VIENE DAVVERO VERGOGNA DI ESSERE ITALIANO.Altro che politica,Monti e il pignoramento del tavolo riunione:qui si raschia il fondo del barile non solo della nostra cultura,ma dei nostri valori morali :'(
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: svevo on 14 Novembre 2012, 20:41:11
E la collezione Lancia,dov'è?Il museo ALfa Romeo sarà,prima o poi,agibile o no?E perchè volkswagen,Audi,Bmw,Mercedes,hanno il loro reparto "classic" mentre una marca italiana NON CE L'HA,e per restaurare un Alfa Romeo bisogna spesso cercare i ricambi in Inghilterra?E' QUESTO IL MODO DI VALORIZZARE I MARCHI STORICI?Eppoi vedere i nostri operai,difesi da certi sindacati che avallano scelte scellerate (fabbrica italia),o difesi da sindacati che se fanno il loro mestiere,LI ESPONGONO AL LICENZIAMENTO IN TRONCO (vedi il licenziamento o la non assunzione di tesserati FIOM),MI VIENE DAVVERO VERGOGNA DI ESSERE ITALIANO.Altro che politica,Monti e il pignoramento del tavolo riunione:qui si raschia il fondo del barile non solo della nostra cultura,ma dei nostri valori morali :'(
Diamine se ti quoto.Mi ricordo che al centenario dell'Alfa Romeo a Novegro,c'era anche il nostro amico Cekk con una stupenda Alfetta 1800 prima serie,bene;ad un certo punto vediamo arrivare due pulman pieni di gente orientale,non sò dire se fossero cinesi o giapponesi sinceramente,ma una cosa è certa,di italiani non c'era nessuno.In tarda mattinata fù molto piacevole veder arrivare una banda di Olandesi e ragazzi con le magliette con sù scritto Sud Tirol,con Alfette,Giulia,75,Gtv,2000 berlina,duetti ecc ecc.Ecco la prova di ciò che scrivi,io l'ho toccata con mano.Direi che non c'è bisogno di aggiungere altro.
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: nigel68 on 09 Dicembre 2012, 14:33:55
Bellissimo, a mio avviso l'editoriale del direttore di Ruoteclassiche di questo mese. Ha sintetizzato in una paginetta tutta l'ignoranza politica che ha portato alla distruzione della storia dell'Automobile (e non solo) in italia, Lancia compresa.
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: kolpa on 09 Dicembre 2012, 15:19:28
Bellissimo, a mio avviso l'editoriale del direttore di Ruoteclassiche di questo mese. Ha sintetizzato in una paginetta tutta l'ignoranza politica che ha portato alla distruzione della storia dell'Automobile (e non solo) in italia, Lancia compresa.
Proprio vero, l'ho appena finito di leggere!
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: 75 1.6 carburatori on 09 Dicembre 2012, 16:57:51
Bellissimo, a mio avviso l'editoriale del direttore di Ruoteclassiche di questo mese. Ha sintetizzato in una paginetta tutta l'ignoranza politica che ha portato alla distruzione della storia dell'Automobile (e non solo) in italia, Lancia compresa.

l'ho letto anche io fantastico.... e sopratutto per la nostrana incompetenza industriale Audi ringrazia!!!!
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: bauargh on 23 Dicembre 2012, 12:17:47
 Tutto ciò che penso al riguardo,è sintetizzato in quel bellissimo editoriale.
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: tuonorosso on 27 Dicembre 2012, 18:36:24
purtroppo la Lancia ha avuto un susseguirsi negli ultimi 10 20 anni di malagestione che l'ha portata dove è ora... mi dà molto fastidio questa notizia pensando al passato industriale e agonistico del marchio..... al momento sarebbero solo la Maserati e l'Alfa le nuove coccolate.. ma meglio cosi...preferisco che il marchio sparisca che vederlo rimarchiato americano... non avendo superato i confini nazionali era questo il destino che si preannunciava... tutto ciò si potrebbe evitare se magari si revisionasse il piano mettendo in lavoro qualche progetto italiano....io non attacco l'Alfa che ha avuto anche lei problemi però se si tirasse fuori qualche progetto come per la 4c non sarebbe una buona base di lancio??? sottolineo infine  come anche  l'Abarth dopo la rinascita stia di nuovo cadendo in un baratro .....
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: Turbomark on 14 Dicembre 2016, 09:55:44
Purtroppo la gestione del marchio di Chivasso dopo l'epopea delta/thema è rimasta in piedi solamente con le vendite della y e musa, non ci sono più stati i presupposti per continuare con la tradizione Lancia vera...e questo mi da un profondo sconforto...per me la Lancia è un'amore, una tradizione da mantenere in vita e vedere questo grande marchio lasciato alle ortiche fa male
Title: Re: Un delitto a Torino: "ammazzato un altro pezzo di storia "
Post by: pugnali53 on 14 Dicembre 2016, 17:33:41
Turbomark spero ti sia accorto che hai aggiunto un post a una discussione di 4 anni fà, nel frattempo si sono aperte altre discussioni sullo stesso argomento più recenti.