Author Topic: possibile nuovo acquisto oltreoceano, come muoversi per l'immatricolazione?  (Read 1890 times)

Offline nigel68

  • Gentleman driver
  • *****
  • Posts: 5392
Nigel credimi che mi è successo davvero! Hai ben ragione a sostenere che non sia espressamente previsto in normativa, ma nonostante questo ne ho viste respinte più di una a tal fine (ti parlo di situazioni risalenti al 2016).

In che Club sei socio scusa? Se ti hanno respinto una pratica di CRS per la revisione fai nomi & cognomi per favore, perchè se è così si tratta di un commissario deficiente. L'ASI non respinge alcun CRS dato che nel modulo (sempre che ne hai mai visto uno) non c'è alcuna menzione alla Revisione.

Ovviamente NON è la norma e NON va presa come informazione sbagliata da diffondere. QUINDI SCRIVIAMOLO BENE CHIARO PER TUTTI: LA REVISIONE MINISTERIALE NON C'ENTRA UN CAZZO CON IL CRS.
"Quando un italiano vede passare un'auto di lusso il suo primo pensiero non è di averne una anche lui, ma di tagliarle le gomme" - Indro Montanelli 1909-2001

Offline ghostghost

  • Pilota
  • *
  • Posts: 49
Mi ha detto un venditore olandese che puo far immatricolare un auto americana datsun 240 ( 2.4l in origine con montato il 2.8 l e in piu 3 doppi corpi da 45) al registro Rdw olandese, con regolare  apk ovvero revisione ( lo stesso del mot inglese) .poniamo l'ipotesi ci riesca essendo immatricolata olandese, ed avendo passato regolare revisione, posso a questo punto per le leggi che avete sopra citato in Italia?  Dice inoltre ad esempio che è più semplice non immatricolata tedesca con il tuv  che farebbe storie per il cambio motore.
Non riuscirei ad ottenere il crs, ma potrei comunque immatricolata in Italia essendo che ha passato la revisione in Olanda e ha una omologazione olandese?

Offline nigel68

  • Gentleman driver
  • *****
  • Posts: 5392
Mi ha detto un venditore olandese che puo far immatricolare un auto americana datsun 240 ( 2.4l in origine con montato il 2.8 l e in piu 3 doppi corpi da 45) al registro Rdw olandese, con regolare  apk ovvero revisione ( lo stesso del mot inglese) .poniamo l'ipotesi ci riesca essendo immatricolata olandese, ed avendo passato regolare revisione, posso a questo punto per le leggi che avete sopra citato in Italia?  Dice inoltre ad esempio che è più semplice non immatricolata tedesca con il tuv  che farebbe storie per il cambio motore.
Non riuscirei ad ottenere il crs, ma potrei comunque immatricolata in Italia essendo che ha passato la revisione in Olanda e ha una omologazione olandese?

Si, consulta però una valida ed esperta Agenzia perché mi risulta che anche i libretti olandesi mancano di qualche dato essenziale per l'immatricolazione d'ufficio.
"Quando un italiano vede passare un'auto di lusso il suo primo pensiero non è di averne una anche lui, ma di tagliarle le gomme" - Indro Montanelli 1909-2001

Offline ghostghost

  • Pilota
  • *
  • Posts: 49
Si, consulta però una valida ed esperta Agenzia perché mi risulta che anche i libretti olandesi mancano di qualche dato essenziale per l'immatricolazione d'ufficio.
Bene mi indicheresti in privato chi consultare di affidabile? Grazie te ne sarei grato

Offline Sovrasterzo

  • Gentleman driver
  • *****
  • Posts: 947
In che Club sei socio scusa? Se ti hanno respinto una pratica di CRS per la revisione fai nomi & cognomi per favore, perchè se è così si tratta di un commissario deficiente. L'ASI non respinge alcun CRS dato che nel modulo (sempre che ne hai mai visto uno) non c'è alcuna menzione alla Revisione.
Non è stata respinta da un Commissario, bensì dall'ASI stessa, oltre al fatto che è stato più di un caso (e le auto non erano mie). Comunque non importa, non devo convincere nessuno, va bene così.

Quote
Ovviamente NON è la norma e NON va presa come informazione sbagliata da diffondere. QUINDI SCRIVIAMOLO BENE CHIARO PER TUTTI: LA REVISIONE MINISTERIALE NON C'ENTRA UN CAZZO CON IL CRS.
Non male. Saluti.
« Last Edit: 10 Febbraio 2017, 12:16:23 by Sovrasterzo »

Offline ghostghost

  • Pilota
  • *
  • Posts: 49
Non è stata respinta da un Commissario, bensì dall'ASI stessa, oltre al fatto che è stato più di un caso (e le auto non erano mie). Comunque non importa, non devo convincere nessuno, va bene così.
Non male. Saluti.
non litigate fra di voi sennò io qui non ci capisco più nulla, "Sovrasterzo" penso parli con cognizione di causa non per depistare, significa che sa di qualcuno a cui non è stato rilasciato il crs per i motivi sopra elencati, magari lalegge dice il contrario, ma si sa in Italia come funzionano le cose...

Offline ghostghost

  • Pilota
  • *
  • Posts: 49
"nigel68" sicuramente hai ragione anche te io purtroppo non conosco la normativa, ma magari non sempre viene applicata la legge come si dovrebbe, esempio banale io avevo un auto asi, con un assale posteriore totalmente di un altra auto di un modello più recente con freni a disco ed ha passato quando era ancora del vecchio proprietario la verifica da parte del suddetto ente di controllo.
Quindi come puoi ben capire ciascuno in italia a seconda delle zone interpreta come gli pare e piace, vai poi a dimostrare con avvocati perizie ecc che hanno torto.

Offline nigel68

  • Gentleman driver
  • *****
  • Posts: 5392
non litigate fra di voi sennò io qui non ci capisco più nulla, "Sovrasterzo" penso parli con cognizione di causa non per depistare, significa che sa di qualcuno a cui non è stato rilasciato il crs per i motivi sopra elencati, magari la legge dice il contrario, ma si sa in Italia come funzionano le cose...

Ragazzi non c'è alcuna legge né normativa, ma il regolamento di un ente privato.

Invece, caro Sovrasterzo... non puoi lanciare il sasso e nascondere la mano. Adesso fai nomi & cognomi perché il tuo discorso, messo così non sta in piedi  :D :D :D.

L'ASI non può respingere un CRS senza revisione tout-court. L'unico caso possibile (ma lo stiamo tirando per i capelli e NON C'ENTRA NIENTE COL DISCORSO CHE STIAMO FACENDO con l'amico ghost) è che in richiesta di un CRS per reimmettere in circolazione un veicolo abbandonato o ritrovato da restaurare occorre allegare una dichiarazione di un meccanico professionista che ha curato il ripristino della meccanica. Questo al fine di presentarlo al collaudo.

Di più, il CRS stesso diventa strumentale in sede di Revisione di un veicolo "vecchio" cioè non in regola con le normative attuali, grazie alle deroghe concesse dal D.M. del 2009. Cioè in pratica è il contrario, la Revisione potrebbe non andare a buon fine SENZA IL CRS ma non il contrario.

E' POSSIBILE ma non automatico, che in assenza di tale dichiarazione, l'ASI abbia chiesto "allora alleghiamo la Revisione Ministeriale" dato che per il fine di "immissione alla circolazione" il CRS assume le vesti della vecchia Scheda Tecnica. Che comunque, pure quella, non menzionava assolutamente la revisione.

Ma stiamo parlando di un caso rarissimo (tutto da verificare) e comunque NON indicativo della prassi. Tant'è che non ve ne è menzione nei Regolamenti ASI consultabili anche online.

Tanto per capirci: sia io che altri amici che scrivono qui (con cognizione di causa e anche cariche attive nel settore) abbiamo prova di decine e decine di CRS rilasciati senza che nessuno abbia sollevato problemi.
« Last Edit: 10 Febbraio 2017, 15:16:14 by nigel68 »
"Quando un italiano vede passare un'auto di lusso il suo primo pensiero non è di averne una anche lui, ma di tagliarle le gomme" - Indro Montanelli 1909-2001

Offline ghostghost

  • Pilota
  • *
  • Posts: 49
Ragazzi non c'è alcuna legge né normativa, ma il regolamento di un ente privato.
sbagliato termine mea culpa :D
comunque mi riferivo all'ASI :)

Auto d'Epoca - Il forum degli appassionati di auto storiche