Author Topic: Breve guida al detailing per le nostre storiche !  (Read 1543 times)

Offline GunMetal

  • Pilota esperto
  • ***
  • Posts: 109
Breve guida al detailing per le nostre storiche !
« on: 23 Marzo 2017, 18:36:56 »
Allora, cogliendo uno spunto nel post relativo alla mia Jaguar, ed essendo appassionato di detailing provo a mettere insieme una guida che spero torni comoda a chi volesse lustrare l'auto a nuovo o quasi...

Prima cosa, cos'è il detailing e in cosa si differenzia da una semplice "lavata all'auto" ?

Beh il detailing in pratica è un procedimento di lavaggio molto minuzioso e decontaminazione della carrozzeria da schifezze tipo residui lasciati dallo smog, catrame, deiezioni di volatili vari, ferodi del tram (chi abita a Milano capisce che intendo...la patina arancione) ecc.
Oltre alla correzione di difetti di verniciatura (buccia d'arancia), micro segni e graffietti, tipicamente quelli lasciati strusciando panni non proprio adatti sulla macchina, quando qualcuno con la cintura si struscia con l'auto per passare ecc.
Seguito dall'uso di prodotti tipo nanosigillanti, cere e simili per lustrare la carrozzeria e proteggerla da ulteriori inquinanti ecc.

Non è un lavoro di carrozzeria: danni, graffi seri ecc. sono lavori da esperti in carrozzeria.

Per gli interni egualmente pulizia dettagliatissima con prodotti giusti, cura e protezione di pelle, tessuti, plastiche, cromature ecc. in modo che si mantengano nel tempo come nuovi.

Cosa serve ?

L'elenco sarebbe davvero troppo lungo, esistono siti specializzati che vendono di tutto e di più. Cercherò di elencare i (numerosi) prodotti che uso nelle varie sezioni.
Di base però la prima regola è : per pulire l'auto microfibre di alta qualità (peso specifico), possibilmente senza bordi spessi ed etichette varie che possono lasciare segni.
Spugne dedicate che verranno mantenute pulite e in ordine. Cambiate quando serve. Anzi...due spugne, una per le parti basse, cerchi, paraurti ecc. Una per portiere, cofano, tetto ecc. Questo per non rischiare di raccogliere un micro sassolino da un passaruota e portarlo a spasso su tutta la carrozzeria...

Oltre ai saponi, detergenti, decontaminanti ecc. giusti.
Nelle varie sezioni proverò a indicare ciò che uso.

IMPORTANTE: da fare tutto a motore/carrozzeria fredda ! Ed all'ombra non al sole. L'ideale è un bel garage da tenere aperto e areato mentre si lavora.

MAI FARE I PASSAGGI TIPO TRIX E CLAY AL SOLE o con carrozzeria bollente. Scusare il maiuscolo ma è importante.


[Step 1 - Prelavaggio]
Ok, sia che la vostra macchina sia tutto sommato pulita, sia che abbiate appena trovato una Ferrari custodita in un pollaio con tanto di nidi di galline dentro....la prima fase è il prelavaggio.

Se trovate un auto in un capannone, prima del prelavaggio meglio togliere foglie, schifezze varie ecc. con l'aiuto di un bel getto d'acqua, meglio se con idropulitrice ed un bel getto largo, non concentrato. MAI A MANO o CON SOFFIATORI. L'acqua eviterà molti segni.

Fatto ciò il prelavaggio vero e proprio con...la pistola a schiuma.
Funzione:  le schiume apposite staccano le particelle di sporco, le ammorbidiscono, le staccano dalla carrozzeria inglobandole nella schiuma. Questa è estremamente lubrificante in modo tale che le particelle vengano via senza "sfregare" la vernice in alcun modo.
Va fatta particolare attenzione a....tutto ! Si schiuma dal tetto alle ruote, nei passaruota, sotto i paraurti. Più schiuma mettete meglio è. Più questa è densa meglio è.

PRODOTTO USATO: Ma-FRA White Foam con apposita FoamGun (Pistola a schiuma, alcune van bene da attaccare alle idropulitrici altre si usano a mano)
Io ho entrambe, ma francamente quella a mano basta e avanza. Con quella della idropulitrice però...
https://www.youtube.com/watch?v=aUUADqnIkaE

Quindi primo risciacquo, sempre dall'alto verso il basso.

[STEP 2 - Decontaminazione]
A che serve : a rimuovere microparticelle (invisibili a occhio nudo) che sono i depositi di piogge acide, di gas di scarico, le particelle di catrame che saltano quando passate su un manto appena rifatto ecc.

Come si fa ? Serve un prodotto apposito: io uso il TRIX in quanto agisce contro numerosi tipo di inquinamento rimuovendo ogni schifezza con una potenza incredibile (ma senza danneggiare nè vernici, nè plastiche ecc.)
Si spruzza con uno spruzzino, si lascia agire alcuni minuti in cui il Trix , facendo reazione , cambia colore per indicarvi che lavora. Quando diventa rosso si può risciacquare. In genere bastano dai 3 ai 5 minuti di permanenza.

Dunque SECONDO risciacquo: molto approfondito; il Trix va rimosso tutto da ovunque. Acqua a catinelle ed a volontà....

NOTA: il TRIX puzza in maniera assurda. Ha un odore da stendere un toro se annusate la boccia da vicino. Da farsi in ambiente areato.

[STEP 3 - Lavaggio con tecnica dei due secchi]

Si lava l'auto, ma usando due secchi: nel primo acqua e sapone [1], nel secondo solo acqua [2].
Sciacqueremo la spugna nel secchio [2] per rilasciare detriti e porcheria lì, poi insaponiamo la spugna nel secchio 1 e via così. In tal modo l'acqua saponata che portiamo sulla carrozzeria rimane pulita.
Si inizia lavando il tetto e si scende.
Per le parti basse, paraurti, cerchi ecc.meglio usare una spugna dedicata.
Una spugna o guanto per la carrozzeria, una spugna per le parti basse e cerchi.

COSA USO. Per lavaggi normali MA-FRA Shampoo Daytona.
Per auto già trattate e lucide, con cere, sigillanti ecc. uso uno shampoo meno aggressivo per non intaccare le cere.

Attenzione : no spugne ruvide, solo spugne e guanti in microfibra di alta qualità, morbidissimi, senza etichette, bordini, cuciture a vista ecc.

E si sciacqua, terzo risciacquo.

[STEP 4 - La Claybar]
Ulteriore processo di decontaminazione. Dove non arriva il Trix arriva la claybar.

Cos'è ? Avete presente il pongo ? La plastilina ? Stessa consistenza. Ma è progettata per raccogliere dentro di sè ogni residuo. Pare assurdo, ma ...provare per credere come ingloba schifezze da auto apparentemente pulite...

Come si passa: si stacca un pezzo di clay e lo si modella come un dischetto, pannetto ecc.
SERVE PER FORZA DI COSE UN LUBRIFICANTE DA USARE PER LUBRIFICARE altrimenti si fa un disastro. Un Fast Cleaner va più che bene. Idem la schiuma con cui avete fatto il primo passaggio, purchè abbia forte potere lubrificante.

Lavorando tutta la carrozzeria , porzione per porzione, pannello per pannello, spruzzando e passando la clay con movimenti regolare finchè essa non scorre liscia come olio su una pista di ghiaccio.

ATTENZIONE: poca pressione, basta passarla e MOLTO lubrificante.

Di tanto in tanto guardate il colore della clay, quando è sporca si ripiega, si riappallottola e si rida la forma.

ATTENZIONE BIS: se cade a terra va tassativamente buttata, non c'è modo di lavarla. Appena tocca terra ingloba ogni granello di polvere. Che poi struscereste sull'auto con risultati deleteri (strisciate, graffi ecc.)

Adesso vendo dei pad in materiali sintetici che svolgono la medesima funzione e sono lavabili. Comodi, ma le clay si trovano in varie gradazioni, dalle più aggressive alle più leggere. Io tenendo le auto sempre in ordine uso solo quella leggera, ma per auto trascurate servono tre passaggi: forte, poi media, poi leggera.

Ecco un video che esemplifica bene come si passa:

https://www.youtube.com/watch?v=qFQsqBHEwrE 
(il tizio all'opera è un genio del detailing, il suo canale è bellissimo e si vedono macchine pazzesche)

QUARTO risciacquo e asciugatura.

COME ASCIUGARE : solo con appositi panni in microfibra spessa, che assorbono quintali d'acqua. Non si sfrega, si passa il panno delicatamente. Se l'auto è grossa, meglio averne due. Per la Outback ne vanno tre...per la Jaguar idem...

OK FINE PRIMA PARTE - Fatti questi tre step si procederà alla lucidatura/correzione. Prossima puntata...

NOTA : DECONTAMINAZIONE E CLAY si fanno SOLO QUANDO SERVE, tipicamente una o due volte l'anno. Anche meno se usate poco l'auto e la tenete sempre in garage. Sono step più aggressivi. Si fanno solo quando è necessario.


« Last Edit: 23 Marzo 2017, 19:17:33 by GunMetal »

Offline il Manta

  • Gentleman driver
  • *****
  • Posts: 2130
Re: Breve guida al detailing per le nostre storiche !
« Reply #1 on: 23 Marzo 2017, 19:06:50 »
Bellissima guida, appena posso la metterò in pratica, grazie!!!

Offline rana

  • Gentleman driver
  • *****
  • Posts: 1977
Re: Breve guida al detailing per le nostre storiche !
« Reply #2 on: 23 Marzo 2017, 21:15:54 »
Egoisticamente mi prendo metà del merito! ;D ;D ;D

Offline GunMetal

  • Pilota esperto
  • ***
  • Posts: 109
Re: Breve guida al detailing per le nostre storiche !
« Reply #3 on: 23 Marzo 2017, 21:48:31 »
Egoisticamente mi prendo metà del merito! ;D ;D ;D

 ;D ;D ;D

Offline kolpa

  • Gentleman driver
  • *****
  • Posts: 1938
Re: Breve guida al detailing per le nostre storiche !
« Reply #4 on: 24 Marzo 2017, 07:33:23 »
Grazie per la bellissima guida, aspettiamo il seguito...  ;)
Alfa Romeo spider duetto coda tronca 1300 '72
Opel Gt 1900 '69
Porsche 911 3.0 sc targa '79 - MJ 80
Porsche 911 (996) cabrio '99
Triumph Tr3 - 1961

Offline Venex

  • Pilota esperto
  • ***
  • Posts: 130
Re: Breve guida al detailing per le nostre storiche !
« Reply #5 on: 24 Marzo 2017, 07:36:31 »
Bellissima questa guida, grazie GunMetal!!! :) Per curiosità, quanto tempo assorbono mediamente queste operazioni per una delle tue auto?

Offline kolpa

  • Gentleman driver
  • *****
  • Posts: 1938
Re: Breve guida al detailing per le nostre storiche !
« Reply #6 on: 24 Marzo 2017, 10:07:32 »
Avresti voglia di venire a farmi una lezione pratica nel mio garage?
Alfa Romeo spider duetto coda tronca 1300 '72
Opel Gt 1900 '69
Porsche 911 3.0 sc targa '79 - MJ 80
Porsche 911 (996) cabrio '99
Triumph Tr3 - 1961

Offline GunMetal

  • Pilota esperto
  • ***
  • Posts: 109
Re: Breve guida al detailing per le nostre storiche !
« Reply #7 on: 24 Marzo 2017, 10:22:10 »
Allora per il tempo dipende ovviamente dalla dimensione dell'auto e da quanto occorre fare.

Se la carrozzeria va corretta allora anche 3 giorni...
Se serve solo un buon lavaggio e lucidatura/protezione un giorno. Al massimo un giorno e mezzo.
Ma le cose qui van fatte con calma, lo spirito è portare l'auto al massimo possibile, senza lesinare  e divertendosi.

@kolpa : di dove sei? Io mi diverto a fare queste cose  :D

Per la seconda parte spero in serata. È che la correzione vernice è difficile da spiegare a parole. Devo trovare foto e video esempio.

Offline valetri75

  • Gentleman driver
  • *****
  • Posts: 2967
Re: Breve guida al detailing per le nostre storiche !
« Reply #8 on: 24 Marzo 2017, 10:24:29 »
Per arrivare già solo fino a questo punto, con 4 auto ed una moto in garage, ho bisogno di una settimana di ferie ;D

Offline GunMetal

  • Pilota esperto
  • ***
  • Posts: 109
Re: Breve guida al detailing per le nostre storiche !
« Reply #9 on: 24 Marzo 2017, 10:44:55 »
Eh...una alla volta...

La cosa interessante è che una volta completato il ciclo di detailing, nel seguito la manutenzione del lavoro svolto è poco impegnativa.

I sigillanti attuali possono arrivare a durate di un anno circa se non si strapazza l'auto portandola nel fango senza lavarla... Ci sono shampoo appositamente formulati per pulire senza intaccare le protezioni (che facilitano il lavaggio perchè lo sporco non riesce ad aderire alla carrozzeria). E protettivi ulteriori che rinforzano la protezione originale già passata con passaggi veloci tipo spruzzare un prodotto sull'auto ancora bagnata... Roba da 10 minuti.

Diciamo che il detailing deve piacere, è quasi un hobby.

Per farvi un esempio ecco un full detailing... Video lunghetto ma mostra tutte le fasi dalla A alla Z su una vettura nuova...scioccante quanto siano sporche per il trasporto... Unica cosa che non mi piace è la ricopertura, preferisco i protettivi sigillanti alle pellicole. Le pellicole però proteggono pure da sassi e graffi, i sigillanti no.

https://youtu.be/npWG6JNH_ZM
« Last Edit: 24 Marzo 2017, 10:48:07 by GunMetal »

Offline kolpa

  • Gentleman driver
  • *****
  • Posts: 1938
Re: Breve guida al detailing per le nostre storiche !
« Reply #10 on: 24 Marzo 2017, 12:05:14 »
GunMetal io sono della provincia di Bergamo (per darti un riferimento poco lontano da Treviglio), quando vuoi ci possiamo incontrare.
Alfa Romeo spider duetto coda tronca 1300 '72
Opel Gt 1900 '69
Porsche 911 3.0 sc targa '79 - MJ 80
Porsche 911 (996) cabrio '99
Triumph Tr3 - 1961

Offline Frosty the snowman

  • Gentleman driver
  • *****
  • Posts: 3062
  • non si dice cabrio, si dice convertibile...
Re: Breve guida al detailing per le nostre storiche !
« Reply #11 on: 24 Marzo 2017, 12:11:19 »

Diciamo che il detailing deve piacere, è quasi un hobby.


quotissimo
l'automobile non è un mezzo di trasporto, ma una compagna di viaggio

Offline nigel68

  • Gentleman driver
  • *****
  • Posts: 5392
Re: Breve guida al detailing per le nostre storiche !
« Reply #12 on: 24 Marzo 2017, 13:45:40 »
Direi che però, almeno nella fase iniziale di lavaggio, oltre al garage serve più che altro uno spazio con tombino di scolo... dato che agli autolavaggi pubblici non puoi presentarti con i tuoi prodotti detergenti... Qualche anno fa era già più facile, oggi la litigiosità di condomini & vicini è altissima e poter lavare l'auto in cortile è alquanto improbabile, a meno di non disporre appunto di un ampio cortile di proprietà....  :-\
"Quando un italiano vede passare un'auto di lusso il suo primo pensiero non è di averne una anche lui, ma di tagliarle le gomme" - Indro Montanelli 1909-2001

Offline GunMetal

  • Pilota esperto
  • ***
  • Posts: 109
Re: Breve guida al detailing per le nostre storiche !
« Reply #13 on: 24 Marzo 2017, 13:51:24 »
Eh lo so. In montagna ho una villetta, i box sono sotto le ville ( mia e del vicino, li abbiam scavati insieme) e abbiamo acqua, scolo, spazio ecc. .

A Milano è impossibile o quasi in condominio.
Per gli autolavaggi bisogna andare dopo le 22...quando non c'è nessuno o perlomeno non il gestore...
« Last Edit: 24 Marzo 2017, 13:58:45 by GunMetal »

Offline GunMetal

  • Pilota esperto
  • ***
  • Posts: 109
Re: Breve guida al detailing per le nostre storiche !
« Reply #14 on: 24 Marzo 2017, 17:25:26 »
E proviamo a metter giù la seconda parte. Questa è una fase più delicata, se vogliamo sarebbe lavoro da carrozziere, anche se oggi è abbastanza semplice farlo in proprio.

Si esegue dopo i passaggi precedenti. L'auto a questo punto deve essere immacolata, in modo da poter davvero valutare dove sono i segni e di che entità.

Premessa: se ci sono graffi profondi che intaccano non solo il trasparente, ma pure la vernice; o peggio se ci fosse sotto ruggine, il discorso invece diventa complicato ed è meglio andare da un professionista.

Premessa 2: le auto moderne sono verniciate dai robot --> il risultato è che lo spessore del trasparente, se provate con lo spessimetro, è costante su tutta la vettura. Al massimo vi è una differenza di pochissimi micron (5-6 micron) tra varie zone. Le auto d'epoca eran verniciate a mano da esseri umani. Le differenze di spessore della vernice da una parte all'altre possono essere nell'ordine di 20/30 micron. Idem se alcune parti son state riverniciate a seguito di riparazioni.
Morale: su un'auto moderna correggere swirls e graffietti è questione semplice. Basta avere il prodotto giusto e un pad per rotoorbitale che "tagli" quanto serve. Su auto d'epoca o pezzi particolari sarebbe molto meglio indagare bene prima con lo spessimetro (io non lo posseggo ad esempio, non mi è mai servito e costicchia) e cercare di capire come è stata verniciata, quante mani di vernice, ha su il trasparente ? Se sì quanto ne rimane ? ecc. su tutti i pannelli, su più parti di ogni pannello, prendendo nota degli spessori. Sulla Jaguar vi erano differenze anche di 50micron tra una parte e l'altra. Mi ha fatto le misurazioni il meccanico (che ormai mi chiama "il pignolo"  ;D, suo padre ha varie auto d'epoca ed ha già detto che a me non le venderà mai,  se no gli rompo le ba... ogni 5 minuti dopo  ;D ;D ;D) e abbiamo appurato che non è mai stata ritoccata, men che meno riverniciata. Tutto ancora di fabbrica.

Ah, dimenticavo. Il discorso dipende anche dalle case automobilistiche: alcune hanno trasparenti duri come roccia, e si fa fatica anche con rotativa, pad taglienti ecc. altri morbidissimi... Le Rolls degli anni '80 hanno su tanta di quella vernice...Le 500 o le vecchie Fiat Uno lasciam stare...se sono ancora originali bisogna andar cautissimi....(a detta sempre del meccanico/carrozziere/gommista del paese)

Cosa serve: rotativa tipo Rupes (potere di taglio alto, ma occhio che se non si sa usare è facile far danni), oppure rotoorbitale tipo hero600 (potere di taglio inferiore ma al contempo difficile far danni con queste). Io ho una rotoorbitale, per i miei usi basta e avanza e non è semplice far danno.

I tamponi da applicare alla macchina: ve ne sono di ogni potenza di taglio fino a quelli morbidissimi per lustrare e passar la cera. Grandi, piccoli, di varie marche ecc.

I prodotti:
Compound (immaginate una cartavetro a grana bella spessa, abradono molto)
Polish medi
Polish fini da lucidatura
Glaze (quest'ultimo in realtà "copre" i difetti più che rimuoverli e serve più che altro per dar lucentezza alla vernice)

Con i compound si parte, a seconda delle necessità, dal più "cattivo" e si scende via via fino arrivare al glaze.

Ecco l'effetto di una correzione (la foto è presa da internet, il pannello fa veramente piangere per come è ridotto ma dimostra il risultato):



Il lato a sinistra dello scotch è uno swirl unico (swirl : quei graffietti rotondi e concentrici tipico regalo di autolavaggi a spazzole, spugne per piatti usate per "pulire" la macchina, magari con il NelsenPiatti o peggio il Cif , giacchè è proprio tanto sporca  ;D... ecc.)

La correzione rimuove i primi due/tre micron di trasparente rovinato e riporta la vettura al suo splendore.

Il glaze serve a ridonare brillantezza dopo la correzione, esaltando riflessi e tonalità della vernice.

Dire "passo il polish" in pratica non vuol dire nulla. O si corregge, o si lucida. Ma lucidare con un glaze non rimuoverà graffi e segnetti.
Idem per l'approccio tipo: levo la patina con un bello straccio vecchio e polish in pasta...tanti auguri.... ;D

Quindi:
*) se non vi sono segni, swirls ecc. o ve ne sono pochissimi e decidiamo di tenerceli perchè si notan poco ---> basta il glaze, che tra l'altro un pò li maschera

*) se l'auto è tutta un segno prima si taglia, poi si lucida.

Con la Subaru nuova di fabbrica ho passato giusto un pò di glaze dopo la decontaminazione, non vi erano swirls e graffi.
Idem con la Jaguar, solo glaze perchè era in ottimo stato,  anche se in un paio di punti ho corretto dei graffi (superficiali) più vistosi e poi anche lì ho usato il glaze. Qualche segno c'è ancora ma sono abbastanza piccoli, per ora li tengo non avendo uno spessimetro e fidandomi poco ad andar giù più pesante.

Dopo la correzione, lucidatura, spesso conviene passare un panno imbevuto di un alcol apposito, per rimuovere gli oli dei prodotti lucidanti e quindi risciacquare e....asciugare con estrema cautela. Meglio sarebbe con aria compressa. O aiutandosi con liquidi che aiutano ad asciugare (sì esistono, respingono l'acqua...una spruzzata e tutta l'acqua scivola via). Se facciamo altri segni con gli asciugamani "vecchi" o con le terribili pelli "in simil daino" (le evito come la peste nera)...abbiam buttato via il lavoro

Ok finito questo passaggio si passa alla parte divertente: la protezione. Sigilleremo la vernice appena riportata a splendore affinchè resti lucida e splendente nel tempo.

EDIT:
Per parti in fibra di carbonio, vetri, plastiche dei fanali, parti laccate "tipo pianoforte", legni interni, cromature, parti plastiche ecc. esistono prodotti specifici studiati per quei materiali, pad specifici ecc.
Bisogna capire bene che prodotto serve e poi con calma procedere a piccole prove, con prodotti di varia durezza e pad adeguati, anche con pad a mano se serve.

EDIT 2: ovviamente non abbiamo ancora parlato della pulizia del vano motore, degli interni, dei cerchioni, del trattamento idrorepellente ai vetri ecc.  ;D


« Last Edit: 24 Marzo 2017, 17:56:17 by GunMetal »

Auto d'Epoca - Il forum degli appassionati di auto storiche

Re: Breve guida al detailing per le nostre storiche !
« Reply #14 on: 24 Marzo 2017, 17:25:26 »