Author Topic: L'utilitaria più glamour degli anni '80: recupero e rinascita  (Read 6702 times)

Offline GunMetal

  • Pilota esperto
  • ***
  • Posts: 109
Re: L'utilitaria più glamour degli anni '80: recupero e rinascita
« Reply #15 on: 24 Marzo 2017, 22:25:08 »
Qui in paesello da me è piuttosto bravino, però sui tempi non mi esprimo...a volte rapidissimo, a volte...
Però almeno è onestissimo.

A Milano lascio perdere in partenza, sono piuttosto carucci, e nella maggior parte dei casi sei solo un numero di fattura da sbrigare "con professionalità" asettica...

Online Frosty the snowman

  • Gentleman driver
  • *****
  • Posts: 3062
  • non si dice cabrio, si dice convertibile...
Re: L'utilitaria più glamour degli anni '80: recupero e rinascita
« Reply #16 on: 26 Marzo 2017, 22:26:52 »
Piccole sgradite sorprese:


l'automobile non è un mezzo di trasporto, ma una compagna di viaggio

Online Frosty the snowman

  • Gentleman driver
  • *****
  • Posts: 3062
  • non si dice cabrio, si dice convertibile...
Re: L'utilitaria più glamour degli anni '80: recupero e rinascita
« Reply #17 on: 26 Marzo 2017, 22:35:08 »
Attualmente l'interno si presenta così:

Lo smontaggio del gruppo riscaldamento si è reso necessario per due motivi:
1) sul pavimento avevo trovato macchie di liquido di raffreddamento (probabile perdita dal radiatore del riscaldamento) e brandelli di guarnizione (quella spugnosa che si usa proprio nei condotti dell'aria.
2) facilitare l'accesso ai fissaggi del servofreno, che sarà da revisionare.
Dopo lo smontaggio del servofreno:

E' evidente la simmetria del vano, concepita per facilitare la realizzazione delle versioni con guida a dx e guida a sx.
E qui consentitemi di fare una considerazione su uno dei piaceri di un restauro faidate: l'approfondimento della conoscenza della propria vettura, anche per quanto riguarda le filosofie progettuali. In questo caso sto apprezzando particolarmente la estrema semplicità con cui è concepito tutto il veicolo, e la estrema razionalità di montaggio.
l'automobile non è un mezzo di trasporto, ma una compagna di viaggio

Offline nigel68

  • Gentleman driver
  • *****
  • Posts: 5392
Re: L'utilitaria più glamour degli anni '80: recupero e rinascita
« Reply #18 on: 27 Marzo 2017, 08:27:44 »
Cosa si è spaccato? Il collettore di scarico??

e il resto cos'è ?? la piastra del servofreno?
"Quando un italiano vede passare un'auto di lusso il suo primo pensiero non è di averne una anche lui, ma di tagliarle le gomme" - Indro Montanelli 1909-2001

Online Frosty the snowman

  • Gentleman driver
  • *****
  • Posts: 3062
  • non si dice cabrio, si dice convertibile...
Re: L'utilitaria più glamour degli anni '80: recupero e rinascita
« Reply #19 on: 27 Marzo 2017, 09:31:57 »
Cosa si è spaccato? Il collettore di scarico??

e il resto cos'è ?? la piastra del servofreno?

nella prima foto è uno dei dei supporti del telaietto posteriore (subframe) che sostiene le sospensioni.
nella seconda foto il perno del mozzo posteriore (dove ci sono i cuscinetti ruota) che è storto.
nella terza foto le sedi dei cuscinetti sui bracci oscillanti delle sospensioni posteriori.

Quest'ultimo problema l'avevo già affrontato sulla Rover 111 di mia moglie: http://forum.passioneauto.it/index.php?topic=7170.0
l'automobile non è un mezzo di trasporto, ma una compagna di viaggio

Offline nigel68

  • Gentleman driver
  • *****
  • Posts: 5392
Re: L'utilitaria più glamour degli anni '80: recupero e rinascita
« Reply #20 on: 27 Marzo 2017, 11:02:59 »
Alla faccia della robustezza... ma come mai si producevano quei danni? A parte il discorso bracci oscillanti che non venivano ingrassati... ma il resto? Corrosione? Materiali scadenti?
« Last Edit: 27 Marzo 2017, 11:05:13 by nigel68 »
"Quando un italiano vede passare un'auto di lusso il suo primo pensiero non è di averne una anche lui, ma di tagliarle le gomme" - Indro Montanelli 1909-2001

Online Frosty the snowman

  • Gentleman driver
  • *****
  • Posts: 3062
  • non si dice cabrio, si dice convertibile...
Re: L'utilitaria più glamour degli anni '80: recupero e rinascita
« Reply #21 on: 27 Marzo 2017, 11:38:49 »
Il supporto del telaietto è fatto come un supporto motore: gomma vulcanizzata su due staffe metalliche. Come cedono i supporti motore, così può cedere la vulcanizzazione della gomma su quel supporto. dopo trentatre anni ci sta. Meno male che si trovano ancora.
Il perno storto credo sia il risultato di una botta: c'è anche un segno nel passaruota, dove la ruota è andata a strusciare (chissà quando). Entrambi i danni sono dallo stesso lato, quindi anche lo strappo sul supporto potrebbe essere riconducibile alla stessa botta (anche solo contro un marciapiede).
Tra l'altro, anche uno dei cerchi è danneggiato (ma di quelli ne ho 8...)
l'automobile non è un mezzo di trasporto, ma una compagna di viaggio

Offline GunMetal

  • Pilota esperto
  • ***
  • Posts: 109
Re: L'utilitaria più glamour degli anni '80: recupero e rinascita
« Reply #22 on: 28 Marzo 2017, 00:11:43 »
Però che bello saper restaurare da sè... complimenti !

Offline Venex

  • Pilota esperto
  • ***
  • Posts: 130
Re: L'utilitaria più glamour degli anni '80: recupero e rinascita
« Reply #23 on: 28 Marzo 2017, 18:50:03 »
Mitica Metro! :) Ormai veramente rarissima sulle nostre strade, immagino ce ne siano ancora in madrepatria. Anni fa ero iscritto ad un club inglese che riuniva le Austin Rover con marchio MG, ma non ho idea di quale sia la situazione per gli altri allestimenti. Sì riesce a fare "shopping" per una versione come la tua? In ogni caso ti rinnovo i complimenti per la scelta! ;)

Online Frosty the snowman

  • Gentleman driver
  • *****
  • Posts: 3062
  • non si dice cabrio, si dice convertibile...
Re: L'utilitaria più glamour degli anni '80: recupero e rinascita
« Reply #24 on: 28 Marzo 2017, 20:28:09 »
Mitica Metro! :) Ormai veramente rarissima sulle nostre strade, immagino ce ne siano ancora in madrepatria. Anni fa ero iscritto ad un club inglese che riuniva le Austin Rover con marchio MG, ma non ho idea di quale sia la situazione per gli altri allestimenti. Sì riesce a fare "shopping" per una versione come la tua? In ogni caso ti rinnovo i complimenti per la scelta! ;)

Purtroppo non so se sia possibile risalire tramite qualche ufficio della motorizzazione al numero di esemplari ancora circolanti. In Inghilterra (inutile ribadire la superiorità degli inglesi nel settore auto storiche) è possibile fare una ricerca gratuita online. Di Metro MK1 VandenPlas, in UK ne sono rimaste 24. Per i ricambi, esiste un sito (XPart) che permette la ricerca dei ricambi tra ricambisti di tutta Europa. E' necessario conoscere il part number però.
l'automobile non è un mezzo di trasporto, ma una compagna di viaggio

Online Frosty the snowman

  • Gentleman driver
  • *****
  • Posts: 3062
  • non si dice cabrio, si dice convertibile...
Re: L'utilitaria più glamour degli anni '80: recupero e rinascita
« Reply #25 on: 28 Marzo 2017, 20:32:10 »
Mi fa molto piacere leggere i commenti positivi. Credevo davvero di essere uno dei pochi ad apprezzarla.
l'automobile non è un mezzo di trasporto, ma una compagna di viaggio

Offline t.bird

  • Gentleman driver
  • *****
  • Posts: 2657
  • la stella più bella nasce a stoccarda
Re: L'utilitaria più glamour degli anni '80: recupero e rinascita
« Reply #26 on: 28 Marzo 2017, 20:37:56 »
La  Metro MK1 VandenPlas, profuma piacevolmente e profondamente di autoNobile.
una identica alla tua, girava dalle mie parti molti anni fa... credo che sfortunatamente abbia fatto una brutta fine.
Da come ne parli si evince che ti sta molto a cuore, questa alla fine è vera passione.
Darle nuova vita ti fa onore.
t.bird
volere è potere e l'acqua comunque va alla scesa.
se da dietro mi lampeggi,
io penso che saluti,
se mi vuoi superare una gara devi fare
se riesci nell'intento,è giunto il tuo momento
di manico portento.
se apro lo sportello ad una donna o l'auto nuova o la donna nuova.

Online Frosty the snowman

  • Gentleman driver
  • *****
  • Posts: 3062
  • non si dice cabrio, si dice convertibile...
Re: L'utilitaria più glamour degli anni '80: recupero e rinascita
« Reply #27 on: 28 Marzo 2017, 20:44:35 »
Da come ne parli si evince che ti sta molto a cuore

Il motivo principale è spiegato nel primo post.
l'automobile non è un mezzo di trasporto, ma una compagna di viaggio

Offline bonjo

  • Pilota esperto
  • ***
  • Posts: 230
Re: L'utilitaria più glamour degli anni '80: recupero e rinascita
« Reply #28 on: 31 Marzo 2017, 23:08:42 »
Come già detto in altro post, io amavo negli anni 80 queste versioni "lussuose" delle auto normali: Le Vanden Plas, ma anche le varie ford in allestimento Ghia o gli allestimenti CD di Opel e Audi. Nei primi anni '80 erano molto caratterizzati, poi andarono più normalizzandosi. Complimenti Frosty, è bello vedere rinascere una piccola chicca come la tua Metro. E poi dev'essere bello avere un auto che hai desiderato...parecchi anni fa!
2004 Saab 9.3 Sport Sedan 2.2 TiD
1994 Chevrolet Blazer Full-Size 6.5 TD
1989 Toyota Land Cruiser LJ70
1986 Volvo 780 TD

Offline Venex

  • Pilota esperto
  • ***
  • Posts: 130
Re: L'utilitaria più glamour degli anni '80: recupero e rinascita
« Reply #29 on: 04 Aprile 2017, 08:45:06 »
Purtroppo non so se sia possibile risalire tramite qualche ufficio della motorizzazione al numero di esemplari ancora circolanti. In Inghilterra (inutile ribadire la superiorità degli inglesi nel settore auto storiche) è possibile fare una ricerca gratuita online. Di Metro MK1 VandenPlas, in UK ne sono rimaste 24. Per i ricambi, esiste un sito (XPart) che permette la ricerca dei ricambi tra ricambisti di tutta Europa. E' necessario conoscere il part number però.

Caspita!! 24 son proprio poche considerata la capacità degli inglesi di conservare le auto del passato. Quindi ormai una versione veramente rara "worldwide"!  ;)

Auto d'Epoca - Il forum degli appassionati di auto storiche

Re: L'utilitaria più glamour degli anni '80: recupero e rinascita
« Reply #29 on: 04 Aprile 2017, 08:45:06 »