Author Topic: CRS ASI e club federati  (Read 916 times)

Offline ITRAEL

  • Moderatore globale
  • Gentleman driver
  • *****
  • Posts: 6238
  • Fiat 850 spider
Re: CRS ASI e club federati
« Reply #15 on: 19 Novembre 2017, 09:49:19 »
@ITRAEL: se mi volessi comunicare (anche in pvt) il nome di questa compagnìa te ne sarei grato (come detto, io NON sono stato in grado di trovare nulla di buono)...
Nessun mistero: Bartolini e Mauri, io mi rivolgo all'agenzia di Voghera ma non penso ci siano importanti differenze di trattamento tra un'agenzia e l'altra.
Ti consiglio di dare un'occhiata anche qui:
http://forum.passioneauto.it/index.php?topic=6734.330
Quando osservi la vita, ricordati di alzare l'aletta parasole.....

Offline ITRAEL

  • Moderatore globale
  • Gentleman driver
  • *****
  • Posts: 6238
  • Fiat 850 spider
Re: CRS ASI e club federati
« Reply #16 on: 19 Novembre 2017, 09:57:52 »
Ho parlato genericamente di un "obblighismo". Che sia dell' asi che per rilasciare un superfluo pezzo di carta pretende iscrizioni e controiscrizioni, che sia dell' assicurazione che mette i suoi paletti, che sia dell' associazione che mette i suoi poco importa...viviamo in un paese dove gli enti privati che si costituiscono acquisiscono vita propria e dettano le condizioni che gli pare, complice l' assenza di leggi chiare e vincolanti...
sembra l' auto storica sia un lusso da tartassare anzichè un bene da tutelare.

Cioè...solo da noi può succedere che il semplice atto di assicurare un auto storica si trasformi in un incubo tra tariffe folli e condizioni improbabili...
Per dire, ieri ho trascorso gran parte della GIORNATA a fare preventivi e chiedere info senza ottenere sostanzialmente nulla. per di più sembra che perfino nell' ambito della stessa compagnìa ciascuna agenzia a sua volta sia libera di applicare determinate convenzioni e condizioni, dunque non se ne esce a meno di trasformarsi in un call center a tempo pieno che interpelli agenzia per agenzia...
Ditemi se è normale dover spendere ORE per una cosa del genere...
Ma sapete qual'è stata la ciliegina sulla torta? che avevo spuntato un ottimo prezzo presso una nota compagnìa "tetefonica" pur senza alcuna convenzione/beneficio, per poi scoprire che avevo inserito il cap sbagliato nel preventivo; corretto quello ho scoperto che tra centro e periferia della stessa città la tariffa RADDOPPIA....cioè...no...dai...non ne posso più...
O sei stato sfortunato o la stai ingigantendo, oppure, caso più probabile, ti sei affidato solo alla rete.
Il mio pensiero è che comunque, qualcuno esperto, debba certificare che la tua auto è in buoni/dignitose condizioni da poter giustificare il trattamento di auto storica, Tra l'altro sono decisamente contrario al fatto che, una volta emesso il CRS, quel veicolo per i successivi 50 anni rimarrà nelle condizioni testimoniate dalle foto allegate alla richiesta.
Un controllo periodico dovrebbe essere la norma.
Se poi vogliamo aprire un discorso sulla paralisi dovuta alla burocrazia in Italia, sulla mancanza di equità della tassa di possesso, svincolata dall'età dell'auto, più volte ho espresso il mio pensiero(che vale come opinione di uno qualsiasi e quindi poco più di zero), allora non ce la caviamo più  ::)
Quando osservi la vita, ricordati di alzare l'aletta parasole.....

Offline pugnali53

  • Gentleman driver
  • *****
  • Posts: 1015
Re: CRS ASI e club federati
« Reply #17 on: 19 Novembre 2017, 10:26:13 »
Il mio intervento a pag 22 sulla discussione che ti hà indirizzato ITRAEL ti avrebbe fatto risparmiare le ore che hai perso....

Centro assicurativo pavese accetta auto da 20 anni ma esamina caso x caso adeguando il premio, ad esempio nessun problema x la mia lotus elise del 1996 ma credo che pagherò di più della mia bmw 525 tds sempre del 1996 che comunque accetta, l'iscrizione all'asi non è richiesta dell'auto, ma forse sì del proprietario a un club federato asi, io sono un caso a parte per questo motivo riguardo a quest'ultima affermazione non sono preciso, dopo i 25 anni nessun problema.
Si può assicurare l'auto solo dal mese successivo ai 20 anni dalla data d'immatricolazione, altra cosa interessante con un sovraprezzo di 80 euro x tutto il parco auto lo puo guidare un 21enne, di 4 auto assicurate compreso il sovraprezzo x 21enne io pago 349 euro dal 2016 guida limitata a 4 patentati identificati in polizza e qualsiasi operatore del settore, carrozziere, elettrauto, meccanico, dipendenti compresi, è vietata la circolazione contemporanea di 2 o più auto.

A volte leggere lo storico di questo forum non è una perdita di tempo, a proposito della mia bmw E 39 del 1996 non iscritta Asi, come nessuna delle mie storiche tranne l'alfetta gtv 2000 che era già asi al momento dell'acquisto, non hò pagato un centesimo in più delle altre più datate, quindi io stò pagando 69,8 euro cadauna delle 5 che attualmente hò assicurate, se uno degli autorizzati alla guida non avesse meno di 26 anni, mio figlio, pagherei 269 euro totali quindi 53,8 euro cadauna compreso recupero stradale fino a 150 euro, non lo trovo assolutamente caro, naturalmente esistono varie formule da adattare caso x caso x una o più auto con coperture variabil, che ovviamente fanno lievitare il premio, vetri, eventi atmosferici, assistenza legale, massimali elevati, ecc ecc centro assicurativo pavese 0382465574 parlare con Elisa.
« Last Edit: 19 Novembre 2017, 10:40:50 by pugnali53 »

Offline Danpol

  • Pilota junior
  • **
  • Posts: 66
Re: CRS ASI e club federati
« Reply #18 on: 19 Novembre 2017, 10:38:10 »
Quote
O sei stato sfortunato o la stai ingigantendo, oppure, caso più probabile, ti sei affidato solo alla rete.
Per ora ho cercato solo in rete, chiaramente. Non vedrei altre possibilità, a meno di non andare "porta a porta" per agenzie a caso...al momento non mi vengono in mente altri possibili criteri di ricerca...

Quote
Il mio pensiero è che comunque, qualcuno esperto, debba certificare che la tua auto è in buoni/dignitose condizioni da poter giustificare il trattamento di auto storica, Tra l'altro sono decisamente contrario al fatto che, una volta emesso il CRS, quel veicolo per i successivi 50 anni rimarrà nelle condizioni testimoniate dalle foto allegate alla richiesta.
Un controllo periodico dovrebbe essere la norma.
D'accordissimo.

...comunque i due broker che segnalate li avevo consultati: per quanto riguarda Bartolini e Mauri in effetti avevo utilizzato il loro preventivatore online e mi era venuta fuori una cifra assurda, oltre al fatto che tra le codizioni di polizza è richiesto il possesso di almeno DUE auto storiche...mentre per il centro assicurativo pavese avevo rinunciato dal momento che anche solo per il preventivo è richiesto comunque l'invio di tutta la documentazione del veicolo (e del contraente), ed in più vedo ora che sono ITAS anche loro (come Bartolini e Mauri), dunque, suppongo stessi vincoli.
senza contare che in entrambi i casi dovrei "inventarmi" anche un club al quale iscrivermi...

Vicolo cieco, come volevasi dimostrare...
« Last Edit: 19 Novembre 2017, 16:28:17 by ITRAEL »

Offline pugnali53

  • Gentleman driver
  • *****
  • Posts: 1015
Re: CRS ASI e club federati
« Reply #19 on: 19 Novembre 2017, 10:47:19 »
Danapol ma ti è gran fatica spedire al centro assicurazione pavese una scansione del libretto di circolazione e di un documento del contraente? A me solo questo hanno richiesto, d'altra parte come fanno a stipulare la polizza senza documenti del veicolo da assicurare e contraente?

Offline Danpol

  • Pilota junior
  • **
  • Posts: 66
Re: CRS ASI e club federati
« Reply #20 on: 19 Novembre 2017, 11:06:33 »
nessuna fatica; manca però un documento che certifica la mia iscrizione ad un club...

Offline valetri75

  • Gentleman driver
  • *****
  • Posts: 2967
Re: CRS ASI e club federati
« Reply #21 on: 19 Novembre 2017, 13:54:47 »
la maggior parte delle Nazioni ha adottato la formula di delegare la certificazione ad un organismo indipendente, privato e federato alla FIVA.

Ignoro come sia regolata all'estero la materia, però in Italia abbiamo almeno due enti federati FIVA, quindi perché concedere il tutto in monopolio all'ASI?

Offline pugnali53

  • Gentleman driver
  • *****
  • Posts: 1015
Re: CRS ASI e club federati
« Reply #22 on: 19 Novembre 2017, 15:30:19 »
nessuna fatica; manca però un documento che certifica la mia iscrizione ad un club...

X me l'hanno voluta dopo stipulata la polizza, comunque l'hò fatto solo una volta, poi sò che vorrebbero che il proprietario o contraente fosse iscritto a un club associato asi ma anch'io come te la vedo una cazzata quindi non l'ho più fatto e siccome non hanno piu preteso la fotocopia dell'iscrizione stop a club di qualsiasi tipo, sanno solo chiedere senza dare.

Offline ITRAEL

  • Moderatore globale
  • Gentleman driver
  • *****
  • Posts: 6238
  • Fiat 850 spider
Re: CRS ASI e club federati
« Reply #23 on: 19 Novembre 2017, 16:31:51 »
Come già scritto, Bartolini e Mauri richiede che il veicolo sia almeno ventennale e che si sia iscritti ad un club legalmente costituito: l'iscrizione al club mi costa 60 euro mentre l'assicurazione per 4 veicoli, quest'anno, mi è costata 280 euro.
A testimonianza della serietà, provai a chiedere di includere la mia Fiesta, classe 1993, e mia auto quotidiana nella polizza di cui sopra e mi fu risposto che, per poterla assicurare come storica, avrei dovuto dimostrare la proprietà di un veicolo più moderno.In altre parole, se hai un'auto vecchia con cui circoli tutti i giorni, non te l'assicuro come storica, scelta che condivido, lasciando perdere ogni polemica o puntualizzazione sui comportamenti banditeschi di molte compagnie. >:(

« Last Edit: 19 Novembre 2017, 16:36:59 by ITRAEL »
Quando osservi la vita, ricordati di alzare l'aletta parasole.....

Offline pugnali53

  • Gentleman driver
  • *****
  • Posts: 1015
Re: CRS ASI e club federati
« Reply #24 on: 19 Novembre 2017, 17:49:34 »
I costi all'incirca si equivalgono fra Bartolini e Mauri e il centro assicurativo pavese, anche a me x il mio toyota land cruiser kdj 95 3.0 turbodiesel del 2001 in classe 1 da sempre il centro assicurativo pavese mi hà chiesto un premio di 1200 euro x solo rca, ovviamente l'hò assicurata con altra compagnia a 370 euro, x quel che mi riguarda sono competitivi solo sulle storiche per il resto solito caos incomprensibile sui premi.

Offline nigel68

  • Gentleman driver
  • *****
  • Posts: 5392
Re: CRS ASI e club federati
« Reply #25 on: 20 Novembre 2017, 08:28:34 »
Danpol, posso essere schietto: la stai ingigantendo oltre ogni limite, alza il deretano dal divano e telefona o vai di persona da un paio di broker. Si fa così, si è SEMPRE fatto così. Non è una passione da divano + computer.
"Quando un italiano vede passare un'auto di lusso il suo primo pensiero non è di averne una anche lui, ma di tagliarle le gomme" - Indro Montanelli 1909-2001

Offline ITRAEL

  • Moderatore globale
  • Gentleman driver
  • *****
  • Posts: 6238
  • Fiat 850 spider
Re: CRS ASI e club federati
« Reply #26 on: 20 Novembre 2017, 09:23:30 »
Sono d'accordo con Nigel: tra le difficoltà burocratiche italiote, non rientra la stipula di una polizza assicurativa a costi e procedure ragionevoli.
Leggiti almeno le ultime pagine(= quelle più aggiornate) della discussione che ti ho segnalato e chiama telefonicamente le agenzie, NON affidarti al preventivo online.Quella sì è una perdita di tempo.
Tieni conto che una polizza per auto d'epoca, non è certo il maggior interesse economico per la compagnia e quindi, online, non c'è alcun interesse a rendere appetibile la stipula.
La disponibilità a proporre una polizza specifica per la nostra passione è dettata, principalmente, da completezza di servizio.Si può prevedere che il cliente che già è assicurato con la moderna, chieda una polizza per la veterana e, in quel modo soddisfi e mantieni il cliente.
Quando osservi la vita, ricordati di alzare l'aletta parasole.....

Offline nigel68

  • Gentleman driver
  • *****
  • Posts: 5392
Re: CRS ASI e club federati
« Reply #27 on: 28 Novembre 2017, 15:20:02 »
In Francia, dato che prima o poi qualcuno metterà dei vincoli alla circolazione delle auto obsolete (in particolare a gasolio), la Federazione Francese delle Auto d'Epoca si sta già muovendo per capire dagli associati le vere necessità tramite un sondaggio...

https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLScUdlngsMap75E2O7ylQOGPRunPlBWrTmUitdkh2UyAqfIwXw/viewform

Utopia per noi?
« Last Edit: 28 Novembre 2017, 15:24:50 by nigel68 »
"Quando un italiano vede passare un'auto di lusso il suo primo pensiero non è di averne una anche lui, ma di tagliarle le gomme" - Indro Montanelli 1909-2001

Offline ITRAEL

  • Moderatore globale
  • Gentleman driver
  • *****
  • Posts: 6238
  • Fiat 850 spider
Re: CRS ASI e club federati
« Reply #28 on: 28 Novembre 2017, 15:58:19 »
In Francia, dato che prima o poi qualcuno metterà dei vincoli alla circolazione delle auto obsolete (in particolare a gasolio), la Federazione Francese delle Auto d'Epoca si sta già muovendo per capire dagli associati le vere necessità tramite un sondaggio...

https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLScUdlngsMap75E2O7ylQOGPRunPlBWrTmUitdkh2UyAqfIwXw/viewform

Utopia per noi?
direi fantascienza :(
Quando osservi la vita, ricordati di alzare l'aletta parasole.....

Offline Frosty the snowman

  • Gentleman driver
  • *****
  • Posts: 3062
  • non si dice cabrio, si dice convertibile...
Re: CRS ASI e club federati
« Reply #29 on: 28 Novembre 2017, 16:24:26 »
Se non ho capito male può compilarlo chiunque, non solo gli associati (io l'ho fatto...)
Che valore ha una tale consultazione? Nessuno.
l'automobile non è un mezzo di trasporto, ma una compagna di viaggio

Auto d'Epoca - Il forum degli appassionati di auto storiche

Re: CRS ASI e club federati
« Reply #29 on: 28 Novembre 2017, 16:24:26 »