Author Topic: 1966 Chrysler Newport 383 Convertible - Storia e restauro.  (Read 31325 times)

Offline Quetzalcoatl

  • Gentleman driver
  • *****
  • Posts: 581
Re: 1966 Chrysler Newport 383 Convertible - Storia e restauro.
« Reply #150 on: 27 Marzo 2014, 09:11:57 »
Ora mi hai fatto venire il dubbio su che tipo di accensione abbia la mia Pontiac del '79... tra l'altro, invisibile per invisibile, stavo pensando di sostituire il carburatore Quadrajet con un sistema a iniezione elettronica, che ho visto costare poco meno di mille dollari tutto incluso (esclusa spedizione ovviamente)...
My Cars:
-1999 FIAT Bravo HGT MK2 155 20v "Trinity"
-1979 Pontiac Firebird Trans Am V8 403cu.in. T-Top "Ponty"
-1996 Buick Roadmaster Estate Ltd. Collector's Edition "Moby"

Offline nigel68

  • Gentleman driver
  • *****
  • Posts: 5328
Re: 1966 Chrysler Newport 383 Convertible - Storia e restauro.
« Reply #151 on: 31 Marzo 2017, 07:56:51 »
Dopo essersi bloccato per la millemillesima volta, il motorino del vetro elettrico è stato sostituito con uno nuovo... da Rockauto. Il ricambio non esiste specifico per il 1966 ma si può adattare un window motor del 1974...(grazie alla segnalazione di un amico) sostanzialmente è lo stesso oggetto. Ho però dovuto fare un paio di modifiche: intanto filettare i 3 fori di fissaggio a tutto il pantografo (da 6MA, non ho una filiera in pollici) e quello per la vite per fissare il paragrasso da 4MA. Nel 1974 il montaggio avveniva probabilmente con delle autofilettanti per risparmiare, tanto il corpo è in zama o lega similare, piuttosto "morbida".

Poi ho dovuto girare di 180° tutto il corpo del motorino rispetto alla "testa" (per fortuna è simmetrico) perché i fili di alimentazione toccavano con una piastrina di fissaggio. Fortunatamente invece il cablaggio era già corretto e la spina perfettamente compatibile. Il che conferma la prassi americana (di qualche anno fa, ora non so) che se una cosa viene progettata bene, si continua a produrla all'infinito con variazioni minime.  ;)



Il perno centrale dove ruota l'ingranaggio di comando è leggermente più lungo ma non ostacola il montaggio né il funzionamento... Incrociamo le dita anche perché la prossima volta che si smonterà il pannello porta, le mollette faranno CIAONE  ::)



"Quando un italiano vede passare un'auto di lusso il suo primo pensiero non è di averne una anche lui, ma di tagliarle le gomme" - Indro Montanelli 1909-2001

Offline t.bird

  • Gentleman driver
  • *****
  • Posts: 2597
  • la stella più bella nasce a stoccarda
Re: 1966 Chrysler Newport 383 Convertible - Storia e restauro.
« Reply #152 on: 31 Marzo 2017, 11:58:58 »
ingrassa la cremagliera, il perno e la molla, poi allinea al centesimo di micron le guide, e lubrifica con dell' olio siliconico.
buon lavoro....
t.bird
volere è potere e l'acqua comunque va alla scesa.
se da dietro mi lampeggi,
io penso che saluti,
se mi vuoi superare una gara devi fare
se riesci nell'intento,è giunto il tuo momento
di manico portento.
se apro lo sportello ad una donna o l'auto nuova o la donna nuova.

Offline nigel68

  • Gentleman driver
  • *****
  • Posts: 5328
Re: 1966 Chrysler Newport 383 Convertible - Storia e restauro.
« Reply #153 on: 31 Agosto 2017, 10:58:26 »
"Quando un italiano vede passare un'auto di lusso il suo primo pensiero non è di averne una anche lui, ma di tagliarle le gomme" - Indro Montanelli 1909-2001

Offline andreaelle

  • Pilota junior
  • **
  • Posts: 50
Re: 1966 Chrysler Newport 383 Convertible - Storia e restauro.
« Reply #154 on: 31 Agosto 2017, 13:37:55 »
Grandiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii !!!!!!!!! e complimenti per il fantastico mezzo !!!!

Offline nigel68

  • Gentleman driver
  • *****
  • Posts: 5328
Re: 1966 Chrysler Newport 383 Convertible - Storia e restauro.
« Reply #155 on: 31 Agosto 2017, 14:52:48 »
A beh... ho dimenticato di aggiornare l'odissea del vetro elettrico... vedo di provvedere ;)
"Quando un italiano vede passare un'auto di lusso il suo primo pensiero non è di averne una anche lui, ma di tagliarle le gomme" - Indro Montanelli 1909-2001

Offline Frosty the snowman

  • Gentleman driver
  • *****
  • Posts: 3014
  • non si dice cabrio, si dice convertibile...
Re: 1966 Chrysler Newport 383 Convertible - Storia e restauro.
« Reply #156 on: 04 Settembre 2017, 08:27:06 »
Siamo finiti anche in prima pagina su Nice Matin! :D :D :D :D hahahahah

http://www.nicematin.com/arts/8e-journee-du-collectionneur-a-fontan-un-incroyable-succes-162595

azz... se lo sapevo che eravate lì (mi sembra di vedere anche Luca vero?) venivo anch'io! Ero in Costa Azzurra con la Mercury in quei giorni e avevo visto le locandine.
l'automobile non è un mezzo di trasporto, ma una compagna di viaggio

Offline nigel68

  • Gentleman driver
  • *****
  • Posts: 5328
Re: 1966 Chrysler Newport 383 Convertible - Storia e restauro.
« Reply #157 on: 07 Settembre 2017, 08:56:01 »
Era un raduno divertente per la quantità di auto inusuali che si vedono rispetto ai "nostri" raduni... Atmosfera come al solito informale alla francese, libagioni ottime & gratuite :)

La cosa che mi fa riflettere è vedere parecchie auto italiane elaborate dai francesi in veste sportiva ma fatte BENE. Cioè con particolari coevi, non minchiate ai LED o cerchi improponibili. C'era ad esempio una 127 in livrea Alitalia con rollbar, sedili, vetri in plexiglas, strumentazione "vecchia" con tutta la fusibiliera a vista ecc ecc... roba che avrà preso una 127 da 300 euro allo sfascio e ne avrà spesi sopra 5000 come minimo ma per un risultato spettacolare... Poi anche Alfa e Lancia messe giù cattive... ma con gusto.
"Quando un italiano vede passare un'auto di lusso il suo primo pensiero non è di averne una anche lui, ma di tagliarle le gomme" - Indro Montanelli 1909-2001

Auto d'Epoca - Il forum degli appassionati di auto storiche

Re: 1966 Chrysler Newport 383 Convertible - Storia e restauro.
« Reply #157 on: 07 Settembre 2017, 08:56:01 »