Author Topic: Reimmatricolazione auto straniera. AIUTO!  (Read 9942 times)

Offline pinosuper

  • Pilota
  • *
  • Posts: 10
Reimmatricolazione auto straniera. AIUTO!
« on: 16 Maggio 2013, 19:04:40 »
Essendo nuovo del forum colgo l'occasione per salutare tutti, sperando mi possiate aiutare. Mi chiamo Pino e sono un appassionato di auto e scooter d'epoca. Vengo al mio problema. Ho recentemente restaurato una Peugeot del 1926, acquistata in Italia e proveniente dalla Francia (conosco anche il nome del proprietario francese). Prima di iniziare l'opera di restauro ho chiesto consiglio all'ASI sulla fattibilità della messa in strada specificando che l'auto era senza documenti e senza targa ed era visibile solo il numero di telaio. Mi hanno fatto iscrivere al club e mi hanno fatto fare la scheda tecnica. Dopo un anno mi è arrivato il certificato di rilevanza storica dicendomi che il più era fatto. Qui cominciano i problemi, sono andato alla motorizzazione della mia provincia e mi hanno detto che la devo portare a Roma e fin qui ok, per mancanza di tempo mi sono rivolto allora ad un'agenzia di pratiche auto che si occupa anche di veicoli storici e qui mi sono cadute le braccia: non si può fare niente, l'auto non può essere reimmatricolata senza i vecchi documenti e il certificato rilasciatomi non serve a niente. Ora chiedo a voi che sapete, chi ha ragione l'ASI o l'agenzia? Grazie a tutti.
« Last Edit: 16 Maggio 2013, 19:06:45 by pinosuper »

Offline DOPPIA GOBBA

  • Moderatore globale
  • Gentleman driver
  • *****
  • Posts: 10205
  • my labrador
Re: Reimmatricolazione auto straniera. AIUTO!
« Reply #1 on: 16 Maggio 2013, 19:44:25 »
Come da regolamento prima di postare bisogna presentarsi aprendo una discussione qui

http://forum.passioneauto.it/index.php?board=8.0

Offline pinosuper

  • Pilota
  • *
  • Posts: 10
Re: Reimmatricolazione auto straniera. AIUTO!
« Reply #2 on: 16 Maggio 2013, 19:52:13 »
Scusate, l'ho appena fatto

Offline DOPPIA GOBBA

  • Moderatore globale
  • Gentleman driver
  • *****
  • Posts: 10205
  • my labrador
Re: Reimmatricolazione auto straniera. AIUTO!
« Reply #3 on: 16 Maggio 2013, 19:52:25 »
 ;)

Offline deltahf84

  • Moderatore globale
  • Gentleman driver
  • *****
  • Posts: 26429
  • La vita è troppo breve per non guidare italiano
Re: Reimmatricolazione auto straniera. AIUTO!
« Reply #4 on: 16 Maggio 2013, 21:54:12 »
Mmm...Ti hanno detto un sacco di panzane...

Offline pinosuper

  • Pilota
  • *
  • Posts: 10
Re: Reimmatricolazione auto straniera. AIUTO!
« Reply #5 on: 17 Maggio 2013, 03:35:24 »
In che senso?

Offline mir

  • Pilota junior
  • **
  • Posts: 96
Re: Reimmatricolazione auto straniera. AIUTO!
« Reply #6 on: 17 Maggio 2013, 07:16:13 »
concordo, un mare di panzane!

il DM 17/12/2009 stabilisce che possono essere riammessi alla circolazione anche i veicoli di ORIGINE SCONOSCIUTA (è il tuo caso, in cui non ci sono nè documenti nè targhe d'origine, e ne è sconosciuta la provenienza), se in possesso del CRS ai fini reimmatricolazione.

Cambia agenzia!


Offline nigel68

  • Gentleman driver
  • *****
  • Posts: 5392
Re: Reimmatricolazione auto straniera. AIUTO!
« Reply #7 on: 17 Maggio 2013, 07:28:51 »
L'unico problema è che dovrebbe essere targata presso un Centro Prove Autoveicoli (CPA) e molti Centri in italia non sanno nemmeno cosa voglia dire, dato che si sono sempre occupati di altro.
Se sei disposto a rivolgerti altrove, a Cesate (MI) c'è un'agenzia che ha fatto diverse pratiche presso il CPA di Milano. La Lombardia è l'unica regione che oltre al CPA "pubblico" ha un'ente privato molto competente regolarmente autorizzato dal Ministero. Se vuoi ti invio un MP.
"Quando un italiano vede passare un'auto di lusso il suo primo pensiero non è di averne una anche lui, ma di tagliarle le gomme" - Indro Montanelli 1909-2001

Offline pinosuper

  • Pilota
  • *
  • Posts: 10
Re: Reimmatricolazione auto straniera. AIUTO!
« Reply #8 on: 20 Maggio 2013, 16:32:08 »
Grazie a tutti per le risposte. Ho sentito anche un'altra agenzia consigliatami da un socio ASI, a detta sua sono molto competenti. Li chiamo e incominciano col dirmi che la cosa è difficile; se l'auto è straniera; se ha la guida a destra. Mi hanno dato appuntamento per domani pomeriggio. Leggendo ora i vostri post credo che sia chiaro dove vogliano andare a parare € € €... (correggetemi se sbaglio). A questo punto credo che me la vedrò da solo, contatterò domani il CPA di roma e speriamo vada bene.
Per Nigel68: ti ringrazio moltissimo, il numero mi farebbe comodo nel caso non riesca a venirne a capo al CPA di Roma.

Vi terrò aggiornati.

Offline nigel68

  • Gentleman driver
  • *****
  • Posts: 5392
Re: Reimmatricolazione auto straniera. AIUTO!
« Reply #9 on: 20 Maggio 2013, 16:35:58 »
Ti ho mandato MP. Chiama anche il Club Peugeot Italia sono organizzatissimi e sicuramente a Roma hanno qualche contatto, tieni presente che è uno dei pochissimi club italiani che ha il supporto della filiale ufficiale della Casa.
"Quando un italiano vede passare un'auto di lusso il suo primo pensiero non è di averne una anche lui, ma di tagliarle le gomme" - Indro Montanelli 1909-2001

Online Frosty the snowman

  • Gentleman driver
  • *****
  • Posts: 3061
  • non si dice cabrio, si dice convertibile...
Re: Reimmatricolazione auto straniera. AIUTO!
« Reply #10 on: 20 Maggio 2013, 16:43:05 »
Allora, anche alla luce delle risposte che hai avuto (difficile perchè ha la guida a destra???), io ti consiglio di fare da solo. Oltre al risparmio (significativo, credimi) avrai la soddisfazione di sapere esattamente cosa si deve fare, senza intermediari che spesso su queste pratiche hanno poca esperienza e poca voglia di perderci del tempo.
l'automobile non è un mezzo di trasporto, ma una compagna di viaggio

Offline pinosuper

  • Pilota
  • *
  • Posts: 10
Re: Reimmatricolazione auto straniera. AIUTO!
« Reply #11 on: 20 Maggio 2013, 17:39:14 »
Si lo credo anch'io caro Frosty the snowman. Ma voi che avete esperienza mi potete dire come si svolge questo collaudo?

Offline lapo-87

  • Pilota
  • *
  • Posts: 16
Re: Reimmatricolazione auto straniera. AIUTO!
« Reply #12 on: 11 Luglio 2013, 16:39:04 »
Guida a destra? Ma non è francese?
Comunque com'è finita?
Potresti mettere qualche foto?

Offline nigel68

  • Gentleman driver
  • *****
  • Posts: 5392
Re: Reimmatricolazione auto straniera. AIUTO!
« Reply #13 on: 11 Luglio 2013, 17:12:53 »
Quasi tutte le auto di inizio secolo avevano la guida a dx ;) poi anche se la "mano" da tenere era la destra, pensa a quante Lancia avevano la guida a destra negli anni Sessanta (praticamente tutte). Poi ci son casi strani tipo la Svezia dove le auto (in maggioranza americane) avevano la guida a sinistra pur con circolazione all'inglese fino ad un tal giorno mi pare del 1962 in cui tutta la Svezia "girò" le strade, o l'Argentina (sempre all'inglese fino agli anni 30) ecc ecc...
"Quando un italiano vede passare un'auto di lusso il suo primo pensiero non è di averne una anche lui, ma di tagliarle le gomme" - Indro Montanelli 1909-2001

Offline pinosuper

  • Pilota
  • *
  • Posts: 10
Re: Reimmatricolazione auto straniera. AIUTO!
« Reply #14 on: 19 Gennaio 2014, 06:51:13 »
Ciao a tutti. Scusate se non ho più aggiornato il post, ma volevo fare una specie di vademecum finale che spero possa servire a tutti quelli che, come me si imbarcano nella "bellissima esperienza" della reimmatricolazione di un mezzo storico.
Ve la faccio schematica per non annoiarvi troppo:

1 - Nel momento in cui acquistate un mezzo straniero, di origine sconosciuta, senza targhe, senza libretto ecc... (la mia è straniera e di origine sconosciuta) la cosa fondamentale è redigere una scrittura privata di vendita con firma autenticata del venditore (la potete autenticare in comune, all'ACI o agenzia) e con marca da bollo da Euro 16,00.

2 - Se non lo siete già diventate socio di un club della vostra zona federato ASI. Costo 140 ASI + quota vostro club

3 - Restaurate la vostra auto cercando di documentarvi il più possibile per rispettare l'originalità del mezzo. E man mano chiedete al vostro club che certificati servono (per esempio la certificazione del meccanico che i lavori sono stati eseguiti a regola d'arte ecc...). Loro sanno, a limite li farete dopo.

4 - Una volta completato il restauro ritornate all'ASI e chiedete il certificato di rilevanza storica CRS. Lo dovrete compilare, allegare aventualmente tutta la documentazione del mezzo che siete riusciti a raccogliere (ad esempio a me tra le altre cose mi hanno chiesto una dichiarazione dove descrivo tutti gli interventi meccanici e non oltre al il libretto di uso e manutenzione che sono riuscito a trovare ORIGINALE!), e alla fine aspettare, aspettare e aspettare...
Molto probabilmente verrà un tecnico dell'ASI a visionare il mezzo. Comunque per tutta questa parte ci penserà il vostro club a consigliarvi.
Mi raccomando solo una cosa: prima di scrivere sul libretto ASI i dati sulla massa PESATE la vostra auto soprattutto se è vecchia come la mia!

5 - Aspettare, aspettare e aspettare

6 - Dopo 6/15 mesi ecco finalmente il vostro sudato CRS pronto per l'uso.

7 - Ora in base all'anno di costruzione dovrete andare o alla Motorizzazione della vostra Provincia o al C.p.a. (Centro prove autoveicoli) della vostra Regione per effettuare il collaudo. Il mio è il secondo caso, ma il collaudo si svolge con le stesse modalità. Qui (è successo a me, ma ora voi lo saprete già) mi danno la bella notizia che tutta la fanaleria amorevolmente restaurata non va bene perchè  non ha l'omologazione CEE o IGM. Quindi sono stato costretto a togliere l'originale e sostituirla con la moderna bruttura omologata. Omologati devono poi essere gli specchietti (nel mio caso lo specchietto) e gli pneumatici. Deve poi passare i controlli sulla rumorosità, di frenata ecc... Non è certamente una passeggiata ma io sono la dimostrazione che ce la si può fare  ;).  Comunque trovate tutta la documentazione su come procedere sul sito del C.p.a. della vostra Regione. Se passate il collaudo il tecnico vi rilascerà subito i documenti per poter procedere. Costo 80 Euro circa.

8 - Recatevi presso la Motorizzazione della vostra Provincia con la documentazione che vi ha rilasciato il C.p.a e la fotocopia di un vostro documento. Qui vi faranno compilare un modulo, pagare altri bollettini e aspettare qualche giorno. Costo 80 Euro

9 - Ora la Motorizzazione vi manderà  allo sportello del PRA il quale vi rilascerà le tanto sudate targhe e libretto. Vi consiglio di portarvi appresso anche l'atto di vendita autenticato se mai lo dovessero chiedere. Costo 110 EUro

Tirando le somme con meno di 400 Euro e una vagonata di pazienza (c'ho messo quasi due anni) si fa tutto.

Quindi il mio consiglio è di  lasciare stare le agenzie e le persone non informate per queste cose, fate tutto da soli. Ora sapete. Risparmierete soldi, tempo ma soprattutto avrete imparato qualcosa e il risultato finale risulterà sicuramente più gustoso.

Buona fortuna.

« Last Edit: 19 Gennaio 2014, 06:57:16 by pinosuper »

Auto d'Epoca - Il forum degli appassionati di auto storiche

Re: Reimmatricolazione auto straniera. AIUTO!
« Reply #14 on: 19 Gennaio 2014, 06:51:13 »