Author Topic: Importare auto dall'Irlanda, senza certificato di conformità, come fare??  (Read 4224 times)

Offline lisergico

  • Pilota
  • *
  • Posts: 5
Ciao a tutti, ho bisogno del vostro aiuto per capire come procedere per importare in Italia un'auto d'epoca dall'Irlanda (dove vivo), di cui sono già proprietario: si tratta di una Nissan Figaro del 1992, marciante e regolarmente iscritta al registro automobilistico irlandese (targhe irlandesi), e revisione valida fino al 31/12/2015.

L'auto si presenta in buone condizioni estetiche e meccaniche generali, ha carrozzeria di tipo "targa" (capote apribile, con montanti fissi), ed è originale in tutte le sue parti.

Quest'auto era un modello inizialmente previsto solo per il mercato giapponese, prodotta in una serie limitata di 20.000 esemplari, come riportato da documentazione disponibile online: http://it.wikipedia.org/wiki/Nissan_Figaro , ed è stata poi importata in Irlanda da usata in tempi più recenti (2008 se non erro), attraverso canali non ufficiali (ce ne sono parecchie sia in Irlanda che UK).

Ora, io vorrei importare ed immatricolare quest'auto in Italia; sicuramente però non avrò disponibile il certificato di conformità in quanto questa vettura non è mai stata omologata e regolarmente importata nel mercato europeo.

Secondo voi come posso procedere burocraticamente per immatricolare questo mezzo in Italia?
E' possibile per questa vettura l'emissione del certificato di rilevanza storica tramite ASI?

Come potete intuire, la procedura per portare in Italia l'auto non è semplicissima ne' economica, pertanto vorrei evitare di scoprire solo a macchina già sul suolo italiano che non mi è possibile immatricolarla.

So per certo che in Italia c'è qualche esemplare circolante, ed ho il numero di targa di almeno uno di questi (in caso potesse tornare utile?)

Grazie mille!! :)

Offline nigel68

  • Gentleman driver
  • *****
  • Posts: 5369
Le auto usate provenienti dalla UE se in possesso della revisione valida vengono immatricolate in italia d'ufficio, senza nemmeno andare al collaudo. Informati presso qualche agenzia specializzata. Se abiti in Lombardia ti posso fornire due o tre recapiti specializzati in pratiche simili, NON andare a caso da una qualsiasi agenzia di pratiche auto che non ti garantisca al 100% la riuscita della pratica.

Il COC (certificato di conformità) serve solo per targare le auto nuove di fabbrica.
"Quando un italiano vede passare un'auto di lusso il suo primo pensiero non è di averne una anche lui, ma di tagliarle le gomme" - Indro Montanelli 1909-2001

Offline lisergico

  • Pilota
  • *
  • Posts: 5
Ciao Nigel,

grazie per la risposta, se è così allora sono a cavallo. Ciò che mi lascia perplesso è comunque che l'auto oggettivamente è sprovvista ad es. di fanali con marcatura CE, ecc.
Hai per caso i riferimenti di queste agenzie a cui posso rivolgermi? Mi farebbe comodo qualcosa in Veneto, ma anche Lombardia va bene.

Se ci sono altri con opinioni o esperienze al riguardo, o anche altri contatti di agenzie pratiche auto particolarmente esperte in materia di import auto dall'estero (UE, ma originariamente prodotte per mercati extra-UE), sono ben accetti!!

Invece - c'è modo di immatricolarla direttamente ASI in modo da pagare importo IPT ridotto? come dovrei fare?

Grazie mille

Offline Frosty the snowman

  • Gentleman driver
  • *****
  • Posts: 3042
  • non si dice cabrio, si dice convertibile...
L'importo IPT ridotto è stato abolito dall'ultima legge di stabilità
l'automobile non è un mezzo di trasporto, ma una compagna di viaggio

Offline lisergico

  • Pilota
  • *
  • Posts: 5
mmm... stavo guardando le informazioni sul sito dell'ACI per l'immatricolazione di un auto usata con provenienza UE:
http://www.aci.it/i-servizi/guide-utili/guida-pratiche-auto/importare-un-veicolo.html

dice che bisogna fare domanda sul modulo TT 2119, il quale chiede per l'appunto al campo n.20 il numero di omologazione...  che non ho! :-\
help!

Offline nigel68

  • Gentleman driver
  • *****
  • Posts: 5369
Oh ma sei DE' COCCIO!! Se ti ho detto di chiedere all'agenzia, CHIEDI ALL'AGENZIA!!! :D :D :D
"Quando un italiano vede passare un'auto di lusso il suo primo pensiero non è di averne una anche lui, ma di tagliarle le gomme" - Indro Montanelli 1909-2001

Offline Frosty the snowman

  • Gentleman driver
  • *****
  • Posts: 3042
  • non si dice cabrio, si dice convertibile...
Oh ma sei DE' COCCIO!! Se ti ho detto di chiedere all'agenzia, CHIEDI ALL'AGENZIA!!! :D :D :D

Sai che io condivido l'approccio faidate e per quanto mi riguarda le agenzie potrebbero chiudere, quindi le domande relative alla compilazione del modulo TT2119 le farei direttamente allo sportello della motorizzazione, dove presenti il modulo stesso.
l'automobile non è un mezzo di trasporto, ma una compagna di viaggio

Offline lisergico

  • Pilota
  • *
  • Posts: 5
Oh ma sei DE' COCCIO!! Se ti ho detto di chiedere all'agenzia, CHIEDI ALL'AGENZIA!!! :D :D :D

Certo, lo farò, e anzi ti ringrazio per i contatti che mi hai girato via PM :)
In ogni caso - visto che questo è un forum di discussione - mi fa piacere parlarne e discuterne il più possibile e apertamente anche con gli utenti del forum.

Offline nigel68

  • Gentleman driver
  • *****
  • Posts: 5369
Sai che io condivido l'approccio faidate e per quanto mi riguarda le agenzie potrebbero chiudere, quindi le domande relative alla compilazione del modulo TT2119 le farei direttamente allo sportello della motorizzazione, dove presenti il modulo stesso.

Si ma proprio perché mi conosco :D :D :D non riuscirei mai a intavolare un discorso coi cretini che affollano l'ACI o la MCTC... dopo 30 sec. inizio a grattarmi ;D ;D ;D ;D hahahah! Poi sinceramente dato che non ho più nemmeno il tempo per tagliarmi le unghie, preferisco di gran lunga pagare e ottenere il risultato.
"Quando un italiano vede passare un'auto di lusso il suo primo pensiero non è di averne una anche lui, ma di tagliarle le gomme" - Indro Montanelli 1909-2001

Offline Sovrasterzo

  • Gentleman driver
  • *****
  • Posts: 942
Secondo voi come posso procedere burocraticamente per immatricolare questo mezzo in Italia?
Si, servono i dati tecnici rilasciati/timbrati dall'ente irlandese preposto a tal fine (solitamente è la motorizzazione, ma non ho esperienza diretta con l'Irlanda), il contratto d'acquisto (ma non è il tuo caso perché sei già intestatario nel paese estero), i documenti esteri del veicolo (quelli che da noi sono la carta di circolazione ed il certificato di proprietà) ed il COC (o in alternativa i dati tecnici rilasciati/timbrati dalla motorizzazione del paese estero).

Questa però è la procedura classica senza passare dall'ASI.

Quote
E' possibile per questa vettura l'emissione del certificato di rilevanza storica tramite ASI?
Si, in questo modo otterresti la riduzione dell'IPT nonostante l'auto non abbia 30 anni ma ne abbia più di 20, ma sempre che la tua Regione sia tra le poche che ancora la applicano.

Le auto usate provenienti dalla UE se in possesso della revisione valida vengono immatricolate in italia d'ufficio, senza nemmeno andare al collaudo.
Le immatricolano anche senza revisione valida, con il vincolo di dovervi procedere ad immatricolazione avvenuta per poter circolare. I requisiti sono altri, ovvero quelli descritti sopra, d'ufficio non viene immatricolato nulla (anche se revisionato) senza i documenti citati.

Quote
Il COC (certificato di conformità) serve solo per targare le auto nuove di fabbrica.
Non è così. E' un documento il quale permette di ovviare ai dati tecnici rilasciati dalla casa costruttrice o dall'ente preposto dal paese in questione, timbrati poi dalla motorizzazione.

L'importo IPT ridotto è stato abolito dall'ultima legge di stabilità
Dipende da quale sia la Regione di Lisergico, siccome non è così in tutte le Regioni.
« Last Edit: 12 Febbraio 2015, 17:19:23 by Sovrasterzo »

Offline nigel68

  • Gentleman driver
  • *****
  • Posts: 5369
Sovrasterzo, secondo me hai l'ottimistica tendenza a pensare che data una normativa vigente, essa venga seguita in tutta italia dagli enti preposti. Non è così, data l'ignoranza e la protervia dei funzionari.

Ti posso portare esempi di Motorizzazioni che hanno immatricolato d'ufficio veicoli di provenienza UE con la sola traduzione giurata della carta di circolazione, ed altre che si sono inventate documenti inesistenti. In un caso è stata addirittura chiesta e presentata una scheda tecnica rilasciata dalla Citroen Italia (per un veicolo francese in possesso della carte gris collection) che ovviamente nulla ha a che vedere col COC trattandosi di una 2CV del 1960 pur in presenza della scheda tecnica ASI !!! Follia.

In ogni caso, anche dalla pagina dell'Associazione Cretini Italiani :D :D :D si legge chiaramente che il COC non è mai richiesto se il veicolo è usato/già immatricolato.
Il COC serve e viene fornito in originale dalla Casa madre solamente per la prima immatricolazione (15 anni di concessionaria, qualcosa ne saprò). Poi può anche servire per sparare in orbita uno Shuttle, ma la Casa madre non ne rilascia MAI un'altro originale in quanto in gergo il COC è "finanziato" cioè costa l'equivalente del valore del veicolo nuovo.
"Quando un italiano vede passare un'auto di lusso il suo primo pensiero non è di averne una anche lui, ma di tagliarle le gomme" - Indro Montanelli 1909-2001

Offline Frosty the snowman

  • Gentleman driver
  • *****
  • Posts: 3042
  • non si dice cabrio, si dice convertibile...

Dipende da quale sia la Regione di Lisergico, siccome non è così in tutte le Regioni.

Purtroppo no. l'IPT non è una tassa regionale e le leggi regionali non la contemplano. Oltretutto l'IPT ridotta è stata abolita anche per la ultratrentennali, aspetto che nell'ubriacatura mediatica del bollo, è passato un po' inosservato.
l'automobile non è un mezzo di trasporto, ma una compagna di viaggio

Offline nigel68

  • Gentleman driver
  • *****
  • Posts: 5369
l'IPT ridotta è stata abolita anche per la ultratrentennali, aspetto che nell'ubriacatura mediatica del bollo, è passato un po' inosservato.

You're serious ? ??? i nostri "amici" dicono una cosa diversa:
http://www.aci.it/i-servizi/guide-utili/guida-pratiche-auto/veicoli-storici.html

"A partire dal 1° gennaio 2015, a seguito delle modifiche introdotte dalla Legge di Stabilità 2015, non godono più delle agevolazioni IPT i veicoli di particolare interesse storico e collezionistico ultraventennali (costruiti da oltre vent'anni e da non più di trenta)."
« Last Edit: 14 Febbraio 2015, 07:41:30 by nigel68 »
"Quando un italiano vede passare un'auto di lusso il suo primo pensiero non è di averne una anche lui, ma di tagliarle le gomme" - Indro Montanelli 1909-2001

Offline ITRAEL

  • Moderatore globale
  • Gentleman driver
  • *****
  • Posts: 6190
  • Fiat 850 spider
You're serious ? ??? i nostri "amici" dicono una cosa diversa:
http://www.aci.it/i-servizi/guide-utili/guida-pratiche-auto/veicoli-storici.html

"A partire dal 1° gennaio 2015, a seguito delle modifiche introdotte dalla Legge di Stabilità 2015, non godono più delle agevolazioni IPT i veicoli di particolare interesse storico e collezionistico ultraventennali (costruiti da oltre vent'anni e da non più di trenta)."
Infatti la frase di Frosty: "Oltretutto l'IPT ridotta è stata abolita anche per la ultratrentennali..." secondo la mia interpretazione,intende affermare che, per i veicoli "storici", non c'è più questa agevolazione, anche per le trentennali. ;)
Quando osservi la vita, ricordati di alzare l'aletta parasole.....

Offline nigel68

  • Gentleman driver
  • *****
  • Posts: 5369
Antani ? :D :D :D

L'IPT ridotta rimane SOLO PER LE ULTRATRENTENNALI, è stata eliminata quella ridotta che prima c'era anche per "i veicoli di particolare interesse storico e collezionistico ultraventennali (costruiti da oltre vent'anni e da non più di trenta)"

Cioè per quelle con "più di trenta" non è cambiato niente...
"Quando un italiano vede passare un'auto di lusso il suo primo pensiero non è di averne una anche lui, ma di tagliarle le gomme" - Indro Montanelli 1909-2001

Auto d'Epoca - Il forum degli appassionati di auto storiche