Author Topic: Guidare una storica  (Read 10192 times)

Offline valetri75

  • Gentleman driver
  • *****
  • Posts: 2940
Re: Guidare una storica
« Reply #30 on: 11 Dicembre 2015, 12:43:58 »
ahahahahahahahahah

Offline pugnali53

  • Gentleman driver
  • *****
  • Posts: 948
Re: Guidare una storica
« Reply #31 on: 11 Dicembre 2015, 14:40:59 »
Se continuiamo su questo tema prevedo una raffica di arresti, specie tra noi appartenenti alla FF.OO  ;D  ;D

E che ci autocensuriamo? Se non erro siamo ancora in uno stato, poco, ma pur sempre teoricamente democratico, dove esiste libertà di parola e pensiero, e poi tu in zona Bari non dovresti lamentarti, in veneto siamo controllati peggio che in caserma......sapessi che difficile fare degli allunghi decenti.......non ci rimane che driftare x 2 o 3 giri nelle rotatorie che quì non mancano, ma x questo l'elise non è adatta, troppo bilanciata, molto meglio con il gtv 2000 alfa romeo del 72, a tal proposito inserendo un disco in acciaio in più nell'autobloccante originale son passato, a detta del meccanico, dal 25% stok al 44%, stà di fatto che le intraversate sono spettacolari e continue, volendolo.


Offline valetri75

  • Gentleman driver
  • *****
  • Posts: 2940
Re: Guidare una storica
« Reply #32 on: 11 Dicembre 2015, 18:52:21 »
son passato, a detta del meccanico, dal 25% stok al 44%, stà di fatto che le intraversate sono spettacolari e continue, volendolo.



WOW

Offline Fabio13b

  • Pilota
  • *
  • Posts: 43
Re: Guidare una storica
« Reply #33 on: 12 Dicembre 2015, 14:21:51 »
Leggendo la prima pagina ho pensato "strano non ci siano amanti della guida sportiva qui"...
Fortunatamente non è così :D

Offline pugnali53

  • Gentleman driver
  • *****
  • Posts: 948
Re: Guidare una storica
« Reply #34 on: 12 Dicembre 2015, 15:11:10 »
Leggendo la prima pagina ho pensato "strano non ci siano amanti della guida sportiva qui"...
Fortunatamente non è così :D

Sai invece di cosa mi meraviglio io? Che a scrivere questo sia un 62enne per giunta paraplegico, mentre vedo un sacco di giovani parecchio imbranati x strada, da non confondere con prudenti, non ci sono più mezze misure, o vedi gente drogata, bevuta che non hà la minima cognizione della bella guida e puntualmente si schianta principalmente al sabato sera in molti casi coinvolgendo chi non centra niente, o fermi imbranati, quasi quasi mi vien da rimpiangere i miei tempi quando  si trovavano alla guida a 30 all'ora in pieno rettilineo, allora esistevano, ora solo rotatorie, vecchi col cappello che guidavano tassativamente simca 1000, fiat 850 berlina o prinz 4.

Offline Giulio600

  • Pilota senior
  • ****
  • Posts: 265
Re: Guidare una storica
« Reply #35 on: 12 Dicembre 2015, 15:35:37 »
c'è da dire che noi abbiamo imparato a guidare in mezzo a un traffico impossibile, in mezzo ai rincoglioniti e con dei controlli che tu ai tuoi tempi ti sognavi.. praticamente un ventenne che corre per strada è un masochista per definizione
a me tante volte passa pure la voglia di prenderla in mano la macchina
pensa che per pagarmi studi e passioni la sera, come molti della mia età, consegno pizze a domicilio, in una pizzeria che tra l'altro ha un bel giro e con consegne anche abbastanza lontane. ora non dico che corro come un pazzo disgraziato, ma mi trovo nella situazione in cui da una parte ho il cliente che abita in c*lo al mondo e pretende la pizza calda come appena uscita e in pizzeria il titolare che non vuole ritardi, ora la grande mole di lavoro accade nel finesettimana, giorni in cui gli ebeti incapaci alla guida hanno l'innato istinto di prendere la macchina per muoversi ai 40 all'ora senza un motivo apparente, ebbene in tutto questo se guido in maniera vivace rischio di perdermi il guadagno della serata e oltre, senza contare tutti gli alcooltest (mentre guido la macchina della pizzeria, vabè)
non dico di avere il diritto di guidare in maniera scellerata, ma un minimo di buonsenso, abito e lavoro in APERTA CAMPAGNA
per carità non prendete questo mio discorso come il solito ragazzetto acab e sbirricattivi, ma mi chiedo: tanta gente che se ne va in giro senza avere un c*zzo da fare, ma perchè non resta a farselo a casa sua?
-Sono riuscito a comprarmi la macchina, una 600!
-Carina dai!
-Intendo quella vecchia! Del '67!
-Ah.. Vabè tranquillo, vedrai che ne prenderai una buona più avanti....

Offline Fabio13b

  • Pilota
  • *
  • Posts: 43
Re: Guidare una storica
« Reply #36 on: 12 Dicembre 2015, 16:53:21 »
Hai ragione pugnali53, pare che la guida sportiva di chi possiede un'auto moderna equivalga ad andare veloce e basta.
L'importante è avere l'esp, gomme e freni buoni. Come no...

Offline ITRAEL

  • Moderatore globale
  • Gentleman driver
  • *****
  • Posts: 6160
  • Fiat 850 spider
Re: Guidare una storica
« Reply #37 on: 12 Dicembre 2015, 18:17:53 »
c'è da dire che noi abbiamo imparato a guidare in mezzo a un traffico impossibile, in mezzo ai rincoglioniti e con dei controlli che tu ai tuoi tempi ti sognavi.. praticamente un ventenne che corre per strada è un masochista per definizione
a me tante volte passa pure la voglia di prenderla in mano la macchina
pensa che per pagarmi studi e passioni la sera, come molti della mia età, consegno pizze a domicilio, in una pizzeria che tra l'altro ha un bel giro e con consegne anche abbastanza lontane. ora non dico che corro come un pazzo disgraziato, ma mi trovo nella situazione in cui da una parte ho il cliente che abita in c*lo al mondo e pretende la pizza calda come appena uscita e in pizzeria il titolare che non vuole ritardi, ora la grande mole di lavoro accade nel finesettimana, giorni in cui gli ebeti incapaci alla guida hanno l'innato istinto di prendere la macchina per muoversi ai 40 all'ora senza un motivo apparente, ebbene in tutto questo se guido in maniera vivace rischio di perdermi il guadagno della serata e oltre, senza contare tutti gli alcooltest (mentre guido la macchina della pizzeria, vabè)
non dico di avere il diritto di guidare in maniera scellerata, ma un minimo di buonsenso, abito e lavoro in APERTA CAMPAGNA
per carità non prendete questo mio discorso come il solito ragazzetto acab e sbirricattivi, ma mi chiedo: tanta gente che se ne va in giro senza avere un c*zzo da fare, ma perchè non resta a farselo a casa sua?
Hai tutta la mia solidarietà  ;)
Quando osservi la vita, ricordati di alzare l'aletta parasole.....

Offline nigel68

  • Gentleman driver
  • *****
  • Posts: 5344
Re: Guidare una storica
« Reply #38 on: 12 Dicembre 2015, 19:06:36 »
Giulio, ho sempre detto che sei il mio figlio segreto :D :D :D quoto al 100% il tuo intervento! ;)
"Quando un italiano vede passare un'auto di lusso il suo primo pensiero non è di averne una anche lui, ma di tagliarle le gomme" - Indro Montanelli 1909-2001

Offline Giulio600

  • Pilota senior
  • ****
  • Posts: 265
Re: Guidare una storica
« Reply #39 on: 13 Dicembre 2015, 13:02:53 »
Giulio, ho sempre detto che sei il mio figlio segreto :D :D :D quoto al 100% il tuo intervento! ;)
allora sgancia le auto, PADRE :D :D
-Sono riuscito a comprarmi la macchina, una 600!
-Carina dai!
-Intendo quella vecchia! Del '67!
-Ah.. Vabè tranquillo, vedrai che ne prenderai una buona più avanti....

Offline il Manta

  • Gentleman driver
  • *****
  • Posts: 2123
Re: Guidare una storica
« Reply #40 on: 13 Dicembre 2015, 16:14:44 »
attenzione alla guida sportiva d'epoca...



:D :D :D

Offline pugnali53

  • Gentleman driver
  • *****
  • Posts: 948
Re: Guidare una storica
« Reply #41 on: 13 Dicembre 2015, 17:40:37 »
Non solo d'epoca purtroppo, ma dove conosco i posti mi scateno anche per tutti quei tratti che con un segnale generico mettono limiti assurdi, come quella volta che nell'ormai lontano inizio 2011 quando la mia corvette c6 z06 aveva ancora le targhe nella controllatissima ss romea all'1,30 di notte quando non c'era anima viva in giro l' head up display segnava la fantastica cifra di 347 kmh, vabbè non erano reali, teoricamente non avrebbe dovuto superare i 320 kmh, ora dopo una "messa a punto" dovrebbe raggiungere i 330 reali, il punto è che con i rapporti stok, lunghissimi x contenere i consumi, quindi inadatti alla pista, alla staccata delle varianti dopo i box di Monza arrivo sui 290 kmh e al Mugello nel punto più veloce 295 kmh, ma mi accontento.....
« Last Edit: 13 Dicembre 2015, 17:44:04 by pugnali53 »

Offline valetri75

  • Gentleman driver
  • *****
  • Posts: 2940
Re: Guidare una storica
« Reply #42 on: 14 Dicembre 2015, 08:03:04 »
Probabilmente oggi i neopatentati sono molto più imbranati rispetto a noi perché imparano a guidare su auto dotate di servofreno, servosterzo, aribag, abs, esp e michiate varie, per cui è l'auto che porta in giro il conducente. Se poi ci aggiungiamo che, come giustamente ha fatto notare Giulio, i livelli di traffico e rincoglioniti alla guida sono notevolmente aumentati, che all'epoca non c'erano i telefonini per cui non correvi il rischio di incontrate il deficiente di turno che mentre guida controlla Fb, email, sms ecc....
In ultimo, anche in conseguenza di quanto sopra, noi eravamo senza dubbio maggiormente incoraggiati alla guida dai nostri genitori, o almeno io già dall'età di 15 anni ogni tanto rubacchiavo la 126 di mia sorella per un giro di qualche minuto in paese e mio padre faceva finta di non accorgersene, poi, appena preso il foglio rosa, dato che lui lavorava nello stesso paese in cui io andavo a scuola, ogni giorno al ritorno mi faceva guidare, per la bellezza di 25 km. E comunque ancor oggi ricordo il primo giorno di patente, in cui andai con la 126 su un piazzale ad imparare a fare i testa-coda ;D

Offline pugnali53

  • Gentleman driver
  • *****
  • Posts: 948
Re: Guidare una storica
« Reply #43 on: 14 Dicembre 2015, 10:24:04 »
Non posso che quotare in toto, mio figlio di 20 anni non mi assomiglia in niente, qualcuno dice per fortuna, eppure è cresciuto in mezzo ai motori, io mi sono sforzato a capire e la risposta che mi  sono dato è che sono cresciuti in un contesto diverso, le loro priorità sono altre, ovviamente non x tutti. Per lui le priorità in ordine d'importanza sono il basket, lo studio, i videogiochi con la ps, i cartoni animati in tv, a causa di ciò abbiamo delle discussioni molto forti su quel che riguarda il lavoro e quel che c'è da fare in casa, fortunatamente non è imbranato alla guida anche se rispetta quasi tutti i limiti.
Hò scoperto solo dopo 19 anni che ce l'hò che la mia bmw 525 tds può percorrere 15,6 km/litro dopo che l'hò data a lui, che assieme ad altri 4 amici è andato a Milano a vedere una partita  importante di basket, essendo neo patentato i 110 in autostrada li hà mantenuti.......mah, io raramente hò percorso più di 10 km con un litro, mia moglie 12, c'è da dire che ultimamente in qualche occasione supero i 14 forse è un segno che stò rincoglionendo.......

Offline nigel68

  • Gentleman driver
  • *****
  • Posts: 5344
Re: Guidare una storica
« Reply #44 on: 14 Dicembre 2015, 11:17:57 »
Per lui le priorità in ordine d'importanza sono il basket, lo studio, i videogiochi con la ps, i cartoni animati in tv,

Mie priorità a 20 anni:
1) gnocca
2) gnocca :D
3) 124 spider
4) università
5) impegno in politica
6) Formula 1
"Quando un italiano vede passare un'auto di lusso il suo primo pensiero non è di averne una anche lui, ma di tagliarle le gomme" - Indro Montanelli 1909-2001

Auto d'Epoca - Il forum degli appassionati di auto storiche

Re: Guidare una storica
« Reply #44 on: 14 Dicembre 2015, 11:17:57 »