Autore Topic: ...ma come si è ridotto il mercato delle storiche??...  (Letto 4057 volte)

Offline Danpol

  • Pilota junior
  • **
  • Post: 67
...ma come si è ridotto il mercato delle storiche??...
« il: 06 Novembre 2017, 12:19:44 »
un mese fa, annuncio che sembra fatto su misura per me: chiamo; auto venduta. ad un "professionista"; a 24 ore dalla pubblicazione.
La settimana scorsa: becco altro annuncio DUE ORE dopo la pubblicazione; già decine di contatti, tre di questi "professionisti", auto certamente venduta, il giorno dopo annuncio sparito...
Siamo in mano a questi "intrallazzoni" perennemente alla ricerca di carrette a prezzi stracciati, che ricevono alert in tempo reale sugli smartfone e ti fottono immancabilmente sul tempo, per poi restaurare la carretta a modo loro e riproporla regolarmente ad un prezzo che se ne sbatte altamente delle quotazioni ufficiali alterando il mercato sia in quotazioni che in qualità.
Ormai ci sono più affaristi che auto storiche in giro...ci rinuncio...

Il Forum di Passioneauto.it

...ma come si è ridotto il mercato delle storiche??...
« il: 06 Novembre 2017, 12:19:44 »

Offline pugnali53

  • Gentleman driver
  • *****
  • Post: 1085
Re: ...ma come si è ridotto il mercato delle storiche??...
« Risposta #1 il: 06 Novembre 2017, 15:22:48 »
Io seguo il mercato delle storiche da anni ormai, almeno  quelle di prezzi medio bassi, fino a qualche tempo, fà 2-3 mesi, era realmente come dici tù ma ultimamente noto una inversione di tendenza netta motivo? In italia la classe media è, e continua ad esserlo distrutta dallo stato, la capacità di risparmiare deli italiani si riduce sempre di più e si rinuncia a quello che non è essenziale, hobby e passioni x primi, di conseguenza generalmente le vendite nel mercato interno rallentano rispetto alle previsioni dei commercianti che si trovano auto invendute in casa, poi ovviamente le cose variano parecchio da modello a modello, consiglio di seguire sempre i vari siti e vedrai che prima o dopo l'occasione capita, la fretta non è mai stata la strategia giusta x fare buoni acquisti, vedo che ultimamente certe auto si trovano a prezzi più bassi di qualche mese fà

Offline Danpol

  • Pilota junior
  • **
  • Post: 67
Re: ...ma come si è ridotto il mercato delle storiche??...
« Risposta #2 il: 06 Novembre 2017, 18:26:26 »
mah...sarà, ma io questa inversione di tendenza non la vedo, almeno sui modelli di mio interesse, che come dicevo, o sono ostaggio dei vari affaristi più o meno improvvisati, o vengono vendute a prezzi mediamente folli, il che è conseguenza del comportamento di cui sopra...perchè l' intrallazzone di turno si crede furbo, compra ad un tozzo di pane ma poi spende MOLTO più di quello che credeva per metterla a posto (sostanzialmente perchè non ne capisce un ciufolo), quindi gonfia il prezzo per trarne in dovuto profitto; chi volesse vendere a prezzo onesto, a sua volta si guarda intorno e vedendo quei prezzi si sente autorizzato ad allinearsi: cioè...perchè dovrei vendere a 5mila quando il resto del mondo vende a 7?...

Offline pugnali53

  • Gentleman driver
  • *****
  • Post: 1085
Re: ...ma come si è ridotto il mercato delle storiche??...
« Risposta #3 il: 06 Novembre 2017, 22:38:34 »
Questo è il motivo x cui i prezzi crescono, ma ripeto da qualche mese noto che il resto del mondo a 7 non vende più e si stà ritornando a 5. poi è ovvio che ci siano offerte molto differenti, ma questo potrebbe benissimo essere dovuto allo stato del mezzo in vendita in ottime condizioni, i restauri possono essere fatti in modo molto diverso e un prezzo anche medio su auto da 30 e più anni può essere molto diverso a seconda delle condizioni del mezzo.

Offline nigel68

  • Gentleman driver
  • *****
  • Post: 5766
Re: ...ma come si è ridotto il mercato delle storiche??...
« Risposta #4 il: 07 Novembre 2017, 07:29:47 »
mah...sarà, ma io questa inversione di tendenza non la vedo, almeno sui modelli di mio interesse, che come dicevo, o sono ostaggio dei vari affaristi più o meno improvvisati, o vengono vendute a prezzi mediamente folli, il che è conseguenza del comportamento di cui sopra...perchè l' intrallazzone di turno si crede furbo, compra ad un tozzo di pane ma poi spende MOLTO più di quello che credeva per metterla a posto (sostanzialmente perchè non ne capisce un ciufolo), quindi gonfia il prezzo per trarne in dovuto profitto; chi volesse vendere a prezzo onesto, a sua volta si guarda intorno e vedendo quei prezzi si sente autorizzato ad allinearsi: cioè...perchè dovrei vendere a 5mila quando il resto del mondo vende a 7?...

E' esattamente il mio pensiero.
"Quando un italiano vede passare un'auto di lusso il suo primo pensiero non è di averne una anche lui, ma di tagliarle le gomme" - Indro Montanelli 1909-2001

Offline pugnali53

  • Gentleman driver
  • *****
  • Post: 1085
Re: ...ma come si è ridotto il mercato delle storiche??...
« Risposta #5 il: 07 Novembre 2017, 11:21:00 »
A sostegno della mia tesi allora andiamo nello specifico, la beta montecarlo che hò comperato alcuni mesi fà era un mio desiderio in archivio da qualche anno messo da parte proprio dall'aumentare spropositato dei prezzi, quando vidi l'inserzione che faceva al caso mio telefonai poco convinto che quell'auto fosse valida visto il prezzo relativamente basso, sicuramente rispetto alle altre montecarlo in vendita, non restava che andarla avedere anche se era nell' hinterland milanese più di 250 km da casa.
Approffittando di un raduno con arrivo abbastanza libero sul lago di garda una domenica mattina andai a vederla e al ritorno andai al raduno, l'auto era su 4 cavalletti in un box all'asciutto e in ombra da 10 anni ferma perchè in uno dei pochissini giri che aveva fatto l'ultimo proprietario la pompa ripetitrice della frizione perdeva olio, coperta da 2 dita di polvere ma con vernice, verdino pisello metalizzato codice lancia 83481 prodotto solo negli anni 1977 1978, la mia è un 1978 ancora in buone condizioni con qualche leggera strisciata su 2 parafanghi che non richiedono radrizzature ma solo verniciatura, io all'inizio hò preventivato verniciatura completa ma ora ci stò ripensando, forse verniciate le 2 strisciate e luccidata è sufficente, si vedrà una volta pulita.
L'auto è totalmente originale, gomme dal battistrada quasi nuovo non ovalizzate visto la sua permanenza sui cavvalletti, ma di 10 anni fà, gli interni da igenizzare, nessuno strappo ai sedili e cruscotto perfetto, il motore gira libero ma non l'hò messo in moto perchè con la fortuna che hò son convinto che dopo qualche minuto salta la cinghia di distribuzione provocando danni, fondi perfetti ruggine assente anche dopo averla ispezionata x bene sul ponte a casa dove è tutt'ora a prendere aria per mancanza di tempo da dedicarle del mio meccanico amico richiesta 6000 euro intrattabili.
La meccanica a detta del venditore è in ordine, visto che si tratta di un'appassionato, molto di più sulle moto d'epoca, attempato e serio da come si è comportato x tutta la trattativa ci credo, tutti i piccoli problemini che aveva prima del fermo me li hà elencati, altri non ne hò trovati, me l'hà fermata sulla parola ovviamente senza nessun anticipo se non dopo la visione subito dopo la telefonata hà levato l'inserzione pur sapendo che il prezzo era sì basso ma equo x quell'auto, altri hanno offerto di più ma se l'andavano a vedere si sarebbero resi conto che difficilmente poteva valere di più, comunque anche lui si è fidato di mè levando l'inserzione x una decina di giorni prima della mia visita.
A ieri su subito.it in italia c'erano 19 beta montecarlo in vendita con prezzo variabile dai 9000 agli oltre 20k euro, non credo che il ripristino della mia mi venga a costare più di 2000 euro salvo sorprese sempre possibili, quindi dovessi rivenderla a un prezzo variabile dai 12k euro a massimo 15k euro ci guadagnerei, il mio problema è che mi innamoro delle auto che compro e non le rivendo più, con la beta montecarlo stà succedendo questo.
Hò sempre pensato che se le banche un tempo x investire i propri guadagni comperavano quadri d'autore e palazzi importanti storici nel mio piccolo potevo comperare auto storiche da rivendere quando ne avrei avuto bisogno o semplicemente guadagnarci, finora non hò mai sbagliato, se rivendo le mie auto ricavo un guadagno che pochi miei investimenti hanno reso tanto.
Si potrebbe fare un'altro discorso sull'alfa romeo giulia, ma si andrebbe troppo lunghi.
« Ultima modifica: 07 Novembre 2017, 11:34:01 da pugnali53 »

Offline t.bird

  • Gentleman driver
  • *****
  • Post: 2733
  • la stella più bella nasce a stoccarda
Re: ...ma come si è ridotto il mercato delle storiche??...
« Risposta #6 il: 07 Novembre 2017, 11:25:30 »
... sono cifre "folli", il prezzo di vendita di tutte le storiche, ho visto vendere una multipla non eccellente, ma da sistemare a 34mila euro.... e uno che ha rifiutato 40mila euro sempre per una multipla direi molto bella....(a chi piace).... quindi il mercato è veramente impazzito, comunque credo che il giochino per molti speculatori finisca presto... almeno è quello che spero io...
t.bird
volere è potere e l'acqua comunque va alla scesa.
se da dietro mi lampeggi,
io penso che saluti,
se mi vuoi superare una gara devi fare
se riesci nell'intento,è giunto il tuo momento
di manico portento.
se apro lo sportello ad una donna o l'auto nuova o la donna nuova.

Offline pugnali53

  • Gentleman driver
  • *****
  • Post: 1085
Re: ...ma come si è ridotto il mercato delle storiche??...
« Risposta #7 il: 07 Novembre 2017, 11:38:20 »
Io rispetto qualsiasi pensiero e/o preferenza, ma non mi sforzo a capire perchè uno possa spendere 34 o 40k x una multipla, non ci riuscirei......

Offline Tr3

  • Pilota
  • *
  • Post: 13
Re: ...ma come si è ridotto il mercato delle storiche??...
« Risposta #8 il: 07 Novembre 2017, 12:53:33 »
.............un amico di mio nipote che vive a Montecarlo  fa il  "rappresentante di auto d'epoca".......

Offline t.bird

  • Gentleman driver
  • *****
  • Post: 2733
  • la stella più bella nasce a stoccarda
Re: ...ma come si è ridotto il mercato delle storiche??...
« Risposta #9 il: 07 Novembre 2017, 13:00:20 »
...
Io rispetto qualsiasi pensiero e/o preferenza, ma non mi sforzo a capire perchè uno possa spendere 34 o 40k x una multipla, non ci riuscirei......

viste le trattative con i miei occhi e sentite con i miei orecchi,  alla fine per battuta ho detto che vendevo la mia W111 per 250mila... e ho aggiunto che non sapevo chi era più matto se quello che non vendeva o quello che offriva....
t.bird
volere è potere e l'acqua comunque va alla scesa.
se da dietro mi lampeggi,
io penso che saluti,
se mi vuoi superare una gara devi fare
se riesci nell'intento,è giunto il tuo momento
di manico portento.
se apro lo sportello ad una donna o l'auto nuova o la donna nuova.

Offline nigel68

  • Gentleman driver
  • *****
  • Post: 5766
Re: ...ma come si è ridotto il mercato delle storiche??...
« Risposta #10 il: 07 Novembre 2017, 13:41:27 »
Il motivo principale di queste speculazioni a mio parere (ma l'ho già detto in tempi non sospetti) è che i nuovi "collezionisti" che si stanno affacciando sul mercato sono degli ignoranti generazionali. I commercianti hanno quindi iniziato con Porsche e altre marche che sono per lo più ancora esistenti: Ferrari, Maserati, un po' meno Jaguar, Alfa Romeo ecc ecc. facendo leva sul cosiddetto "Heritage" visibile a tutti. 

Hanno così preso il volo modelli e marche che nessuno di questi nuovi "appassionati" (che non hanno mai regolato il minimo del Ciao) ha mai guidato prima. Non sanno niente di meccanica, li puoi sodomizzare come vuoi, a colpi di minchiàte su internet, video idioti e post su Scèmbook, perchè capiscono solo quello. Ma sono tremendamente ricchi, soprattutto stranieri e anche da Paesi passati dal carretto alla Lamborghini, quindi con ZERO cultura automoblistica. Oppure hanno l'immaginometro a fondo scala: questi ultimi sono quelli che dopo aver preso la tranvata dal commerciante e scoperto che l'avantreno magari va anche ingrassato, rimettono in vendita il loro "gioiello" ad un prezzo assurdo, convinti di dover rientrare in tutte le spese...

E' per questo, sempre a mio imprescindibile ma fallace giudizio, che modelli ad esempio poco valutati dai VERI appassionati come le iper-problematiche Montreal o Fiat Dino hanno preso il volo. Semplicemente perché nessuno dei nuovi acquirenti sa esattamente di cosa si tratta nè di cosa ha acquistato nè di come guidarlo. Corrado Lopresto raccontava che di recente a Goodwood un facoltoso inglese lo aveva contattato per comprare una delle sue Ferrari... Lui gli ha chiesto il modello e l'altro gli ha risposto "Non importa, basta che sia una Ferrari...voglio un investimento".

Certo le Aurelia B24 sono passate in 10 anni da 200.000 euro a 1 milione. Ma qualcuno dei nuovi proprietari ha un motivo diverso dal film Il Sorpasso per il quale ha comprato la macchina? Bugatti, Ferrari, Aston Martin, sono sempre state irraggiungibili, ma chi è il lobotomizzato che spende 70 mila euro per un furgone Volkswagen? A cosa serve, realmente? Ti diverti? Fai una gara di regolarità? Il giro dei passi alpini? Ci vai veramente in vacanza col surf? No... non ci fai niente, dopo 6 mesi cerchi di rivenderlo o di montargli il metano, questa è la verità :D :D :D hahahaha!!
"Quando un italiano vede passare un'auto di lusso il suo primo pensiero non è di averne una anche lui, ma di tagliarle le gomme" - Indro Montanelli 1909-2001

Offline Frosty the snowman

  • Gentleman driver
  • *****
  • Post: 3201
  • non si dice cabrio, si dice convertibile...
Re: ...ma come si è ridotto il mercato delle storiche??...
« Risposta #11 il: 07 Novembre 2017, 14:19:39 »
ma chi è il lobotomizzato che spende 70 mila euro per un furgone Volkswagen? A cosa serve, realmente? Ti diverti? Fai una gara di regolarità? Il giro dei passi alpini? Ci vai veramente in vacanza col surf?

Chi ci va veramente in vacanza col surf (e uno lo conosciamo entrambi) è un vero appassionato di vecchia data che non l'ha comprato a 70mila euro...
l'automobile non è un mezzo di trasporto, ma una compagna di viaggio

Offline pugnali53

  • Gentleman driver
  • *****
  • Post: 1085
Re: ...ma come si è ridotto il mercato delle storiche??...
« Risposta #12 il: 07 Novembre 2017, 14:56:12 »
C'è da dire che l'anno scorso nel rettilineo di monza alla fine dei box un volkswagen t 2 mi hà superato con almeno 30 km in più della mia alfetta gtv 2000 al massimo delle sue possibilità, 160/170 kmh x mè in quel punto, non aveva targa italiana e il motore ovviamente era un porsche che non hò identificato, non aveva il surf e neanche la bagagliera, forse il t 2 è così valutato perchè credono che vada come quello che mi hà superato.

Offline pugnali53

  • Gentleman driver
  • *****
  • Post: 1085
Re: ...ma come si è ridotto il mercato delle storiche??...
« Risposta #13 il: 07 Novembre 2017, 14:58:41 »
...
viste le trattative con i miei occhi e sentite con i miei orecchi,  alla fine per battuta ho detto che vendevo la mia W111 per 250mila... e ho aggiunto che non sapevo chi era più matto se quello che non vendeva o quello che offriva....
t.bird

Sicuramente entrambi......

Offline nigel68

  • Gentleman driver
  • *****
  • Post: 5766
Re: ...ma come si è ridotto il mercato delle storiche??...
« Risposta #14 il: 07 Novembre 2017, 15:12:29 »
Chi ci va veramente in vacanza col surf (e uno lo conosciamo entrambi) è un vero appassionato di vecchia data che non l'ha comprato a 70mila euro...

Appunto... anche se a dire il vero usa un più comodo Vito ;)
"Quando un italiano vede passare un'auto di lusso il suo primo pensiero non è di averne una anche lui, ma di tagliarle le gomme" - Indro Montanelli 1909-2001

 

Sitemap 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23