Autore Topic: Regione Veneto - se non è truffa ditem voi iche cos'è....  (Letto 910 volte)

Offline elytec71

  • Pilota esperto
  • ***
  • Post: 140
Ciao a tutti
sono proprietario di un'auto del 1991 che ha 300 CV e paga 893 euro di bollo annuo.
Lo scorso anno ho fatto il CRS e sto provvedendo a fare anche la targa Oro , il 03.01.2019 ho fatto la trascrizione sul libretto e mi sentivo abbastanza tranquillo di pagare metà bollo, appena 446 euro , la scadenza del mio bollo è 31.12.2018!
Ma così non è perchè dopo innumerevoli telefonate alla Regione Veneto il 29.01.2019 , due giorni prima della scadenza, esce una delibera di chiarimento che vi allego che prevede tre condizioni il 01.01.2019:

- la macchina deve avere dai 20 ai 29 anni : Ok!
- la macchina deve avere il CRS : Ok!
- bisogna trascrivere iol CRS sul libretto:Ok!

Voi direte bene paghi metà? Invece no, perchè questi requisiti bisogna averli il 01.01.2019 e avendo la trascrizione il 03.01.2019 non ne ho diritto.
Quindi tutti quelli come me, che sia pure in presenza del CRS anche di anni fa ,ma non trascritto entro il 01.01.2019 non ha diritto alla riduzione ,ma questo la legge 145 art 1 comma 1048 non lo dice , se lo è inventato la Regione Veneto, infatti altre Regioni non hanno questo problema
Chi ha la scadenza di bollo ad aprile può fare tutto con calma e paga metà, mentre chi ha dicembre (la maggior parte) paga il doppio!!!
Ma mi chiedo le auto che sono passate da 19 a vent'anni nel 2019 e magari hanno scadenza in dicembre come faranno ad avere l'esenzione , solo dopo il 01.01.2019 possono chiedere l'iscrizione ASI/CRS e trascrizione
Ennesima ruberia di soldi!
Passi per il pagamento del bollo in Veneto e non in Lombardia/Emilia (meglio per loro) ma pagare il doppio, non esenzione, nella stessa regione per un cavillo proprio no...
A proposito hp chiamato decine di volte prima del 29.01 mai preso la linea, lasciato il numero MAI richiamato..
Complimenti!










BMW 850i/1991 - Alfaromeo 75 1.8/1987
Club E31 Italia - www.clube31.it

Il Forum di Passioneauto.it


Offline Sovrasterzo

  • Gentleman driver
  • *****
  • Post: 1025
Re:Regione Veneto - se non è truffa ditem voi iche cos'è....
« Risposta #1 il: 01 Febbraio 2019, 15:55:48 »
È sempre contata solo la data di emissione del C.R.S., mentre la questione dell'aggiornamento della C.d.C. è una novità recente, come ben sai, ragion per la quale, come al solito, si creano astrusi problemi interpretativi. Personalmente opporrei ricorso (ma chiaramente consultati con il tuo Legale), essendo la legge nazionale in oggetto gerarchicamente superiore a quella regionale (ex art. 117 Cost.) nella materia in questione, bensì, ex L. 342/2000 art. 63.1-bis, non è disposto un periodo limite per l'aggiornamento della C.d.C. specifico:

"1-bis. Gli autoveicoli e motoveicoli di interesse storico e collezionistico con anzianità di immatricolazione compresa tra i venti e i ventinove anni, se in possesso del certificato di rilevanza storica di cui all'articolo 4 del decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti 17 dicembre 2009, pubblicato nel supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 65 del 19 marzo 2010, rilasciato dagli enti di cui al comma 4 dell'articolo 60 del codice della strada, di cui al decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, e qualora tale riconoscimento di storicità sia riportato sulla carta di circolazione, sono assoggettati al pagamento della tassa automobilistica con una riduzione pari al 50 per cento."

Ergo, è la data riportata sul C.R.S. la quale fa fede, ovvero l'anno certificato da uno degli Enti previsti dall'art. 60 del C.d.S. il quale lo abbia emesso, che certifica l'età necessaria del veicolo per poter giovare della riduzione tributaria in  oggetto.

PS:

Come anticipai al tempo, non avevo dubbi che questa novella normativa pasticciata avrebbe creato confusione, tant'è che così è stato (ndr: tralascio l'errore del termine "immatricolazione" in luogo di "costruzione" adottato, ma tant'è, del resto nel testo approvato al Senato avevano addirittura sbagliato il riferimento al D.M. 17/12/2009, definendolo "D.M. 17/11/2009", il quale non esiste...).
« Ultima modifica: 01 Febbraio 2019, 15:58:38 da Sovrasterzo »

Offline valetri75

  • Gentleman driver
  • *****
  • Post: 3248
Re:Regione Veneto - se non è truffa ditem voi iche cos'è....
« Risposta #2 il: 01 Febbraio 2019, 19:00:11 »
Non vorrei dire sciocchezze ma il bollo pagato entro il 31 gennaio si riferisce all'anno precedente, per cui nel caso in specie è normale pagare per intero.

Offline ITRAEL

  • Moderatore globale
  • Gentleman driver
  • *****
  • Post: 6838
  • Fiat 850 spider
Re:Regione Veneto - se non è truffa ditem voi iche cos'è....
« Risposta #3 il: 01 Febbraio 2019, 21:15:59 »
Non vorrei dire sciocchezze ma il bollo pagato entro il 31 gennaio si riferisce all'anno precedente, per cui nel caso in specie è normale pagare per intero.
Penso che non sia così, il ministero delle finanze e quindi, lo stato, lo esige anticipato.  ::)
Ho appena pagato(entro il 31/1) quello della KA che copre l'anno solare sino al 31/1/2020
La dichiarazione dei redditi,invece, si riferisce all'anno precedente
« Ultima modifica: 01 Febbraio 2019, 21:17:40 da ITRAEL »
La differenza tra la genialità e la stupidità è che la genialità ha i suoi limiti.
Pensatore sconosciuto

Online il Manta

  • Gentleman driver
  • *****
  • Post: 2345
    • Trofeo Regolarità Friuli Venezia Giulia 2018
Re:Regione Veneto - se non è truffa ditem voi iche cos'è....
« Risposta #4 il: 02 Febbraio 2019, 09:13:03 »
Secondo me è un'interpretazione sbagliata, la regione Veneto fa e disfa a suo piacimento e non ha ancora capito che questa tassa è di competenza nazionale e non regionale, le uniche a poter legiferare in tema di bollo sono le province autonome di Trento e Bolzano.

Visto che sei assoggettato a una legge nazionale, prova ad andare in posta e con un bollettino bollo auto (fascia rossa) paga l'importo del 50% rispetto al'anno precedente: sotto lo spazio per la targa scrivi "art 63 legge 342/2000 esente 50% CRS A.S.I.". Se viene chiesto il codice esenzione, dovrebbe essere "17".

In ogni caso contatta il Garante del Contribuente della tua regione, la sua funzione è proprio quella di dirimere questioni come queste: attento però che le tempistiche non sono rapidissime.
https://veneto.agenziaentrate.it/?id=1662

Offline elytec71

  • Pilota esperto
  • ***
  • Post: 140
Re:Regione Veneto - se non è truffa ditem voi iche cos'è....
« Risposta #5 il: 29 Agosto 2019, 08:11:18 »
Buongiorno a tutti
sono passati un bel pò di mesi vi aggiorno molto velocemente sulla questione che penso sia risolta:
- fatto richiesta al Garante del Contribuente in febbraio 2019, questi mi risponde a metà maggio che non è concesso la riduzione perchè la mia macchina non ha 30 anni (...). lo chiamo e gli dico che non chiesto l'esenzione ma la riduzione del 50% e questi mi dice che loro ritengono che non sia dovuta perchè la Regione ha scelto così , gli ho detto va bene ma me lo scrivete ....riscrivo a fine maggio;
- grazie al link di Vox e ai vari articoli sul giornale giro al Garante la copia della Delibera e questi mi rispondono, rimandandomi la stessa Delibera che mi è concesso il 50% ..gli scrivo che mi è "dovuto"! ma mi dicono di rivolgerm i alla Direzioni Tributi della Regione Veneto;
- nel  frattempo da bravo cittadino a maggio avevo pagato il bollo intero con interessi e penali , oltre 900 euro;
- chiamo il numero verde di infobollo ai primi di luglio e mi dicono che hanno indicazioni ,richiamo e trovo un signore molto gentile che mi dice di mandare carta di identità, CRS, copia libretto con trascrizione e copia bollettino pagato, qui siamo a metà luglio.
- chiamo ai primi di agosto e non hanno indicazioni e mi rispondono l'altro giorno 27.08.2019 dicendo che per avere la compensazione (notare che non gli ho chiesto 450 euro indietro ma di pagare il 2020) e mi dicono di compilare 2 moduli da inviare, fatto il 28.08.2019
Secondo voi è normale una cosa del genere?
« Ultima modifica: 29 Agosto 2019, 08:13:22 da elytec71 »
BMW 850i/1991 - Alfaromeo 75 1.8/1987
Club E31 Italia - www.clube31.it

Online nigel68

  • Gentleman driver
  • *****
  • Post: 5853
Re:Regione Veneto - se non è truffa ditem voi iche cos'è....
« Risposta #6 il: 29 Agosto 2019, 08:31:10 »
Secondo te è normale (da un articolo di Quattroruote) che se schiacci un piede a una persona durante una manovra e l'ospedale lo dimette con 45 giorni di prognosi, ti becchi 5 anni di sospensione della patente e da 3 a 12 mesi di carcere; pena sospesa ma comunque iscritta nella fedina penale ? Eppure questa è l'italia...
"Quando un italiano vede passare un'auto di lusso il suo primo pensiero non è di averne una anche lui, ma di tagliarle le gomme" - Indro Montanelli 1909-2001

Offline valetri75

  • Gentleman driver
  • *****
  • Post: 3248
Re:Regione Veneto - se non è truffa ditem voi iche cos'è....
« Risposta #7 il: 29 Agosto 2019, 08:33:31 »
In Puglia fortunatamente non ho avuto problemi con la moto; immatricolata ad agosto 1999, bollo scadente a luglio e quindi da pagare entro il 31 agosto, crs emesso il 3 agosto, verso il 10 mi reco in una delegazione aci, ove hanno provveduto ad aggiornare la carta di circolazione ed esigere l'imposta ridotta al 50% .

Offline elytec71

  • Pilota esperto
  • ***
  • Post: 140
Re:Regione Veneto - se non è truffa ditem voi iche cos'è....
« Risposta #8 il: 29 Agosto 2019, 08:58:28 »
Direi che non è per niente normale prendersi 5 anni di sospensione della patente e procedimento penale...
Nel mio caso però la questione è più semplice, come sapete ho un Club di E31 e siamo in 35 soci sparsi in tutta Italia, una decina di questi aveva il bollo in scadenza a dicembre  in altre Regioni, l'unico a dover pagare intero è stata il sottoscritto Veneto.
Non dico che se tocca il peggio anche agli altri sia giusta ma magari ti incavoli di meno, nel mio caso molto semplicemente ci hanno provato e ci sono riuscito a intascare i soldi e mi chiedi quanti si sono smazzati come me a chiedere la compensazione...
Se liberalizzano il bollo di competenza solo alle Regione la mia penso che lo raddoppierà nn lo porterà al minimo ..;-)
Per chi ha scadenza aprile o agosto almeno (giustamente) hanno avuto il tempo di "difendersi", nel mio (e altri casi SOLO veneti) fatto il CRS in maggio 2018, nessun obbligo di fare la trascrizione, esce la legge il 01.01, operativa da 02.01, faccio la trascrizione il 03.01 e mi sento contento, ma per un mese la Regione non da indicazione poi esce una delibera con effetto retroattivo il 29.01, si dovea fare entro il 31.12.2018!
A dire il vero anche la nuova Delibera fanno i furbetti, il Ministero dice 60 giorni dalla scadenza del pagamento , quindi non 3 marzo ma 31 gen  + 60 gg = 30 marzo o  3 aprile ..vedete che ci provano sempre!
« Ultima modifica: 29 Agosto 2019, 09:06:22 da elytec71 »
BMW 850i/1991 - Alfaromeo 75 1.8/1987
Club E31 Italia - www.clube31.it

Offline ITRAEL

  • Moderatore globale
  • Gentleman driver
  • *****
  • Post: 6838
  • Fiat 850 spider
Re:Regione Veneto - se non è truffa ditem voi iche cos'è....
« Risposta #9 il: 29 Agosto 2019, 19:05:31 »
Non è necessario commentare, perchè il tuo resoconto parla da sè.
Vivo da 61 anni in questo paese e ho cercato sempre di avere il meno possibile a che fare con le istituzioni  >:(
Ho sempre pensato che avrei sempre dovuto avere la fortuna di avere come interlocutore una persona che ci mettesse della propria buona volontà ed etica personale per facilitare il raggiungimento delle mie richieste.

Senza volermi porre in alcuna posizione politica, da mesi mi domando come sia possibile far credere ed attuare che i nostri porti siano chiusi quando è un atto, giuridicamente illegale e infatti nessuna comunicazione,in tal senso, è mai arrivata alle capitanerie di porto.

Se succede questo, non c'è da stupirsi di nulla rispetto ai comportamenti arroganti ed illegali di una parte delle istituzioni.




La differenza tra la genialità e la stupidità è che la genialità ha i suoi limiti.
Pensatore sconosciuto

Online nigel68

  • Gentleman driver
  • *****
  • Post: 5853
Re:Regione Veneto - se non è truffa ditem voi iche cos'è....
« Risposta #10 il: 30 Agosto 2019, 09:25:23 »
...Senza volermi porre in alcuna posizione politica, da mesi mi domando come sia possibile far credere ed attuare che i nostri porti siano chiusi quando è un atto, giuridicamente illegale e infatti nessuna comunicazione,in tal senso, è mai arrivata alle capitanerie di porto.


E' molto semplice: perché in questo paese, a partire dal Dopoguerra, è stato tutto orchestrato in modo che non esista la possibilità di esercitare alcun potere in maniera CHIARA ED UNIVOCA. Così come un Ministro dell'Interno se dice giustamente che una nave di clandestini non ha alcun diritto di sbarcare su suolo nazionale, non può esercitare alcun potere chiaro e definito perché la Guardia Costiera è in mano al Ministro dei Trasporti (sic...), le navi militari in mano al Ministro della Difesa e non ultimo ci si mettono anche i magistrati che fanno ricorso al TAR.... allo stesso modo è impossibile che esista una autorità che stabilisca in maniera CHIARA ED UNIVOCA come debbano essere calcolate le tasse più banali come il bollo auto, senza che entrino di mezzo enti che si sommano tra di loro (ACI, Regione, Agenzia delle Entrate) eccetera.

In USA le tasse automobilistiche sono definite UNIVOCAMENTE dalla Motorizzazione (DMV), l'immigrazione è definita UNIVOCAMENTE dal Dipartimento di Stato (analogo al ns. Ministero degli Interni) e nessuno si sogna di applicare o non applicare una direttiva in base acome si sveglia la mattina. Il Dept. of State emette una direttiva -> passa al Dept. of Homeland Security -> passa alla Customs & Border Protection che ha i suoi organi di polizia di frontiera che collaborano con i Guardiacoste e la Marina. Stop.
https://www.cbp.gov/newsroom/local-media-release/cbp-air-and-marine-operations-coast-guard-interdict-13-migrants-near
"Quando un italiano vede passare un'auto di lusso il suo primo pensiero non è di averne una anche lui, ma di tagliarle le gomme" - Indro Montanelli 1909-2001

Offline Sovrasterzo

  • Gentleman driver
  • *****
  • Post: 1025
Re:Regione Veneto - se non è truffa ditem voi iche cos'è....
« Risposta #11 il: 31 Agosto 2019, 11:59:51 »
Secondo voi è normale una cosa del genere?
Tralasciando se sia "normale" o "giusto", conta meramente se sia lecito. Se il CRS riporta una data di emissione precedente alla scadenza della tassa automobilistica (es: scadenza aprile, il CRS deve avere data entro il 31 maggio, cioè il periodo previsto per il pagamento) e la carta di circolazione - C.d.C. (desuetamente detta dai più "libretto" o "libretto di circolazione") è stata aggiornata, hai ragione tu.

Noi in Emilia Romagna, così come gli amici della Lombardia, vediamo applicate ancora le nostre rispettive leggi regionali interne, dunque non abbiamo questi problemi, dal momento che i veicoli iscritti sono in "esenzione" oltre i 20 anni (non riduzione del 50%), o più precisamente da noi pagano 25.82 € gli autoveicoli e 10.33 € i motoveicoli circolanti, senza obbligo di aggiornare la C.d.C.: è giusto o normale? No, perché ci sono i cittadini di 18 regioni che se la prendono nei denti, ma è lecito, siccome noi ci atteniamo meramente alla normativa la quale ci viene applicata.

PS:

Faccio notare che per noi è sempre stato così, fin dalla famosa modifica del Governo Renzi alla l. 342/2000 (dal 2015), quando per quattro annualità intere 18 regioni su 20 hanno pagato pieno a prescindere dall'iscrizione per le 20/29enni.

Offline Sovrasterzo

  • Gentleman driver
  • *****
  • Post: 1025
Re:Regione Veneto - se non è truffa ditem voi iche cos'è....
« Risposta #12 il: 31 Agosto 2019, 12:07:37 »
Secondo te è normale (da un articolo di Quattroruote) che se schiacci un piede a una persona durante una manovra e l'ospedale lo dimette con 45 giorni di prognosi, ti becchi 5 anni di sospensione della patente e da 3 a 12 mesi di carcere; pena sospesa ma comunque iscritta nella fedina penale ? Eppure questa è l'italia...
Oltre 40 giorni di prognosi si tratta di lesioni "gravi", dunque in caso di lesioni legate alla circolazione stradale si applica l'art. 590-bis C.P. ("lesioni stradali gravi e gravissime"), il quale, per le gravi, dispone appunto la pena della reclusione (reato di delitto) da tre mesi ad un anno. Dall'applicazione della norma penale conseguono le sanzioni accessorie previste dalla normativa speciale sulla circolazione stradale.

Purtroppo, vi sono corti circuiti praticamente inevitabili, questo perché la disposizione normativa, per definizione, deve essere "generale ed astratta", ovvero riferita alla generalità dei cittadini (non possono esisterne "ad personam") e non a fatti concreti (ovvero escluderne come quello menzionato), seppur si possa palesare, come in questo caso, senz'altro manifestamente deleterio.

 

Sitemap 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23