nivolare.com

Autore Topic: Importare "rottami" dalla Francia, che fare?  (Letto 2886 volte)

Offline Land72

  • Pilota
  • *
  • Post: 13
Importare "rottami" dalla Francia, che fare?
« il: 12 Luglio 2013, 11:45:42 »
E' una storia piuttosto lunga... cercherò di essere il più sintetico possibile sperando di non annoiare nessuno e trovare l'aiuto di qualcuno!
Come anticipato nelle presentazioni sono un novellino, un novellino che si ritrova però di fronte ad una situazione che per certi versi mi riempie di emozione e per altri mi fa paura.
Mio papà, mancato un anno fa, risiedeva in Francia. Mi ritrovo ora con una serie di mezzi in stato di abbandono che vorrei salvare, in totale, da quella casa, mi ritrovo a dover sgomberare 9 auto.
In Italia vorrei trasportare 6 mezzi, tutti mezzi ex militari, e qui i primi dubbi... che documentazione devo avere per caricare le auto su una bisarca e portarle a casa? Tutti i mezzi non sono marcianti, un paio hanno forse regolare carte grise, gli altri sì, c'è qualcosa col nome di mio padre, ma non un libretto originale francese, nessun veicolo è poi provvisto di revisione, alcune jeep conservano ancora la targa originale inglese dopo più di 25 anni. I veicoli sono oggetto di successione, pertanto, della documentazione può essere redatta da un notaio se necessario e utile.
Ho letto qualcosa in giro sul Forum ma il mio è un caso un po' specifico e complesso credo.
Grazie a chi vorrà dar seguito alla mia discussione.

Il Forum di Passioneauto.it

Importare "rottami" dalla Francia, che fare?
« il: 12 Luglio 2013, 11:45:42 »

Offline ITRAEL

  • Moderatore globale
  • Gentleman driver
  • *****
  • Post: 7504
  • Fiat 850 spider
Re: Importare "rottami" dalla Francia, che fare?
« Risposta #1 il: 12 Luglio 2013, 13:40:33 »
Io ho acquistato un Isetta in Gran Bretagna 10 anni fa. Non aveva documenti nè targhe. Avevo solo una dichiarazione di proprietà e di vendita del precedente proprietario. L'ho immatricolata senza alcun problema  :D
Il tuo caso dovrebbe essere più semplice visto che sei un erede. Alla frontiera, nel caso ti chiedessero qualcosa(è probabile visto che sarà una bisarca) dovrebbe essere sufficiente l'atto di successione dove vengono elencati tutti i mezzi e che tu sei l'unico erede.Più importante è sapere che cosa ne vorrai fare. Se li parcheggerai  nel giardino della tua villa in esposizione o se vorrai circolare.
Nel primo caso sonbo solo oggetti, nel secondo dopo il restauro dovrai collaudarli e immatricolarli. ;)

La differenza tra la genialità e la stupidità è che la genialità ha i suoi limiti.
Pensatore sconosciuto

Offline Land72

  • Pilota
  • *
  • Post: 13
Re: Importare "rottami" dalla Francia, che fare?
« Risposta #2 il: 13 Luglio 2013, 12:19:28 »
Ti ringrazio, mi metti addosso un pochino di ottimismo/tranquillità, essendo mezzi non più circolanti temevo potessero essere considerati rifiuti speciali altamente inquinanti o qualcosa del genere e con tutte le conseguenti restrizioni del caso, invece... meglio così!
Uhm... purtroppo non ho una villa e l'idea è di restaurarli, ma l'immatricolazione è un argomento che sono già riuscito ad approfondire nelle pagine del Forum.  ;)
Eventualmente, visto che il tempo passa e le regole cambiano, hai idea a chi mi dovrei rivolgere per avere una risposta definitiva in merito? ACI? Uffici dogana? ...?
Grazie!

Il Forum di Passioneauto.it

Re: Importare "rottami" dalla Francia, che fare?
« Risposta #2 il: 13 Luglio 2013, 12:19:28 »
nivolare.com

Offline cekk500

  • Gentleman driver
  • *****
  • Post: 12441
  • una volta aquisita, non ti serve piu' esperienza
Re: Importare "rottami" dalla Francia, che fare?
« Risposta #3 il: 13 Luglio 2013, 22:42:42 »
Ti ringrazio, mi metti addosso un pochino di ottimismo/tranquillità, essendo mezzi non più circolanti temevo potessero essere considerati rifiuti speciali altamente inquinanti o qualcosa del genere e con tutte le conseguenti restrizioni del caso, invece... meglio così!
Uhm... purtroppo non ho una villa e l'idea è di restaurarli, ma l'immatricolazione è un argomento che sono già riuscito ad approfondire nelle pagine del Forum.  ;)
Eventualmente, visto che il tempo passa e le regole cambiano, hai idea a chi mi dovrei rivolgere per avere una risposta definitiva in merito? ACI? Uffici dogana? ...?
Grazie!

Dalla Francia non ci sono problemi, basta la bolla di trasporto che il trasportatore deve compilare,
Classifichi i mezzi come rottami e non occorre dogana. Ho gia importato relitti da francia e altri paesi UE
Se trasporti con depanage o bisarca sei a posto!
soliti problemi di foto

Offline Land72

  • Pilota
  • *
  • Post: 13
Re: Importare "rottami" dalla Francia, che fare?
« Risposta #4 il: 18 Luglio 2013, 06:11:25 »
Grazie mille!
Credevo fosse molto più complesso, meglio così!  ;)

 

Sitemap 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23