nivolare.com

Autore Topic: quesiti su circolazione delle auto storiche e certificato di storicità  (Letto 455 volte)

Offline Eureka

  • Pilota
  • *
  • Post: 4
Salve a tutti, mi sono presentato nell'apposita sezione ieri sera ed ecco già le mie domande.
Ve le suddivido per punti così è più facile tenere il segno(spero):
  • le auto storiche(non so se serve specificarlo ma euro 0 benzina come classe emissioni) possono circolare in Lombardia 24/7? mi è sembrato di capire di sì, e che non vengano nemmeno influenzate dal blocco del traffico.
  • Un auto per essere definita storica e quindi per circolare(sempre usando la Lombardia come base, ma sapere anche le altre regioni come sono orientate in merito), deve avere il certificato di storicità?
  • Comprando un auto che abbia già un certificato di storicità c'è bisogno di farla riesaminare dall'ASI o basta richiedere la ristampa del certificato attestandolo al nuovo proprietario?
  • So che per esempio nel Lazio i veicoli storici non possono circolare, ipotizzando che io dalla lombardia voglia andare a roma in vacanza con la mia auto storica, lo posso fare essendo la macchina "lombarda"?(ora che la rileggo è una domanda davvero stupida ma volevo togliermi la curiosità, scusatemi)
  • Ho chiesto ad un venditore se la sua auto possedava un CRS, mi ha detto che lui possiede il "vecchio tesserino ASI", da quel che ho capito la tessera ASI prova che sei iscritto all'ASI come persona, non viene trasferito con il veicolo come il CRS.
  • Sapete darmi un indicativo dei tempi e costi per ottenere un CRS? o magari anche se ci sono agenzie che possono farlo per me e quanto verrebbe a costare in più rispetto al farlo da solo.
  • Quanto si spende in media per importare una storica degli anni 80 in italia, so che alcuni paesi come la germania rendono molto più facile l'importazione mentre invece dalla francia è molto più difficile per via della documentistica diversa che hanno i vari paesi; ma all'estero hanno prezzi più bassi sull'auto che sto cercando e volevo capire se magari mi conveniva prenderla lì(facendo finta che si possa viaggiare liberamente, mannaggia a sto virus!)
Bene, questo per il momento mi sembra sia tutto, sono delle domande a cui non sono riuscito a trovare risposta certa cercando in giro, sui forum o erano non chiare o erano di thread vecchi; in più volevo una conferma di starci effettivamente capendo qualcosa mentre faccio le mie ricerche.
Vi ringrazio in anticipo

Il Forum di Passioneauto.it


Offline ITRAEL

  • Moderatore globale
  • Gentleman driver
  • *****
  • Post: 7406
  • Fiat 850 spider
1) Nel periodo autunnale e invernale, durante il quale ci sono limitazioni alla mobilità,per sapere se puoi uscire dal tuo garage con la storica,devi riferirti alle ordinanze emesse dal tuo comune.Ti porto un esempio personale: io risiedo nell'Oltrepò pavese e quindi in provincia di Pavia.Posso circolare(verso nord) sino all'ultimo comune, prima del ponte del Po e non posso andare oltre e quindi, non posso arrivare sino al capoluogo.Paradossalmente,se decidi, di farti una gita, devi verificare che i comuni che attraverserai consentano il transito ad un veicolo Euro 0.
2) Idem come sopra, devi riferirti alle ordinanze comunali e regionali
3) Il certificato di storicità è legato al mezzo e non al proprietario. Attendo che qualcuno più aggiornato di me, ti dica se è obbligatoria la voltura del CRS in caso di cambio di proprietario
4) Vedi il punto 1
5) bisogna capire che cosa intende: come si diceva anni fa "è iscritta ASI"? ma lascio la risposta a chi è più competente di me
6) Per ottenere un CRS devi iscriverti ad un club federato ASI e seguire le istruzioni che ti danno riguardo agli allegati(foto e documenti necessari).Per quanto riguarda i costi puoi verificarli sul sito del club che hai scelto.Per quello che so io non ci sono agenzie che se ne occupano ma a te porta via  il tempo necessario a scattare le foto e fotocopiare il libretto di circolazione.
7) passo

Prima di prendere in toto per buono le mie risposte, attendi che qualcun altro intervenga  ;)
 
La differenza tra la genialità e la stupidità è che la genialità ha i suoi limiti.
Pensatore sconosciuto

Offline Nonsochenomemettere

  • Pilota senior
  • ****
  • Post: 268
  • 124 Sport Spider

3) Il certificato di storicità è legato al mezzo e non al proprietario. Attendo che qualcuno più aggiornato di me, ti dica se è obbligatoria la voltura del CRS in caso di cambio di proprietario

Confermo che la voltura del CRS non è necesaria. Il mio CRS riporta il nome del precedente proprietario e in fondo ad ogni pagina c'è una nota che dice esplicitamente che il CRS è riferito al veicolo e non al proprietario (com'è giusto che sia).
Se è facile, allora è noioso

Il Forum di Passioneauto.it


Offline valetri75

  • Gentleman driver
  • *****
  • Post: 3487
  • Ho chiesto ad un venditore se la sua auto possedava un CRS, mi ha detto che lui possiede il "vecchio tesserino ASI", da quel che ho capito la tessera ASI prova che sei iscritto all'ASI come persona, non viene trasferito con il veicolo come il CRS.
  • Sapete darmi un indicativo dei tempi e costi per ottenere un CRS? o magari anche se ci sono agenzie che possono farlo per me e quanto verrebbe a costare in più rispetto al farlo da solo.

Il vecchio tesserino ASI è equivalente al CRS e, come questo, segue l'auto, non la persona.
Per quanto riguarda l'ottenimento del CRS, come ti hanno già suggerito, va fatto tramite club federato ASI, previa iscrizione al club stesso, ed il tutto ha un costo di circa 150-160 euro

Offline nigel68

  • Gentleman driver
  • *****
  • Post: 6269
Per tutti i quesiti sulle normative e per un uso "intelligente" dell'auto storica, ti consiglio di iscriverti e frequentare attivamente un Club federato ASI della tua zona, così inizierai a "bazzicare" il settore e farti le giuste conoscenze. Io ho iniziato proprio così alla tua età e la passione non mi ha più abbandonato :)
"Quando un italiano vede passare un'auto di lusso il suo primo pensiero non è di averne una anche lui, ma di tagliarle le gomme" - Indro Montanelli 1909-2001

Offline nigel68

  • Gentleman driver
  • *****
  • Post: 6269
PUFFFF !!! Sparito ?? ???
"Quando un italiano vede passare un'auto di lusso il suo primo pensiero non è di averne una anche lui, ma di tagliarle le gomme" - Indro Montanelli 1909-2001

Offline Eureka

  • Pilota
  • *
  • Post: 4
PUFFFF !!! Sparito ?? ???
ahahahaha ;D un pò sì, scusate, mi sono voluto informare ulteriormente sulla base di cosa mi avete detto e pensare un attimo a quale sia "l'approccio" migliore, qui le mie risposte:
Per tutti i quesiti sulle normative e per un uso "intelligente" dell'auto storica, ti consiglio di iscriverti e frequentare attivamente un Club federato ASI della tua zona, così inizierai a "bazzicare" il settore e farti le giuste conoscenze. Io ho iniziato proprio così alla tua età e la passione non mi ha più abbandonato :)
E che dire, HAI RAGIONISSIMA, da quel che ho capito dovrei comunque iscrivermi per poter circolare quindi tanto vale iscriversi e farmi aiutare direttamente da loro su queste cose, almeno così ho pensato, credo che potrebbero darmi una mano con la burocrazia volessi comprare un auto di cui fare il CRS o anche prenderne una che lo abbia di già, o sbaglio?

Il vecchio tesserino ASI è equivalente al CRS e, come questo, segue l'auto, non la persona.
Per quanto riguarda l'ottenimento del CRS, come ti hanno già suggerito, va fatto tramite club federato ASI, previa iscrizione al club stesso, ed il tutto ha un costo di circa 150-160 euro
Dal tuo messaggio avevo inteso che con un vecchio tesserino ASI equivalesse ad un CRS nel senso che potessi circolare, mandando un email all'ASI mi hanno detto che non è così, probabilmente ho capito male io cosa intendessi

1) Nel periodo autunnale e invernale, durante il quale ci sono limitazioni alla mobilità,per sapere se puoi uscire dal tuo garage con la storica,devi riferirti alle ordinanze emesse dal tuo comune.Ti porto un esempio personale: io risiedo nell'Oltrepò pavese e quindi in provincia di Pavia.Posso circolare(verso nord) sino all'ultimo comune, prima del ponte del Po e non posso andare oltre e quindi, non posso arrivare sino al capoluogo.Paradossalmente,se decidi, di farti una gita, devi verificare che i comuni che attraverserai consentano il transito ad un veicolo Euro 0.
2) Idem come sopra, devi riferirti alle ordinanze comunali e regionali
3) Il certificato di storicità è legato al mezzo e non al proprietario. Attendo che qualcuno più aggiornato di me, ti dica se è obbligatoria la voltura del CRS in caso di cambio di proprietario
4) Vedi il punto 1
5) bisogna capire che cosa intende: come si diceva anni fa "è iscritta ASI"? ma lascio la risposta a chi è più competente di me
6) Per ottenere un CRS devi iscriverti ad un club federato ASI e seguire le istruzioni che ti danno riguardo agli allegati(foto e documenti necessari).Per quanto riguarda i costi puoi verificarli sul sito del club che hai scelto.Per quello che so io non ci sono agenzie che se ne occupano ma a te porta via  il tempo necessario a scattare le foto e fotocopiare il libretto di circolazione.
7) passo

Prima di prendere in toto per buono le mie risposte, attendi che qualcun altro intervenga  ;)
 
riferito al punto 1: bel casino, ero convinto che le storiche potessero circolare visto che sul sito della regione lombardia c'è scritto che le storiche sono esenti dal blocco del traffico e hanno 25 ingressi annui in area B, andarsi a vedere le disposizioni di ogni comune mi sembra un incubo, ma almeno finchè resto vicino a casa dovrei stare tranquillo, poi nel caso volessi fare gite si vedrà.

Bene, vi ringrazio immensamente per i vostri input sulla questione, ora so già meglio come muovermi, vedrò di informarmi sui club asi della mia zona e da lì vedrò cosa fare.
Grazie ulteriormente a tutti per i messaggi e l'attenzione, vi terrò aggiornati se riuscirò a "prendere in cura" una magnifica 944 8).

Offline orso

  • Gentleman driver
  • *****
  • Post: 1735
    • Motorpassion
Scusa , ma se il tuo timore è la circolazione in Lombardia potresti valutare
il nuovo sistema di MOvimentazione VEicoli INquinanti
https://www.movein.regione.lombardia.it/movein/#/index
Credimi 1000 km son tanti per un'auto che guidi solo per amore, ogni tanto

Offline ITRAEL

  • Moderatore globale
  • Gentleman driver
  • *****
  • Post: 7406
  • Fiat 850 spider
Interessante  :)
La differenza tra la genialità e la stupidità è che la genialità ha i suoi limiti.
Pensatore sconosciuto

Offline nigel68

  • Gentleman driver
  • *****
  • Post: 6269
Vero, però "in aggiunta alle limitazioni della circolazione disposte da provvedimenti regionali, i Comuni possono emanare provvedimenti più restrittivi di accesso a determinate aree, pertanto la deroga Move-In non consente di circolare nelle aree a traffico limitato definite dai Comuni."

Quindi se c'è il sindaco nazi-ecologista biciclettaro il problema si ripropone come i peperoni. Io ho adottato da almeno un decennio una soluzione direi vincente: utilizzo la storica secondo le raccomandazioni della FIVA (cioè non la uso come auto di tutti i giorni, in buona sostanza, ma solo nel weekend, per raduni, gite o per portarla dal meccanico) e per il resto ME NE BATTO LA CIOLLA :D :D :D :D
"Quando un italiano vede passare un'auto di lusso il suo primo pensiero non è di averne una anche lui, ma di tagliarle le gomme" - Indro Montanelli 1909-2001

Offline Neeskens78

  • Pilota esperto
  • ***
  • Post: 125
    • Futurarkestra Blog
Re:quesiti su circolazione delle auto storiche e certificato di storicità
« Risposta #10 il: 29 Aprile 2021, 21:28:21 »
Il sindaco pseudo nazi-ecologista lo abbiamo anche qua a Biella da pochi giorni... di colpo ha deciso che doveva vietare il traffico nella città, che è già minuscola di suo, fino addirittura alle euro 5... gli aspetti comici sono che:
1) il sindaco, che era professore alle mie scuole superiori è tutto tranne che ecologista (in effetti non so nemmeno se abbia la qualifica da sindaco), si è alzato male l'altra settimana e ha deciso di rompere le balle ai cittadini del centro che già non lavorano praticamente da un anno e mezzo...
2) la zona vietata pensata da lui era talmente geniale che uno per andare da una parte all'altra della città avrebbe dovuto percorrere circa 50 km in più passando dalle montagne...
2) il suo esasperato divieto ha fatto incazzare i suoi stessi colleghi di partito che hanno auto più vecchie :D
3) è stato sommerso da un' infinita serie di insulti e soprattutto (giuste) minacce
4) se ne sbattono tutti, giustamente, anche perchè non è che mo' possiamo comprarci un'auto nuova, visto che il servizio bus è pietoso
5) sono andato in centro con la storica euro0 che più 0 di così non si può e l'unica cosa che mi hanno chiesto i carabinieri è se l'avessi riverniciata o meno... :D
lo shopping compulsivo da ricambi è una malattia curabile?

Offline nigel68

  • Gentleman driver
  • *****
  • Post: 6269
Re:quesiti su circolazione delle auto storiche e certificato di storicità
« Risposta #11 il: 30 Aprile 2021, 09:19:58 »
Quello è nazi-ignorante HAHAHAHAHAHAH!!!
"Quando un italiano vede passare un'auto di lusso il suo primo pensiero non è di averne una anche lui, ma di tagliarle le gomme" - Indro Montanelli 1909-2001

Offline Neeskens78

  • Pilota esperto
  • ***
  • Post: 125
    • Futurarkestra Blog
Re:quesiti su circolazione delle auto storiche e certificato di storicità
« Risposta #12 il: 30 Aprile 2021, 12:51:01 »
esatto  ;D ;D
lo shopping compulsivo da ricambi è una malattia curabile?

 

Sitemap 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23