Post recenti

Pagine: [1] 2 3 ... 10
1
Meccanica ed elettronica / Re:Problema differenziale Alfa Sprint
« Ultimo post da il Manta il Oggi alle 20:59:20 »
Salve a tutti, finalmente il problema è risolto...

Purtroppo ho trovato un sacco di contrattempi e problemi e il costo della riparazione è salito vertiginosamente. All'inizio ero intenzionato a utilizzare satelliti e planetari del cambio regalatomi dal mio amico, ma scoprivo ahimè che nel giugno 1988 c'è stata una variazione non di poco conto: i planetari successivi a tale data erano stati dotati di un cuscinetto a spilli e la campana del differenziale era più scavato per accogliere il differente spessore dei nuovi ingrnaggi (gli ingranaggi erano gli stessi ma lo spessore aumentava a causa del cuscinetto a spilli).
Ovviamente nella campana originale del mio cambio, che volevo mantenere per non andare a variare gli spessori dei supporti differenziale, non andava tutto il pacco differenziale quindi decidevo di utilizzare solo gli ingranaggi ma scorpivo un gioco troppo ampio tra gli ingranaggi: vai a controllare, e scoprivo che la sede degli ingranaggi, quindi la parte interna della campana, si erano usurati quindi gli stessi si allontanavano tra loro creando il gioco.

Anche l'ingranaggio recuperato dal mio amico da un esame più approfondito appariva usurato quindi decidevo di non usarlo per evitare di dover rifare il lavoro dopo qualche mese e pertanto mi mettevo alla ricerca di un ricambio nuovo, che trovavo a Varese.

A questo punto il lavoro non era più alla mia portata (precarico dei cuscinetti, spessoramento dei supporti differenziali ecc) e quindi affidavo la patata bollente a un meccanico di fiducia e finalmente l'altro ieri riuscivo a portare a casa la mia belva...

Costo dello scherzo? 350€ di differenziale, 220€ di cuscinetti e spessori, 500€ di lavoro...

2
Restauro / Re:Restauro Fiat 1400 B - L'avventura inizia
« Ultimo post da Contecassius il Oggi alle 19:37:50 »
Come ho fatto per la discussione relativa al restauro della Fulvia ormai finito, torno ad aggiornare anche questa discussione.
L'azzeramento di entusiasmo non ha solo coinvolto la Fulvia, ma tutte le mie auto (pensate che a marzo dovrei fare la revisione al Maggiolino che non si muove ormai da mesi).
Con l'inoltrarsi del nuovo anno l'entusiasmo piano piano è tornato e con esso ho ricominciato a girare intorno al 1400B. Prima cosa, il motore gira incredibilmente bene e nonostante i 2 ulteriori anni di fermo i freni non sono bloccati.
Accantonata l'idea di smontare la testa del motore (era una perdita di tempo fine a se stessa), ho iniziato invece lo smontaggio della macchina.
In questa fase mi voglio rendere bene conto delle condizioni della macchina oltre che imparare per bene a conoscerla (in questo caso i cataloghi ricambi non aiutano moltissimo perchè i disegni, al contrario che nei cataloghi Lancia, qui sono molto lacunosi), capire la distinta dei lamierati, capire come e dove questi sono saldati tra di loro, ecc ecc... ritengo che questa sia una cosa fondamentale in qualsiasi restauro.
Elemento ulteriore da considerare consiste nel fatto che la macchina non potrà essere smontata tutta nel garage in cui si trova attualmente, qui posso smontare gli interni, impianto elettrico, esterno carrozzeria, vetri. La meccanica "grossa" andrà per forza di cose smontata in un box fornito di fossa d'ispezione che è in progetto realizzare in cortile. (Inoltre l'attuale box dista circa un km da casa).
In questa primissima fase sto quindi svuotando completamente gli interni in modo da rendere ben visibile la struttura del veicolo (o meglio quel che ne resta), ho quindi smontato il sedile anteriore e quello posteriore, ho eliminato i pannelli tranne quelli delle porte posteriori che eliminerò con calma successivamente, ho scollato l'intera tappezzeria (totalmente distrutta) che utilizzerò, insieme al catalogo ricambi, per ricavare delle sagome che utilizzerò al momento opportuno per ricostruire la stessa.
Sto poi eliminando l'isolante acustico e le parti più croccanti dei fondi.
E' ben chiaro che le condizioni sono terribili ma questo non mi spaventa, io sono fermamente convinto che nel momento in cui si conosce BENE il veicolo e la sua struttura, la ricostruzione sarà ben più agevole.
Ecco a voi qualche foto dei lavori sinora svolti:































Una volta portati a casa i sedili ho voluto pulire un pezzo di vinile per capire se lo stesso sia recuperabile, considerando che ho utilizzato uno sgrassatore generico senza nemmeno troppo impegno direi che la differenza si vede, inoltre il materiale - tolto lo sporco - rimane bello morbido:







E con questo per ora è tutto
3
Restauro / Re:Restauro Fulvia Coupè 1.2 - L'avventura inizia.
« Ultimo post da il Manta il Oggi alle 19:36:08 »
Purtroppo i contrattempi sono un fattor comune della nostra passione, vedrai che mettendoti alla guida della tua Fulvia tutto passerà e farete pace ;)
4
Restauro / Re:Restauro Fulvia Coupè 1.2 - L'avventura inizia.
« Ultimo post da ITRAEL il Oggi alle 19:18:33 »
Bentornato  :)
Se hai voglia di scaricare "a terra" la perdita di entusiasmo legata ai contrattempi, siamo qui ad ascoltarti o meglio,a leggerti  ;)
5
Restauro / Re:Restauro Fulvia Coupè 1.2 - L'avventura inizia.
« Ultimo post da Contecassius il Oggi alle 18:06:43 »
Buonasera a tutti, non sono sparito, anzi!
Purtroppo vicissitudini personali accadute subito dopo il trasferimento della Fulvia dalla carrozzeria al meccanico hanno praticamente azzerato il mio entusiasmo e anzi non avevo troppa voglia di vedere questa macchina.
Durante il ripristino meccanico si è visto necessario sostituire la pompa freni e ci ho messo ben 2 mesi per andare a comprare il ricambio nuovo (a causa dell'entusiasmo sottozero), pertanto i tempi si sono dilatati moltissimo.
Alcuni altri piccoli inconvenienti hanno poi fatto il resto.
Ora la macchina è a posto, frenare frena, il motore girare gira, qui di seguito il link al video del primo avviamento dopo due anni e mezzo di fermo: https://www.facebook.com/alessandro.vacchiani/videos/10217480292069043/ la revisione è stata passata, convergenza fatta, ora aspetto solo la chiamata del meccanico che dovrebbe arrivare a breve.
Nel mentre ho iniziato a mettere le mani sul rottamone Fiat, ma questa è un'altra storia :D 
6
Immatricolazioni, Bollo, ASI / Re:Assicurazioni per auto storiche
« Ultimo post da il Manta il Oggi alle 10:42:51 »
Con Reale Mutua io pago 135,5€ di RCA + 28,5€ di carro atrezzi = 164€ (una storica del '78, 1.8 di cilindrata)

Come mi trovo? Non ho ancora avuto la (s)fortuna di doverla usare... L'ho stipulata a Dicembre 2018 quindi non posso dare giudizi. Nella filiale a cui mi sono rivolto, pare fosse la prima volta che stipulassero una polizza per auto storica :D

Vediamo cosa dice il Manta, che sicuramente ha più esperienza di me.

La quota senza carro attrezzi è più o meno quella, secondo me la valutazione sulle assicurazioni la devi dare quando succede l'evento perché a incassare sono buone tutte...
7
Immatricolazioni, Bollo, ASI / Re:Assicurazioni per auto storiche
« Ultimo post da ITRAEL il Oggi alle 08:13:28 »
Ciao Vintage_Cars,
a me Sara assicurazioni, per un’auto 1.8 di cilindrata del ’78, ha chiesto circa 200€ e proposto la tessera ACI per il carroattrezzi, superando così i 300€. Con il premio RCA da 95€ che ti hanno proposto, l’offerta diventa già più interessante.

Helvetia e Bartolini&M invece le ho dovute scartare perché chiedevano l’iscrizione ad un Club, requisito che al momento ancora non ho.
Tieni conto che l'iscrizione ad un club, senza ASI, può essere attorno ai 60 euro.
Io con Bartolini e Mauri ho speso (aprile 2018) 280 euro per 3 mezzi, che possono circolare contemporaneamente e include il soccorso stradale. ;)
8
Immatricolazioni, Bollo, ASI / Re:Assicurazioni per auto storiche
« Ultimo post da Vintage_Cars il Oggi alle 07:09:28 »
Il prezzo pare interessante, è anche vero però che la tua ha poco più di 40 anni (con Sara Vintage ricordo che da 25 a 39 anni hanno una tariffa, oltre mi pare ne avessero un'altra), proverò a informarmi anche su questa :)
9
Perfetto!

Come ti trovo con la reale mutua? Quanto spendi?

Con Reale Mutua io pago 135,5€ di RCA + 28,5€ di carro atrezzi = 164€ (una storica del '78, 1.8 di cilindrata)

Come mi trovo? Non ho ancora avuto la (s)fortuna di doverla usare... L'ho stipulata a Dicembre 2018 quindi non posso dare giudizi. Nella filiale a cui mi sono rivolto, pare fosse la prima volta che stipulassero una polizza per auto storica :D

Vediamo cosa dice il Manta, che sicuramente ha più esperienza di me.
10
Immatricolazioni, Bollo, ASI / Re:Assicurazioni per auto storiche
« Ultimo post da Vintage_Cars il Ieri alle 22:36:59 »
Perfetto!

Come ti trovo con la reale mutua? Quanto spendi?
Pagine: [1] 2 3 ... 10
SMF spam blocked by CleanTalk