Autore Topic: Restauro Fulvia Coupè 1.2 - L'avventura inizia.  (Letto 20296 volte)

Offline Contecassius

  • Gentleman driver
  • *****
  • Post: 583
Re: Restauro Fulvia Coupè 1.2 - L'avventura inizia.
« Risposta #195 il: 07 Dicembre 2017, 13:58:25 »
E' un range piuttosto esteso. La mia va da 16 a 140 ed era la taglia intermedia (nella gamma ce n'era una più piccola e una più grande).


lo immaginavo, avevo già cercato qualcosa e coincide con quello che dici te. Di per se una chiave come la tua andrebbe bene, non fosse per le ghiere dei mozzi posteriori che vanno chiuse a 196 Nm...

Offline rana

  • Gentleman driver
  • *****
  • Post: 2060
Re: Restauro Fulvia Coupè 1.2 - L'avventura inizia.
« Risposta #196 il: 07 Dicembre 2017, 14:04:03 »
Prendine due ;)

Offline ITRAEL

  • Moderatore globale
  • Gentleman driver
  • *****
  • Post: 6380
  • Fiat 850 spider
Re: Restauro Fulvia Coupè 1.2 - L'avventura inizia.
« Risposta #197 il: 07 Dicembre 2017, 16:45:22 »
Prendine due ;)
Esprimi genio da ogni poro, eh  ;D ;D ;)
La differenza tra la genialità e la stupidità è che la genialità ha i suoi limiti.
Pensatore sconosciuto

Offline Contecassius

  • Gentleman driver
  • *****
  • Post: 583
Re: Restauro Fulvia Coupè 1.2 - L'avventura inizia.
« Risposta #198 il: 08 Dicembre 2017, 10:35:15 »
Esprimi genio da ogni poro, eh  ;D ;D ;)
:D :D :D :D

Offline rana

  • Gentleman driver
  • *****
  • Post: 2060
Re: Restauro Fulvia Coupè 1.2 - L'avventura inizia.
« Risposta #199 il: 08 Dicembre 2017, 14:36:45 »
Esprimi genio da ogni poro, eh  ;D ;D ;)
Volevo dire 3 ma temevo che Vostra Signoria non avrebbe retto per l'emozione ;D

Offline ITRAEL

  • Moderatore globale
  • Gentleman driver
  • *****
  • Post: 6380
  • Fiat 850 spider
Re: Restauro Fulvia Coupè 1.2 - L'avventura inizia.
« Risposta #200 il: 08 Dicembre 2017, 14:47:51 »
É un sollievo e una tranquillità,sapere che qualcuno si preoccupa della mia salute.... :-*
La differenza tra la genialità e la stupidità è che la genialità ha i suoi limiti.
Pensatore sconosciuto

Offline rana

  • Gentleman driver
  • *****
  • Post: 2060
Re: Restauro Fulvia Coupè 1.2 - L'avventura inizia.
« Risposta #201 il: 08 Dicembre 2017, 20:10:53 »
É un sollievo e una tranquillità,sapere che qualcuno si preoccupa della mia salute.... :-*
Finchè non m'intesti la spider.......

Offline ITRAEL

  • Moderatore globale
  • Gentleman driver
  • *****
  • Post: 6380
  • Fiat 850 spider
Re: Restauro Fulvia Coupè 1.2 - L'avventura inizia.
« Risposta #202 il: 08 Dicembre 2017, 22:46:28 »
Finchè non m'intesti la spider.......
quindi e meglio me la tenga visto che la tua preoccupazione è interessata  :P
Ho capito il tuo insistere sul mio ascetismo..... ::)
La differenza tra la genialità e la stupidità è che la genialità ha i suoi limiti.
Pensatore sconosciuto

Offline Contecassius

  • Gentleman driver
  • *****
  • Post: 583
Re: Restauro Fulvia Coupè 1.2 - L'avventura inizia.
« Risposta #203 il: 09 Dicembre 2017, 11:11:11 »
Come promesso ecco le foto della scocca dopo il trattamento di cataforesi.



































Come dicevo adesso si vede ogni singola imperfezione, compreso il bollo più piccolo, e questo è un bene perché abbiamo la possibilità di eliminare tutto prima della verniciatura.
Adesso si procederà in questa maniera:

- apriremo i forellini sui sottoporta per la modanatura e per il battitacco;
- sui fondi anteriori apriremo i fori di scolo e i fori per il pedale dell'acceleratore;
- daremo ancora una molata ad alcune saldature sotto ai fondi anteriori;
- il tirabolli tirerà su tutto quello che è possibile;
- si stucca dove sarà necessario;
- si eseguirà una prova colore su di un cofano;
- infine si procederà alla verniciatura ed si darà sul sottoscocca l'antirombo plastico.


Offline Plasma

  • Pilota
  • *
  • Post: 20
Re: Restauro Fulvia Coupè 1.2 - L'avventura inizia.
« Risposta #204 il: 09 Dicembre 2017, 12:28:50 »
Mi sfugge il senso di forare e molare saldature adesso. Non si va ad eliminare o perlomeno a compromettere il costoso trattamento di protezione appena concluso? Io francamente avrei fatto tutto il possibile prima, c'è il faro posteriore dx tutto gibollato, le saldature dei parafanghi posteriori che francamente non si possono guardare, la staffa sotto la cerniera del cofano anteriore lato guida piegata, la lamiera piegata vicino alla serratura del baule, il piano di appoggio del vano batteria non è liscio... Non voglio essere irrispettoso, e spero di non essere frainteso, ma su YouTube diversi canali mostrano carrozzieri e battilastra che raddrizzano quasi alla perfezione ogni parte danneggiata, i vari sistemi di tirabolli che prevedono la saldatura su uno o più punti si dice che proprio a motivo dell'elevata temperatura raggiunta (seppur momentanea) compromettano il trattamento anticorrosione all'interno del lamierato predisponendolo alla ruggine.

Offline Contecassius

  • Gentleman driver
  • *****
  • Post: 583
Re: Restauro Fulvia Coupè 1.2 - L'avventura inizia.
« Risposta #205 il: 09 Dicembre 2017, 12:57:46 »
Mi sfugge il senso di forare e molare saldature adesso.

Si fora adesso perché avendo una superficie tutta nera e uniforme è più semplice presentare il pezzo e forare correttamente

Non si va ad eliminare o perlomeno a compromettere il costoso trattamento di protezione appena concluso?

No perché i punti dove si interviene non sono all'interno di scatolati in primis. Poi gli scatolati interni verranno comunque trattati con apposite cere.

Io francamente avrei fatto tutto il possibile prima, c'è il faro posteriore dx tutto gibollato

Gibollato? Cosa vuol dire?
In quel punto ci sono due strade: o si stende quel poco stucco metallico (cosa che peraltro si fa anche in linea di montaggio sulle auto NUOVE prima della verniciatura) necessario a parificare il punto oppure si taglia completamente, il punto però non permette di molare le saldature interne così che a lavoro concluso rimane una schifezza.

le saldature dei parafanghi posteriori che francamente non si possono guardare

Hai visto tutte le fono dei procedimento o no?
Nel caso te le ripropongo:









Come potrai facilmente notare lo stato iniziale del parafango era pessimo, il lamierato parafango non esiste nuovo e trovarlo quasi integro è stato un colpo di fortuna non da poco. Come potrai notare nelle successive foto il pezzo è stato saldato non sovrapponendo le lamiere ma con giuntura testa/testa e la saldatura è stata molata il più possibile senza andare a inficiarne la sua resistenza. In un mondo ideale si trova il lamierato nuovo sotto casa, ma purtroppo non siamo nel mondo ideale.

la staffa sotto la cerniera del cofano anteriore lato guida piegata, la lamiera piegata vicino alla serratura del baule

Purtroppo durante i trasporti qualche danno alla scocca può succedere, per fortuna sono tutte cose estremamente facili da risistemare e anzi sono già in corso di riparazione

Non voglio essere irrispettoso, e spero di non essere frainteso,

Vero è che con lo scritto spesso e volentieri si rischia di non dare il senso voluto alle parole, ma i termini del tuo intervento quell'impressione la danno. Diciamo che esiste modo e modo.

i vari sistemi di tirabolli che prevedono la saldatura su uno o più punti si dice che proprio a motivo dell'elevata temperatura raggiunta (seppur momentanea) compromettano il trattamento anticorrosione all'interno del lamierato predisponendolo alla ruggine.

Non mi pare di aver scritto da nessuna parte che verranno usati i sistemi di tirabolli da te descritti

Ultimo ma non ultimo mi autoquoto:

Come dicevo adesso si vede ogni singola imperfezione, compreso il bollo più piccolo, e questo è un bene perché abbiamo la possibilità di eliminare tutto prima della verniciatura.
« Ultima modifica: 09 Dicembre 2017, 13:00:03 da Contecassius »

Offline Frosty the snowman

  • Gentleman driver
  • *****
  • Post: 3094
  • non si dice cabrio, si dice convertibile...
Re: Restauro Fulvia Coupè 1.2 - L'avventura inizia.
« Risposta #206 il: 09 Dicembre 2017, 22:55:57 »
Concordo in pieno sul fatto che il trattamento di cataforesi, così come la verniciatura a polvere (che si da senza fondo e senza stuccare) mette in evidenza tutti i difetti che non erano visibili prima e quindi solo dopo il trattamento è possibile eliminarli con una leggerissima stuccatura.
Però personalmente avrei fatto il possibile per non forare e saldare dopo il trattamento.
Per quanto riguarda il procedimento usato dai tirabolli (citato da Plasma), non prevede assolutamente saldature. Il compito del tirabolli è proprio quello di togliere i bolli senza compromettere la verniciatura.
l'automobile non è un mezzo di trasporto, ma una compagna di viaggio

Offline Contecassius

  • Gentleman driver
  • *****
  • Post: 583
Re: Restauro Fulvia Coupè 1.2 - L'avventura inizia.
« Risposta #207 il: 10 Dicembre 2017, 08:56:16 »
Concordo in pieno sul fatto che il trattamento di cataforesi, così come la verniciatura a polvere (che si da senza fondo e senza stuccare) mette in evidenza tutti i difetti che non erano visibili prima e quindi solo dopo il trattamento è possibile eliminarli con una leggerissima stuccatura.

Ciao Sergio, esattamente! In più, se vogliamo, aggiungici l'incredibile strato di polvere che si è depositato in soli due giorni di carrozzeria. Una volta verniciata la prima cosa che farò è metterla sotto un telo copriauto altrimenti tutto il lavoro di pulizia che sto facendo a casa si rivelerebbe, almeno in parte inutile...

Però personalmente avrei fatto il possibile per non forare e saldare dopo il trattamento.

Guarda, in linea teoria sono d'accordo con te, però per una serie di ragioni (tra cui alcuni pezzi non disponibili quando potevano servire) abbiamo preferito/dovuto attendere. Non si deve comunque intervenire in punti "delicati" e per evitare la formazione anche minima di ossido sullo spessore della lamiera interverremo lo stesso giorno in cui si darà il fondo in modo da lasciare scoperti i buchi il meno tempo possibile.
Per fortuna saldature non dovrò farne in alcun modo ;)

Ah, poi se ti interessa (ma forse interessava più a David, non ricordo), a giorni vado a ritirare i primi pezzi dalla verniciatura a polvere e mi pare di aver capito che hanno una discreta gamma di colori. Io ho fatto fare tutto nero opaco.

Offline Contecassius

  • Gentleman driver
  • *****
  • Post: 583
Re: Restauro Fulvia Coupè 1.2 - L'avventura inizia.
« Risposta #208 il: 17 Dicembre 2017, 13:47:11 »
In questo week end ho lavorato sulla parte posteriore dell'impianto posteriore (che parte dal sottoporta lato guida e serve tutta la parte posteriore della macchina). Ho quindi eliminato il vecchio nastro, ormai completamente logoro, che avvolgeva il fascio di fili; ho ripulito tutti i vari contatti e ho verificato che tutti i fili fossero integri.
Sono riuscito a trovare un nastro abbastanza simile, cambia leggermente la trama ma il materiale e sostanzialmente lo stesso, in definitiva tra tutti i nastri che ho trovato è quello che mi soddisfa decisamente di più.











Ho inoltre trovato le riproduzioni delle fascette di collegamento alla scocca, uguali alle originali.



Sono poi passato al paraurti posteriore:
Qui ho pulito la parte interna, totalmente incrostata, ho disassemblato e ricondizionato le luci targa (le lampadine erano ormai un corpo unico con i portalampada, e ho dovuto faticare non troppo per togliere le lampadine senza danneggiare i portalampada), ho lucidato per quanto possibile la parte esterna (se qualcuno conosce un metodo per eliminare le varie righe e righette dall'acciaio inox sono tutto orecchi), e infine ho smontato gli attacchi per portarli a verniciare come tutto il resto.






















Offline Frosty the snowman

  • Gentleman driver
  • *****
  • Post: 3094
  • non si dice cabrio, si dice convertibile...
Re: Restauro Fulvia Coupè 1.2 - L'avventura inizia.
« Risposta #209 il: 17 Dicembre 2017, 17:30:19 »

ho lucidato per quanto possibile la parte esterna (se qualcuno conosce un metodo per eliminare le varie righe e righette dall'acciaio inox sono tutto orecchi), e infine ho smontato gli attacchi per portarli a verniciare come tutto il resto.


La lucidatura dell'acciaio inox garantisce risultati pressochè perfetti se eseguita dagli specialisti. Le righe vengono eliminate con una prima operazione di nastratura, e successive lucidature meccaniche con paste abrasive via via più fini.
Personalmente non mi sarei mai messo a lucidarlo a mano...
l'automobile non è un mezzo di trasporto, ma una compagna di viaggio

Auto d'Epoca - Il forum degli appassionati di auto storiche

Re: Restauro Fulvia Coupè 1.2 - L'avventura inizia.
« Risposta #209 il: 17 Dicembre 2017, 17:30:19 »