Autore Topic: Treni superveloci  (Letto 8431 volte)

Offline Gianri

  • Pilota senior
  • ****
  • Post: 387
Treni superveloci
« il: 21 Novembre 2015, 17:53:36 »
E' la verità,percorrendo il tratto Roma/Firenze dell'Autosole,ho capito che per i lunghi tragitti l'auto è ormai superata.Viaggiavo a velocità"codice"e i vari Frecciarossa e affini sfrecciavano accanto all'autostrada al triplo della mia velocità,mi pareva di essere quasi fermo,sarebbero arrivati a Milano almeno 2 ore prima di me,con una spesa pari al solo costo del biglietto autostradale e per chi guida,senza alcuno stress.Mi direte ma la tua auto ti da l'indipendenza,manco per niente,oggi nelle grandi città si noleggia un'utilitaria a 20€.al giorno(con le immancabili offerte).Noi siamo dei fortunati perchè possessori di auto d'epoca che esulano da tutti questi brutti pensieri,le usiamo per il piacere di guidare oggetti pieni di personalità che ci rimandano ad atmosfere particolari e allora lasciamo da parte l'Autosole e godiamoci la passeggiata sulla vecchia S.S.1 Aurelia!

Il Forum di Passioneauto.it

Treni superveloci
« il: 21 Novembre 2015, 17:53:36 »

Offline rana

  • Gentleman driver
  • *****
  • Post: 2148
Re: Treni superveloci
« Risposta #1 il: 21 Novembre 2015, 18:51:16 »
Comunque spostarsi in Italia , per necessità non per passione, è davvero costoso in rapporto alla qualità del servizio! Però tu hai un ''incrociatore'' ;D

Offline Giulio600

  • Pilota senior
  • ****
  • Post: 265
Re: Treni superveloci
« Risposta #2 il: 22 Novembre 2015, 10:32:10 »
bah guarda io ormai so già che se mi devo spostare più di 30 km mi verrà già il sangue amaro, se sono in auto tra strade schifose e mandrie di cretini divento una belva, invece per quanto riguarda il treno lasciamo perdere, servizi del genere manco al terzo mondo
-Sono riuscito a comprarmi la macchina, una 600!
-Carina dai!
-Intendo quella vecchia! Del '67!
-Ah.. Vabè tranquillo, vedrai che ne prenderai una buona più avanti....

Il Forum di Passioneauto.it

Re: Treni superveloci
« Risposta #2 il: 22 Novembre 2015, 10:32:10 »

Offline Gianri

  • Pilota senior
  • ****
  • Post: 387
Re: Treni superveloci
« Risposta #3 il: 22 Novembre 2015, 18:21:44 »
Ribadisco il concetto,quando devo andare a fare un viaggio di piacere,niente di meglio del mio vecchio "incrociatore"che in famiglia chiamiamo Isotta.Consiglio quindi oltre allo "slow food"che finalmente sta prendendo piede,di abbinare anche un po' di "slow drive"così da rilassarsi almeno durante il tempo libero!

Offline valetri75

  • Gentleman driver
  • *****
  • Post: 3658
Re: Treni superveloci
« Risposta #4 il: 23 Novembre 2015, 07:18:04 »
Mah... io per varie vicende personali il treno proprio lo odio e per i viaggi in Italia preferisco l'auto, considerando anche che a me piace guidare, sia la storica che la moderna (ha 12 anni ;) ) e sia su strade normali che in autostrada. Se poi ci mettete che spesso qui al Sud i treni sono così veloci che nemmeno li vediamo passare...

Offline rana

  • Gentleman driver
  • *****
  • Post: 2148
Re: Treni superveloci
« Risposta #5 il: 23 Novembre 2015, 08:17:17 »
Lungo ot
Guarda ho fatto Verona-Milano su un treno  regionale:
-sedili misura neonato cioè mi sono seduto ma la seduta era tutt'altro che comoda
-tessuto vinilico davvero sporco, colpa dell'indecenza di certa gente, e che fa sudare parecchio
- no aria condizionata, grazie a dio quel giorno non c'era il caldo che ha caratterizzato tutta l'estate
- stipati tipo tetris
Poi tra andata e ritorno ho speso sui 25 euro, pagati ovviamente, poi sale una marea di gente, specie nel bresciano, ma il controllore non si azzarda a chiedere nulla, e lo capisco dato che a Milano c'era stata un aggressione con tanto di macete :'(
Ricordo che in Austria incontrai una bugatti anteguerra in autostrada e vari maggiolini, però c'è da ricordare che in quel tratto il limite è 100 e loro lo rispettano quasi sempre, poi paghi una vignetta e fai quanta strada vuoi!
In Germania , quando andai, non c'era il pedaggio tutto a vantaggio dell'economia dello spostamento, poi i fondi stradali erano in alcuni punti trascurati e c'erano molti cantieri.
Nel Veneto tutto sommato l'autostrada è ben tenuta, i servizi variano e di molto: dall'autogrill col mini centro commerciale alla casupola, e in alcuni tratti è molto ben fatte specie le nuove gallerie con l'illuminazione graduale ;)
I difetti: alcuni snodi, specie nel veneziano, alcune uscite che una volta pagato il pedaggio manca la segnaletica, o è inadeguata, molti caselli automatizzati che creano code, caselli spesso disposti male con corsia telepass centrale quindi spesso ti tocca rischiare per un biglietto e i PEDAGGI davvero folli.

Offline rana

  • Gentleman driver
  • *****
  • Post: 2148
Re: Treni superveloci
« Risposta #6 il: 23 Novembre 2015, 08:18:05 »
Potremmo aprire una sezione sui treni d'epoca ;)

Offline il Manta

  • Gentleman driver
  • *****
  • Post: 2466
    • Trofeo Regolarità Friuli Venezia Giulia 2018
Re: Treni superveloci
« Risposta #7 il: 23 Novembre 2015, 08:59:38 »
Dopo 6 anni di pendolarismo acuto (1 ora e mezza per fare 40 km), finalmente sono riuscito a smettere. Adesso lavoro a 10 minuti da casa, anche se sono passato a un utilizzo intensivo del mio Toyota Scatolone del 2004.

Devo dire che mi manca il treno per il valore aggiunto della socializzazione, del gruppetto pendolari che si era formato, e non solo colleghi: compagni di viaggio con cui condividere pensieri, parole, risate, ronfate... ma anche compagni di sventura, con cui farsi coraggio e sostenersi a vicenda in caso di ritardi abissali, soppressioni, situazioni di pulizia al limite (opposto) della normale civiltà...

Però l'aver recuperato 3 ore al giorno, cioè 15 ore alla settimana, 60 ore al mese (praticamente 10 giornate di lavoro) da dedicare alla famiglia e (scusate l'egoismo) a me stesso è a dir poco impagabile.

Ogni tanto però mi piace risalire sul treno per fare un viaggio in famiglia, anche perché i ragazzi non sono obbligati a stare seduti fermi per ore, e magari ci si può organizzare e divertirsi ancora di più, portandosi dietro le carte da gioco, per esempio, e fare cagnara macinando chilometri...

L'unico viaggio lungo che mai smetterò di fare in auto è in direzione puglia, 750 km da fare d'un fiato carichi di tutto e di più, magari la notte per evitare di trovare traffico, nel silenzio del sonno dei miei passeggeri, sulla mia sempre affidabile Freccia del Sud...

Con la mia storica per adesso i giretti sono in solitaria, non essendo ancora pronti i sedili la mia Sprint è ancora da F.1, monoposto... :D

Offline pugnali53

  • Gentleman driver
  • *****
  • Post: 1121
Re: Treni superveloci
« Risposta #8 il: 23 Novembre 2015, 11:38:45 »
Oramai sono in pensione, forzata, mai ci sarei andato se non diventato paraplegico causa incidente non stradale, da 12 anni, quindi quando mi sposto dovrei prendermela comoda, il punto è che non sono mai andato piano in vita mia, il treno x me è off limit tranne rarissimi casi, le rampe o i sollevatori x le carrozzine sono praticamente inesistenti perchè quelle poche che ci sono raramente funzionano.
Ora mi muovo principalmente in auto mentre gli oltre 3 milioni di km di quando lavoravo li hò fatti in gran parte alla guida di furgoni, magari veloci, ma non come le auto che hò ora, se non mi diverto alla guida preferisco stare a casa, di interessi ne hò moltissimi quindi non mi annoio sicuramente, ieri ad esempio quì nel veneto è stata una bella giornata ed essendo da solo a casa mi son fatto un bel giretto alla diga di Sottomarina, guidare a mio modo la 911 bella cattiva è sempre un piacere, mi diverto moltissimo a superare le mandrie di "fermi"

Offline rana

  • Gentleman driver
  • *****
  • Post: 2148
Re: Treni superveloci
« Risposta #9 il: 23 Novembre 2015, 14:11:36 »
A Sottomarina vado spesso al mare ;) ma ci sono strade per correre? Va bè che io vengo in estate e il centro è parecchio affollato.
Mi ero riproposto di fare l'isola della donzella e posti vari in bici ma alla fine non sono riuscito :(

Offline pugnali53

  • Gentleman driver
  • *****
  • Post: 1121
Re: Treni superveloci
« Risposta #10 il: 23 Novembre 2015, 16:34:57 »
Di strade poco trafficate x fare qualche bell'allungo ormai ce ne sono poche, a Sottomarina è complicato correre anche in bici, sicuramente la romea non è fra queste, ma basta cogliere le nuove opportunità, ad esempio con l'elise le velocità che si riescono a mantenere in rotatoria hò ben pochi concorrenti, forse un kart, ma di solito non li incontro x strada.
Visitare il parco del delta del po di cui isola della donzella fà parte è una cosa che d'inverno faccio spesso, abbiamo una zona stupenda e unica, che niente hà da invidiare alla camargue, e noi italiani non la riteniamo degna di visita, visto lo scarso interesse turistico che suscita, non certamente nei tedeschi, inglesi, francesi e nord europei che ne aprezzano le unicità, ti consiglio di girarci nel delta, da Verona non è lontano, è bellissimo, anche e sopratutto d'inverno, autunno o primavera.
« Ultima modifica: 23 Novembre 2015, 16:37:16 da pugnali53 »

GTI79

  • Visitatore
Re: Treni superveloci
« Risposta #11 il: 23 Novembre 2015, 21:22:09 »
E' la verità,percorrendo il tratto Roma/Firenze dell'Autosole,ho capito che per i lunghi tragitti l'auto è ormai superata.Viaggiavo a velocità"codice"e i vari Frecciarossa e affini sfrecciavano accanto all'autostrada al triplo della mia velocità,mi pareva di essere quasi fermo,sarebbero arrivati a Milano almeno 2 ore prima di me,con una spesa pari al solo costo del biglietto autostradale e per chi guida,senza alcuno stress.Mi direte ma la tua auto ti da l'indipendenza,manco per niente,oggi nelle grandi città si noleggia un'utilitaria a 20€.al giorno(con le immancabili offerte).Noi siamo dei fortunati perchè possessori di auto d'epoca che esulano da tutti questi brutti pensieri,le usiamo per il piacere di guidare oggetti pieni di personalità che ci rimandano ad atmosfere particolari e allora lasciamo da parte l'Autosole e godiamoci la passeggiata sulla vecchia S.S.1 Aurelia!


Mi sento di condividere questo discorso: In determinate situazioni, tipo appunto le tratte fra grandi città, con il freccia rossa si viaggia comodissimi, senza stress, veloci e più economici che con l'auto.
Poi arrivati a destinazione ci sono varie soluzioni per i noleggi auto. A Milano per esempio (non so se c'è anche in altre città), con Enjoi noleggi la prima 500 che trovi (chiaramente aderente), e paghi solo i minuti reali utilizzata, circolando dove vuoi e lasciandola dove vuoi. Per di più paghi con una carta di credito registrata tramite il telefonino.
Insomma per uno che si sposta poco o che viaggia tanto, ma senza finire in qualche posto sperduto, i sembra che di alternative all'auto propria ce ne siano parecchie.

 

Sitemap 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23