Recent Posts

Pages: [1] 2 3 ... 10
1
Carrozzeria e capotte / Re: fiat850 sport coupè da restauro
« Last post by Danpol on Today at 17:37:32 »
ho capito.
potrebbe essere quindi che l' antirombo sia stato dato "in buona fede" in occasione di un generale risanamento della parte inferiore, ma che il trattamento rischi nel tempo di fare più danni che benefici...
In sostanza, mi conviene guardare altrove (o assumermi il rischio)...
2
Carrozzeria e capotte / Re: fiat850 sport coupè da restauro
« Last post by nigel68 on Today at 13:23:31 »
Qua si vedono bene le 600 (con accanto una 1100 D) con il sottoscocca tutto in colore vettura tranne il pianale nero semilucido



e qui bellissimo video (siamo dopo il 1966 vista la presenza delle 124) dove ancora si vede solo il pianale nero semilucido e tutto il resto della carrozzeria in colore vettura senza alcuna protezione tranne l'interno dei parafanghi

https://youtu.be/TG205HHwVps

3
Carrozzeria e capotte / Re: fiat850 sport coupè da restauro
« Last post by nigel68 on Today at 13:17:35 »
4
Carrozzeria e capotte / Re: fiat850 sport coupè da restauro
« Last post by nigel68 on Today at 13:07:24 »
...ma quindi...i fondi non erano protetti in nessun modo?? Lamiera esposta??


No, il sottoscocca (quindi anche i fondi) e l'interno dei parafanghi erano spruzzati di antirombo leggero e poi verniciati, si vede molto bene l'effetto in questa foto:



Il pianale sotto non so fino a che anno rimase in colore vettura poi successivamente nero... forse fine anni 60... boh. I Maggiolini ad esempio avevano il pianale (che in raltà era il telaio) nero, e i passaruota verniciati ma assolutamente SENZA antirombo, lamiera verniciata. Idem la mia MGB del 1965 aveva la scocca unicamente verniciata. Nessuna protezione particolare se non due/tre mani di fondo e vernice. Era normale in quegli anni.


lo strato non appariva particolarmente spesso, anzi, soprattutto nei passaruota copriva a malapena. Potrebbe anche essere stato steso per prevenzione magari, prima di fare danni maggiori...


E' proprio questo il lavoro da NON fare. Dare l'antirombo sulla vernice è una stupidata, nasconde le magagne e a lungo andare favorisce la corrosione invece di prevenirla perché se si fessura, entra l'acqua e ristagna. Invece la lamiera "nuda" asciuga subito e si forma solo poco ossido superficiale. Ci sono in giro Maggiolini coi parafanghi ancora originali, con la vernice che è venuta via, c'è ruggine superficiale ma sono sani. C'è anche da dire che l'acciaio usato in italia, soprattutto negli anni '70 era di qualità infima, mentre quello tedesco....  ::)
5
Carrozzeria e capotte / Re: fiat850 sport coupè da restauro
« Last post by Danpol on Today at 11:51:42 »
 
In origine tutte le Fiat di quegli anni erano spruzzate in fabbrica di antirombo "catramoso" solo in alcune zone del sottoscocca e dei parafanghi per poi venire verniciate, quindi in nessun modo sotto l'auto deve trovarsi vernice nera. 
...ma quindi...i fondi non erano protetti in nessun modo?? Lamiera esposta??


Quote
L'antirombo dato a quintali si secca, l'acqua infiltra nelle spaccature e marcisce peggio che con le lamiere scoperte. Quindi se vedi una 850 col sottoscocca nero "antirombato", non va bene.
Devo dire che sull' esemplare in questione lo strato non appariva particolarmente spesso, anzi, soprattutto nei passaruota copriva a malapena. Potrebbe anche essere stato steso per prevenzione magari, prima di fare danni maggiori...
Quello che posso dire è che tutte le strutture ricoperte, compresi gli scatolati, apparivano di forma regolare e ben definita, tale da far pensare che non fossero in alcun modo compromessi dalla corrosione, nè riparati/ricostruiti...
6
Presentati: la tua passione / Re: Presentazione
« Last post by kolpa on Today at 08:01:51 »
Benvenuto!!!
7
Carrozzeria e capotte / Re: fiat850 sport coupè da restauro
« Last post by nigel68 on Today at 07:20:00 »

In realtà, a parte questo particolare degli sportelli, la stessa "finitura" del sottoscocca l'avevo vista anche sull' altro esemplare per cui ho dedotto che fosse il trattamento di serie, magari solo rinfrescato...

No, era consuetudine verso la fine degli anni 70 dare una spruzzata di antirombo (ovviamente nero) per coprire le magagne. Le auto anni 60 e anni 70 non avevano trattamenti galvanici quindi sul finire del decennio (1978 o giù di li) erano già tutte marce. Si dava l'antirombo a secchiate nella speranza di arrestare la corrosione che in realtà lavorava spesso dall'interno.
In origine tutte le Fiat di quegli anni erano spruzzate in fabbrica di antirombo "catramoso" solo in alcune zone del sottoscocca e dei parafanghi per poi venire verniciate, quindi in nessun modo sotto l'auto deve trovarsi vernice nera.  Lo scopo era più che altro, come dice il nome, di smorzare le vibrazioni indotte nella scocca, non di prevenire la corrosione.

Chiaramente dopo un po' la catramina si seccava e si staccava lasciando la lamiera scoperta = ruggine. Nessuno ovviamente pensava alla correttezza storica per una futura rivalutazione ecc ecc. Quindi il carrozziere grattava quello che poteva e dava l'antirombo (sempre a base catramosa) a go-go.
Ricordo anche la 500 L di mia mamma: stessa storia dal momento che iniziavano a marcire i sottoporta... Spesso si faceva continuare l'antirombo per un 5-10 centimetri buoni sulla fiancata in modo da proteggere la parte bassa da pietrisco, sale e corrosione in genere. Più tardi venne in uso l'antirombo a base poliuretanica, che si usa ancora adesso.
L'Alfetta prima serie, aveva questo trattamento di serie e la fascia nera proseguiva sulla coda, nella parte bassa.

L'antirombo dato a quintali si secca, l'acqua infiltra nelle spaccature e marcisce peggio che con le lamiere scoperte. Quindi se vedi una 850 col sottoscocca nero "antirombato", non va bene.
8
Carrozzeria e capotte / Re: fiat850 sport coupè da restauro
« Last post by rana on Yesterday at 20:15:48 »
Lascia perdere, io ho preso una moto conservata sana.... beh quando la smonti trovi le sorprese >:(
Sopratutto è una goccia, e non piccola, continua che rischia di infastidirti
9
Carrozzeria e capotte / Re: fiat850 sport coupè da restauro
« Last post by Danpol on Yesterday at 18:02:33 »
Lì hai da fare freni, frizione, gomme, ammortizzatori e mi pare di capire una risanata di carrozzeria. 

freni, gomme e ammortizzatori sicuri; la frizione in verità potrebbe anche essere solo regolata troppo in alto...è un punto interrogativo...
la carrozzeria andrebbe risanata ma non è urgente, nel senso che le fioriture di corrosione devi andarci proprio vicino per vederle, e comunque ancora non sono "sbocciate"; solo il taglio dello sportello andrebbe ripreso subito, ma sarebbe sufficiente anche un piccolo e sapiente colpo di pennello lungo lo spigolo scoperto.


Quote
p.s. quando dici "antirombo originale" intendi la catramina (poca) verniciata colore carrozzeria o c'è proprio dell'antirombo nero? Perché quello (nero) non c'era in origine.
credo fosse proprio antirombo, nero opaco, ma il velo era veramente sottile, e ce n' era anche all' interno dei passaruota; ora che ci penso, la catramina invece (credo) fosse stata stesa nella parte inferiore degli sportelli, quasi del tutto priva di verniciatura...
In realtà, a parte questo particolare degli sportelli, la stessa "finitura" del sottoscocca l'avevo vista anche sull' altro esemplare per cui ho dedotto che fosse il trattamento di serie, magari solo rinfrescato...
10
Restauro / Re: Restauro Fulvia Coupè 1.2 - L'avventura inizia.
« Last post by fabio19tdi on Yesterday at 16:52:55 »
ottima filosofia!
complimenti
Pages: [1] 2 3 ... 10