nivolare.com

Autore Topic: Circolazione in Lombardia  (Letto 7128 volte)

GTI79

  • Visitatore
Circolazione in Lombardia
« il: 02 Marzo 2008, 13:34:23 »
Non so se è la sezione giusta per aprire questa discussione...

In Lombradia da tempo c'è una diattriba aperta tra la regione e i club d'auto/moto d'epoca sulla legge che vieta la circolazione agli euro 0/1 dal lunedì al venerdì dalle 7.30 alle 19.30.
La legge prevede una deroga per le auto iscritte ai club storici, ma che saggiamente la regione Lombardia ha pensato di non citare ed applicare.
Ebbene, il nostro caro Romano Prodi, aveva preso posizione su quella deroga, di fatto "congelandola".
Ora la Corte Costrituzionale ha respinto questo suo "ricorso" e dal 15/04/2008, gli euro 0 iscritti a club storici potranno circolare liberamente!!!
Bisogna avere pazienza, ma alla fine la giustizia viene fatta.

Il Forum di Passioneauto.it

Circolazione in Lombardia
« il: 02 Marzo 2008, 13:34:23 »

Alfetta*GTV 2000L

  • Visitatore
Re: Circolazione in Lombardia
« Risposta #1 il: 16 Aprile 2008, 20:32:33 »
Ciao GTI, non mi pare le cose stiano proprio così... in effetti il "congelamento" di cui parli da parte del governo precedente c'era stato, ma solo perchè si riteneva, non so se a torto o ragione, che questa materia non fosse di competenza regionale ma dello Stato (La solita burocrazia di m...a italiana!) tuttavia ho posto la domanda al mio Club federato ASI di Milano, di cui non faccio nome per evitare che si dica che faccio pubblicità, e la risposta è stata che in effetti dal 16/04/08 potremo tranquillamente, A.S.I. o non, circolare liberamente in tutta la regione... il problema si ripresenterà eventualmente fra 6 mesi esatti, difatti dal 15/10/08 teoricamente tornerebbero i blocchi per i veicoli Euro0 e diesel Euro1 dal lunedi al venerdi con la stessa modalità dello scorso anno e per altri 6 mesi, tuttavia la regione avrebbe concesso, e stavolta col beneplacito di Stato e Corte Costituzionale una deroga totale per i veicoli storici però di dimostrata provenienza, vale a dire, e qui non si scappa, iscritti, esibendo regolare documentazione attestante ad eventuali controlli di Polizia urbana, ossia certificati di storicità A.S.I. o di Registri Ufficiali di marca. Questo non è farina del mio sacco è ciò che mi ha detto il mio Club, che vi garantisco non parla a vanvera! E se così sarà, ben venga questa disposizione che, tutto sommato, mi pare giusta ed equa! 
« Ultima modifica: 16 Aprile 2008, 20:39:52 da Alfetta*GTV 2000L »

GTI79

  • Visitatore
Re: Circolazione in Lombardia
« Risposta #2 il: 17 Aprile 2008, 07:47:42 »
Onestamente è difficile capirci qualche cosa, c'è troppa confusione e disparità di giudizi.
Non rimane che rimettersi alla clemenza della corte... purtroppo.

Il Forum di Passioneauto.it

Re: Circolazione in Lombardia
« Risposta #2 il: 17 Aprile 2008, 07:47:42 »
nivolare.com

Alfetta*GTV 2000L

  • Visitatore
Re: Circolazione in Lombardia
« Risposta #3 il: 17 Aprile 2008, 18:34:53 »
Comunque, caro GTI, una cosa è certa, ora e fino al 15/10 possiamo circolare con le ns. amate, ASI o non, quanto e come vogliamo per tutta la Lombardia, quindi per 6 mesi godiamocela e stiamo tranquilli, spero che dopo questa data abbiano sbrogliato la matassa e concedano la libera circolazione almeno alle storiche certificate senza complicarci la vita! Se poi Formigoni, che ci ha sempre odiato e bollato come "inquinatori" se ne andasse nella mangiatoia romana, in veste di Senatore, come pare voglia fare, c'è da sperare che venga sostituito da persona più sensata e competente, e che si rendano conto una volta per tutte che non sono le automobili, specie le poche sparute Euro0 rimaste, la maggior fonte d'inquinamento, ma bensì i riscaldamenti, specie a gasolio ed addirittura a nafta che sarebbero fuorilegge dal 1971 (Si non è un errore di battitura proprio 1971!!!) a Milano ma che, guardacaso, certi stabili della Pubblica amministrazione ancora utilizzano! E non mi stupirei se ci fossero ancora in giro caldaie a carbone, proibite addirittura mi pare già dalla metà degli anni '60!!! 

« Ultima modifica: 17 Aprile 2008, 18:37:33 da Alfetta*GTV 2000L »

Offline Cash

  • Moderatore globale
  • Gentleman driver
  • *****
  • Post: 13435
Re: Circolazione in Lombardia
« Risposta #4 il: 28 Aprile 2008, 11:23:51 »
Mah, se è per questo da poco sono stati eliminati i riscaldamente a carbone...teoricamente perchè secondo me ce ne sono ancora nella vecchia Milano...
Comunque sia sembra che si divertano a cambiare le regole, intanto noi aspettiamo per sapere cosa faranno arbitrariamente le istituzioni di noi...ma in fondo, le nostre auto che incidenza hanno sull'inquinamento?! Siamo fondamentalmente in pochi, e alcuni di noi hanno anche tanta paura di veder rovinata la loro creatura da non volerne fare uso quotidiano (come farò io dopo il restauro).
Sempre la solita storia, comodo prendersela con le auto, comodissimo farlo con le storiche, impossibile farlo contro aziende e riscaldamenti altamente inquinanti...
Certe volte ammiro la Svizzera...saranno rigidi, ma più giusti.
Non amo le donne orientali ma per una Cinesina del 1978 faccio follie!

Offline skizzo2

  • Gentleman driver
  • *****
  • Post: 2315
  • Meglio un traverso oggi che un dritto domani.
Re: Circolazione in Lombardia
« Risposta #5 il: 28 Aprile 2008, 14:42:00 »
Citazione
Sempre la solita storia, comodo prendersela con le auto, comodissimo farlo con le storiche, impossibile farlo contro aziende e riscaldamenti altamente inquinanti...

Con una semplice frase hai sintetizzato perfettamente com'è la situazione in Italia oggi.
  [

Alfetta*GTV 2000L

  • Visitatore
Re: Circolazione in Lombardia
« Risposta #6 il: 28 Aprile 2008, 18:33:58 »
Purtroppo in Lombardia governa un tal Formigoni che in quanto ad incompetenza in materia è un gran maestro, e da sempre ci fa una guerra spietata ed ingiustificata, per questo ritengo che se essere iscritti ad un Registro di Marca od all'ASI possa essere un modo per ottenere la libera circolazione, tutto sommato è un male minore... quanto alla Svizzera direi proprio che definirli rigidi non è la parola esatta, in realtà sono, in tutto, decenni più avanti di noi, sia come mentalità che come serietà in generale, sono anche sempre più convinto, purtroppo, che l'Italia, e non solo in materia di automobili storiche o non, sia uno dei Paesi più arretrati d'Europa, e che se andiamo avanti di questo passo otterremo presto anche la Palma di fanalino di coda in tutti i campi!

Offline Cash

  • Moderatore globale
  • Gentleman driver
  • *****
  • Post: 13435
Re: Circolazione in Lombardia
« Risposta #7 il: 29 Aprile 2008, 16:11:25 »
Rigidi non era esattamente in senso spregiativo...il termine esatto è: fiscali. E a dir la verità, visto il caos-pantano d'Italia, in ogni senso (ma qui ci atteniamo al senso automobilistico-storico) qualche regoletta precisa, coerente, giusta, anche se rigorosa, proprio male non farebbe...
Basti guardare il tuning (che non amo molto a dire il vero, preferisco l'originalità), puoi fare di tutto in Svizzera, ma c'è un collaudo serio (credo collegato al TUV tedesco), bisogna rispettare determinate caratteristiche di guidabilità del veicolo ecc. ecc. Così ti passa la voglia di infrangere queste regole, con un pò di sana giustizia, in gergo "Il bastone e la carota", ti dò una mano, ma non ti è premesso prenderti il braccio.
In Italia è tutto un gran bastone, senza carota...senza precisare in quale parte di noi dove si trovi il bastone...
Come per il tuning tutto ciò vale anche per le auto storiche, e per una marea di altre cose, ma non usciamo dal seminato...
Non amo le donne orientali ma per una Cinesina del 1978 faccio follie!

 

Sitemap 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23