Autore Topic: CRS ASI e club federati  (Letto 6762 volte)

Offline nigel68

  • Gentleman driver
  • *****
  • Post: 5766
Re:CRS ASI e club federati
« Risposta #60 il: 29 Dicembre 2018, 07:46:24 »
Bianco, formato A4 e timbro a secco è quello che rilasciano ora, mi è appena arrivato per la 911, come questo:


In precedenza, per certificare la storicità era sufficiente l'Attestato di Storicità che aveva questo aspetto ed era plastificato, di piccolo formato.


Nessuno dei due è giallo, come vedi.

Metti una foto del tuo, tanto per capire...
"Quando un italiano vede passare un'auto di lusso il suo primo pensiero non è di averne una anche lui, ma di tagliarle le gomme" - Indro Montanelli 1909-2001

Il Forum di Passioneauto.it

Re:CRS ASI e club federati
« Risposta #60 il: 29 Dicembre 2018, 07:46:24 »

Offline valetri75

  • Gentleman driver
  • *****
  • Post: 3210
Re:CRS ASI e club federati
« Risposta #61 il: 29 Dicembre 2018, 07:51:36 »
Quindi con la finanziaria 2019 per le auto ventennali, al fine di ottenere lo "sconto" l'iscrizione ASI dovrà essere riportata anche sulla carta di circolazione?

Offline Vintage_Cars

  • Pilota senior
  • ****
  • Post: 267
Re:CRS ASI e club federati
« Risposta #62 il: 02 Gennaio 2019, 12:07:04 »
Bianco, formato A4 e timbro a secco è quello che rilasciano ora, mi è appena arrivato per la 911, come questo:


In precedenza, per certificare la storicità era sufficiente l'Attestato di Storicità che aveva questo aspetto ed era plastificato, di piccolo formato.


Nessuno dei due è giallo, come vedi.

Metti una foto del tuo, tanto per capire...

Grazie Nigel, mi sa che ho fatto confusione con quello giallo dell'FMI che ho sulla vespa :D
Quello che ho io è il 2° che hai pubblicato.

Caspita complimenti per il 911!! :)

Per il fatto dell'avere il crs a libretto, che dici, meglio averlo? (Ho timore che se poi lo si ha a libretto possano in qualche maniera limitarci a utilizzarla solo ai raduni.. ..quello dovrebbe essere un limite che hanno solo X assicurazioni..)

Che ne pensi?


@veletri75
Più che altro, da ciò che ho capito, l'avete il crs a libretto è per avere l'agevolazione del bollo al 50%.

Offline elytec71

  • Pilota esperto
  • ***
  • Post: 122
Re:CRS ASI e club federati
« Risposta #63 il: 04 Gennaio 2019, 17:57:49 »
Buonasera Vintage
quello che dici tu e l'attestazione Asi mentre il CRS è un documento di 4 pagine che bisogna fare presso un Club Federato che consiste in un libretto da compilare con varie foto e la relazione finale del commissario tecnico del Club. Costa 20 euro e servono 20/30 gg per avere una risposta.
Nel mio caso essendo Veneto e pagando 894 euro per la mi BMW850i del 1991 sono passato ieri in motorizzazione per fare la trascrizione sul libretto che è un tagliando che come ti dice Nigel, che il veicolo è di interesse storico e collezionistico e iscritto alla pratica ASI n...
Serve copia del libretto, copia del CRS (ma bisogna portare i documenti originali da fare visionare, questo a Padova) pagare due bollettini il numero 9001 di 10,20 euro e il bollettino numero 4028 di 16 euro (la cifra che scrivevano prima)
Non so se andrà a buon fine ma ho fatto quello che mi hanno richiesto adesso vediamo se la Regione Veneto mi chiede 894 euro o metà ...speriamo bene la seconda...
Ciao ciao
Elytec71

PS = scusa Nigel ho visto dopo che hai postato i documenti....complimenti per le tue auto!
« Ultima modifica: 04 Gennaio 2019, 18:01:28 da elytec71 »
BMW 850i/1991 - Alfaromeo 75 1.8/1987
Club E31 Italia - www.clube31.it

Offline Vintage_Cars

  • Pilota senior
  • ****
  • Post: 267
Re:CRS ASI e club federati
« Risposta #64 il: 06 Gennaio 2019, 11:47:07 »
Ciao Elytec,
ti ringrazio. La mia auto è già iscritta asi, solamente che con le nuove normative, sembra sia necessario avere il crs anche a libretto, è proprio un tagliandino che si va a richiedere presso il club ASI alla quale si è iscritti, loro poi vanno in motorizzazione e sell lo fanno rilasciare.
È un tagliandino adesivo grande come quello che si applica quando abbiamo fatto il passaggio di proprietà :)

Offline nigel68

  • Gentleman driver
  • *****
  • Post: 5766
Re:CRS ASI e club federati
« Risposta #65 il: 06 Gennaio 2019, 19:29:03 »
Se abiti in Lombardia, al momento non serve perché la Regione mantiene l'esenzione bollo fino a tutto il 2019 purché le vetture siano iscritte ASI. Fai una prova, vai in tabaccheria e prova a pagare inserendo la targa. Se ti escono 30,00 euro sei a posto.

http://www.regione.lombardia.it/wps/wcm/connect/73440d3e-fd50-4f7d-b6d3-aa8b342b0e68/Tariffario+2019.pdf?MOD=AJPERES&CACHEID=73440d3e-fd50-4f7d-b6d3-aa8b342b0e68


La nuova normativa non è chiara, le MCTC stanno attendendo una Circolare Attuativa, al momento chi aggiorna il libretto lo fa perchè la MCTC in questione agisce in autonomia.

Tra l'altro so da fonti governative che stanno mettendo a punto una proposta di legge con un pacchetto di modifiche al CdS che di fatto toglierà totalmente il bollo per le 20ennali. Una volta che è inserito nel CdS non sarà più necessario fare nulla. Si sono accorti del caos normativo e qualcuno ci sta mettendo le pezze, ma è ancora tutto in movimento.
« Ultima modifica: 06 Gennaio 2019, 19:31:22 da nigel68 »
"Quando un italiano vede passare un'auto di lusso il suo primo pensiero non è di averne una anche lui, ma di tagliarle le gomme" - Indro Montanelli 1909-2001

Offline elytec71

  • Pilota esperto
  • ***
  • Post: 122
Re:CRS ASI e club federati
« Risposta #66 il: 07 Gennaio 2019, 08:32:19 »
Si certo per la Lombardia, Emilia Romagna e provincia di Bolzano l'esenzione rimane (non mi è chiaro la provincia di Trento e Friuli)
Ma attendo anch'io il regolamento perchè se vado nella sezione bollo della Regione Veneto mi trovo ovviamente ancora 893 euro da pagare che spero vengano ridotte al 50%
Per la trascrizione del CRS sul libretto questa è una pratica che si poteva fare anche anni fa , io ho il documento da maggio 2018 e mi avevano detto di aspettare alla registrazione perchè non è detto che sia un pass per il passaggio di auto storiche in caso di blocco delle Euro 0 - Euro 3. Ad esempio nel centro di Padova non basta avere la trascrizione sul libretto o il CRS ...non si passa perchè la mia è Euro 1
Alcuni club sconsigliano di fare la trascrizione ,ma in ogni caso penso che siamo tracciati lo stesso con o senza trascrizione
Vediamo cosa succede al meno per il 50% per l'esenzione totale delle ultra ventennali la vedo dura se fosse meglio !
Ciao
BMW 850i/1991 - Alfaromeo 75 1.8/1987
Club E31 Italia - www.clube31.it

Offline Vintage_Cars

  • Pilota senior
  • ****
  • Post: 267
Re:CRS ASI e club federati
« Risposta #67 il: 10 Gennaio 2019, 22:43:15 »
Ragazzi sono andato a tesserarmi asi presso un club, ho scoperto che il certificato in mio possesso era l'ADS e non il CRS!!
Ovviamente fatto richiesta di ciò, ora mi tocca compilare un libretto dedicato, in più per quanto la macchina già sia ASI devo fare delle fotografie.

Mi è stato detto che c'è un pò di confusione nell'aria per avere il CRS adesivo a libretto, sostengono dunque sia più che sufficiente tenere in auto il CRS che rilascerà ASI.

Che dite a riguardo?

Offline elytec71

  • Pilota esperto
  • ***
  • Post: 122
Re:CRS ASI e club federati
« Risposta #68 il: 11 Gennaio 2019, 10:54:35 »
Ciao Vintage_cars
nel tuo caso bene se lo fai bene, ma non ti serve per la riduzione del 50 % del bollo perchè sei già al minimo,
Il problema è per le Regione come la mia (Veneto) dove ci si deve recare alla Motorizzazione per la trascrizione del CRS , e a Padova non ho avuto nessun problema, invece la sede ACI di Padova non ha ancora recepito la direttiva della riduzione del bollo per una lotta tra enti ...
A me comunque interessa il risultato cioè pagare il 50% di 893 euro di bollo...
Ciao
BMW 850i/1991 - Alfaromeo 75 1.8/1987
Club E31 Italia - www.clube31.it

Offline Vintage_Cars

  • Pilota senior
  • ****
  • Post: 267
Re:CRS ASI e club federati
« Risposta #69 il: 12 Gennaio 2019, 07:17:16 »
Ok :)

Il precedente proprietario che ottenne l'ADS nel 2012 non mi ha passato il CRS. Ciò vuol dire che non lo richiese o potrebbe averlo perso?

Offline nigel68

  • Gentleman driver
  • *****
  • Post: 5766
Re:CRS ASI e club federati
« Risposta #70 il: 12 Gennaio 2019, 09:05:28 »
Ciò vuol dire che non lo richiese o potrebbe averlo perso?

Non lo richiese, dopo il 2010 l'ASI ha continuato a rilasciare un documento che si chiama Attestato di Datazione & Storicità, valido UNICAMENTE A FINI ASSICURATIVI E FISCALI per certificare le DATE di costruzione e immatricolazione qualora venissero richieste da enti pubblici o privati (es. Assicurazioni). Tale ADS non certifica in alcun modo che il veicolo è iscritto ai Registri Storici ex. art. 60 CdS.

Perché si faceva? Perchè era più facile da ottenere e perché fino a poco tempo fa si poteva circolare benissimo senza CRS, cosa che si può ancora fare in parecchie Regioni che non hanno emesso ordinanze restrittive antinquinamento.

se invece l' ADS che hai in mano tu è stato emesso PRIMA del 2010, esso costituisce titolo di iscrizione ai Registri Storici, ma probabilmente quest'ultimo aspetto è sfuggito agli ignoranti dell'ACI e compagnia bella che stanno richiedendo il CRS anche per auto già iscritte da lunga data...
"Quando un italiano vede passare un'auto di lusso il suo primo pensiero non è di averne una anche lui, ma di tagliarle le gomme" - Indro Montanelli 1909-2001

Offline Sovrasterzo

  • Gentleman driver
  • *****
  • Post: 1009
Re:CRS ASI e club federati
« Risposta #71 il: 14 Gennaio 2019, 16:59:15 »
se invece l' ADS che hai in mano tu è stato emesso PRIMA del 2010, esso costituisce titolo di iscrizione ai Registri Storici, ma probabilmente quest'ultimo aspetto è sfuggito agli ignoranti dell'ACI e compagnia bella che stanno richiedendo il CRS anche per auto già iscritte da lunga data...
Vi sono discrepanze, atnto incredibili quanto assurde, nelle rispettive leggi regionali in materia tributaria, tant'è che l'Emilia Romagna obbliga a richiedere il CRS ai nuovi proprietari dei veicoli i quali abbiano l'ADS e taluni i quali abbiano ottenuto il CRS entro il 31/12/2012, ovvero equipara tali documenti definendoli "determinazione" dell'ASI/FMI (quella famosa determinazione annuale prevista dalla vecchia versione, pre Governo Renzi, dell'art. 63 della l. 342/2000).

Art. 7 della l.r. 15/2012 dell'Emilia Romagna:

"1. Sono esentati dal pagamento della tassa automobilistica regionale gli autoveicoli ed i motoveicoli, esclusi quelli adibiti ad uso professionale, a decorrere dall'anno in cui si compie il trentesimo anno dalla loro costruzione. Salvo prova contraria, i veicoli di cui al primo periodo si considerano costruiti nell'anno di prima immatricolazione in Italia o in altro Stato.
2. Dal 1° gennaio 2013 gli autoveicoli ed i motoveicoli, esclusi quelli adibiti ad uso professionale, di anzianità tra i venti e i trenta anni, classificati d'interesse storico o collezionistico, iscritti in uno dei registri ASI, Storico Lancia, Italiano Fiat, Italiano Alfa Romeo, Storico FMI, previsti dall'articolo 60 del decreto legislativo n. 285 del 1992 e dal relativo regolamento attuativo, sono esentati dal pagamento della tassa automobilistica regionale. Ai fini dell'esonero fiscale, la certificazione d'iscrizione attestante la data di costruzione nonché le caratteristiche tecniche è prodotta alla Regione.
3. Fino al 31 dicembre 2012 la determinazione dell'Automobilclub storico italiano (ASI) e, per i motoveicoli, anche della Federazione motociclistica italiana (FMI), con cui sono individuati i veicoli ed i motoveicoli di anzianità tra i venti e i trenta anni, esclusi quelli adibiti ad uso professionale, di particolare interesse storico e collezionistico, prevista dall'articolo 63, comma 3, della legge 21 novembre 2000, n. 342 (Misure in materia fiscale), è valida per ottenere l'esenzione dal pagamento della tassa automobilistica regionale dalla data del suo rilascio. L'esonero dal pagamento della tassa automobilistica regionale, sorto in virtù di tale disciplina, permane anche negli anni successivi solo nei confronti dell'intestatario del veicolo che ha richiesto all'ASI o alla FMI il rilascio della determinazione stessa.
4. I veicoli di cui ai commi 1 e 2 sono assoggettati, in caso di utilizzazione sulla pubblica strada, ad una tassa di circolazione forfettaria annua di euro 25,82 per gli autoveicoli e di euro 10,33 per i motoveicoli. Per la liquidazione, la riscossione e l'accertamento della predetta tassa si applicano, in quanto compatibili, le disposizioni che disciplinano la tassa automobilistica regionale, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 5 febbraio 1953, n. 39 (Testo unico delle leggi sulle tasse automobilistiche). In caso di omesso pagamento è accertata la violazione del mancato pagamento della tassa di circolazione con contestuale applicazione della sanzione amministrativa nella misura di euro 300,00 per gli autoveicoli e nella misura di euro 150,00 per i motoveicoli, con le procedure e le modalità previste dal decreto legislativo 18 dicembre 1997, n. 472 (Disposizioni generali in materia di sanzioni amministrative per le violazioni di norme tributarie, a norma dell'articolo 3, comma 133, della legge 23 dicembre 1996, n. 662)."


Quindi, è possibile trovarsi le situazioni più disparate. Pensa, in Emilia Romagna c'è gente che si è vista recapitare le caselle esattoriali di vecchi "bolli" non pagati, nonostante avessero avuto l'ADS/CRS, proprio perché questo/i era stato conseguito prima del 1/1/2013. Follia pura, ma è così, tant'è che i ricorsi sono stati tutti persi.
« Ultima modifica: 14 Gennaio 2019, 17:03:51 da Sovrasterzo »

Offline valetri75

  • Gentleman driver
  • *****
  • Post: 3210
Re:CRS ASI e club federati
« Risposta #72 il: 17 Gennaio 2019, 10:50:40 »
Ieri sera, in sede di riunione  in associazione, si discuteva della riduzione del bollo per i veicoli 20ennali e qualcuno sconsigliava di avvalersene perché, a suo dire, il passo successivo sarebbe quello di limitare la circolazione per i veicoli beneficiari alla sola partecipazione a raduni e manifestazioni di settore. Posto che la cosa mi sembra alquanto strana, stante anche il fatto che, di contro, i veicoli 30ennali non avrebbero alcuna limitazione, voi cosa ne pensate? 

Offline nigel68

  • Gentleman driver
  • *****
  • Post: 5766
Re:CRS ASI e club federati
« Risposta #73 il: 17 Gennaio 2019, 17:05:10 »
Una cagata (si può dire ?) pari alle scie chimiche.
"Quando un italiano vede passare un'auto di lusso il suo primo pensiero non è di averne una anche lui, ma di tagliarle le gomme" - Indro Montanelli 1909-2001

Offline elytec71

  • Pilota esperto
  • ***
  • Post: 122
Re:CRS ASI e club federati
« Risposta #74 il: 18 Gennaio 2019, 16:07:55 »
Si ho anch'io tanti amici che la pensano così ...concordo con Nigel ....io ho fatto trascrizione tanto siamo tracciati lo stesso e il blocco lo fanno in base alla Euro ... della macchina se non cosniderano che l'auto è storica.
Il mondo è proprio strano
Ciao
BMW 850i/1991 - Alfaromeo 75 1.8/1987
Club E31 Italia - www.clube31.it

 

Sitemap 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23